A casa da solo

Consigli e suggerimenti per non incorrere in pericoli quando si lascia il bambino in casa da solo.

Articoli Correlati

Per i bimbi più piccoli non se ne parla proprio: nel caso in cui foste costrette a uscire di casa all'improvviso e non sapeste a chi lasciare il bimbo (la baby sitter non può venire, la nonna abita lontana o è malata, il papà lavora…), affidatelo alle cure di una vicina per tutto il tempo della vostra assenza, oppure portatevelo dietro anche a costo di essere costrette a trascinarvelo in ufficio.
Per i bambini più grandi (già a partire dai 7 anni), invece, le cose cambiano: abituarli a restare da soli in casa, dopo aver preso le dovute precauzione chiaramente, è un modo per responsabilizzarli e dar loro fiducia.


 

PRECAUZIONI E CONSIGLI:
 


  • Togliete di mezzo tutti gli oggetti che potrebbero rappresentare un pericolo (detersivi, medicinali, coltelli troppo affilati…) e riponeteli in luoghi per loro inaccessibili o nei quali siete sicuri che non andranno a cercare.
  • Accanto al telefono, scrivete un foglietto con il vostro recapito telefonico (cellulare e telefono fisso se sapete di averlo a disposizione), il numero di telefono del papà e dei nonni, il numero della vicina alla quale potranno fare riferimento.
  • Avvertite la portinaia o la vicina stessa della cosa chiedendole, se le è possibile, di passare a controllare ogni tanto che tutto sia a posto e che il bimbo non combini nulla di grave.
  • Nel frigo, fategli trovare già pronta la sua merenda o il pranzo in modo che non debba prepararsela da solo utilizzando arnesi pericolosi (coltelli, forbici, apriscatole…). Potreste optare per un panino imbottito, una macedonia già tagliata, una tazza di latte col cacao, una torta salata o dolce già affettata…
  • Mettete in guardia il piccolo di quelli che potrebbero essere i pericoli: raccomandatevi che chiuda la porta, che non si affacci alle finestre, che non apra il gas o accenda i fornelli… Fatevi promettere che rimarrà tranquillo davanti alla televisione o a giocare in camera sua con i suoi giocattoli.
  • Se il bambino usa il computer, installate i programmi per la navigazione sicura in modo che non entri in siti pericolosi o in chat per adulti che potrebbero rappresentare un'esca per malintenzionati. Piuttosto, bloccate l'avvio del pc con una password in modo che il bambino non riesca ad accenderlo.
  • Durante la vostra assenza, telefonate spesso a casa per controllare che tutto sia a posto.
  • Lasciate al bambino un po' di soldi spiegandogli che potrà usarli, solo in caso di effettivo bisogno, per un taxi che lo porti da voi. Lasciategli il numero di telefono del servizio taxi e il vostro indirizzo e spiegategli come effettuare la chiamata.
  • A portata di mano lasciategli le sue videocassette preferite e, se ancora non lo sa, spiegategli come si usa il videoregistratore. Eventualmente, potreste affittare un film che non ha mai visto in videoteca per essere sicuri che lo guardi impiegando così il tempo durante la vostra assenza.
  • Fate in modo che non rimanga da solo per più di due ore: il rischio è che si annoia e si lasci attirare dal gusto dell'illecito.

     

    Ovviamente, solo voi conoscete la maturità di vostro figlio. Sta, quindi, a voi stabilire se il bambino è davvero in grado di rimanere da solo oppure no. In queste cose, l'età conta davvero poco: ci sono bambini di 6 anni capaci di badare a loro stessi e, talvolta, anche ai fratelli più piccoli, e bimbi di 8/9 anni che, invece, non aspettano altro che i genitori voltino lo sguardo per combinarne di tutti i colori ficcandosi in situazioni pericolose per se stessi e per ciò che li circonda.
    Se il bambino si è comportato bene durante la vostra assenza, date risalto alla cosa facendolo sentire grande e importante in modo che, se dovesse risuccedere, il suo comportamento sarebbe analogo a quello della volta precedente.


  • Commento inserito da Umberto il 24 settembre 2017 alle ore 22:28

    In Italia e' reato lasciare il figlio da solo prima dei 14 anni

  • Commento inserito da costantine il 3 dicembre 2011 alle ore 16:40

    i bimbi vanno sorvegliati e tutelati, specialmente sotto i 10 anni.trovo assolutamente sconveniente che li si lasci da soli anche per un ora solo per renderli .....responsabili? ma di che?sono ancora piccoli e noi dobbiamo proteggerli.

  • Commento inserito da Pinky il 9 febbraio 2011 alle ore 10:14

    A me capita di lasciare mia figlia di sei anni a casa da sola per un oretta massimo. Magari quando vado a fare la spesa o vado in posta. Lei è fiera di se, si sente grande e responsabile, ed io sono altrettanto fiera di lei.

  • Commento inserito da ROSANNA il 23 agosto 2010 alle ore 17:44

    IO LO LASCIO SPESSO A CASA DA SOLO CHIEDENDO ALLA VICINA OGNI TANTO DI AFFACIARSI E TELEFONANDO IO OGNO 15 MINUTI CIRCA . HA 7 ANNI E PURTROPPO LA BABY SITTER MI COSTA TROPPO E POI MIO FIGLIO E TALMENTE RESPONSABILE CHE SE SA CHE NON PUO GUARDARE LA PLAY ANCHE SE NON CI SONO VI GIURO NON LA GUARDA SENZA IL MIO PERMESSO

  • Commento inserito da Paola il 20 dicembre 2009 alle ore 01:01

    Non è questione di responsabilità o meno...

  • Commento inserito da enza il 18 settembre 2009 alle ore 16:58

    assolutamente mai i bimbi da soli a casa!! piuttosto me li trascino dietro..per quanto mia figlia 7 anni,sia una bimba responsabile e giudiziosa,ma nn ci penso propio a lasciarla soletta..se si stacca la corrente????se accidentalmente cade e si fa' male???

  • Commento inserito da anna il 8 gennaio 2009 alle ore 22:12

    ma scusate, io queste cose le ho già insegnate ai miei figli a partire da 4 anni - il coltello lo usavano già a quell'età sotto la mia completa sorveglianza - IL gas lo chiudono loro al mattino prima di andare a scuola; idem le finestre idem la porta di casa - Se due genitori sono costretti a stare fuori casa per lavoro 910 ore al giorno per lavoro cosa devono fare per far quadrare il bilancio ormai risicato - Se non si ha proprio nessuno a cui lasciare i bambini è chiaro che uno fa di tutto per responsabilizzare i propri figli - a parole se ne dicono tante di cose ma quando una persona si trova a dover spendere 90 euro al giorno per far tenere due bambini ... lascio a Voi la soluzione tanto tra il dire e il fare c'è di mezzo GLI OCEANI E GLI UNIVERSI

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Iscrizioni-scuola2018-2019

Dal 16 gennaio iscrizioni aperte per l'anno scolastico 2018/2019

Dal 16 gennaio al 6 febbraio sarà possibile inoltrare le domande per le iscrizioni alle classi prime della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado per l'anno scolastico 2018/2019. Le domande andranno presentate online

continua »
Scrivania-bambini

L'angolo studio: come arredarlo

Creare un angolo studio per i bambini significa anche progettare uno spazio in cui piccoli possano sostare a lungo e che non provochi disagio alla schiena o alla vista. Ecco come scegliere tavoli, sedie e complementi d'arredo.

continua »
Shultute

Il primo giorno di scuola nel resto del mondo

Mentre il countdown è iniziato e i giorni di vacanza si contano sulle dita delle mani, ecco cosa succede il primo giorno di scuola nel resto del mondo. Tra prassi consolidate e tradizioni.

continua »
Back-to-school-2017

Back to school. Partire organizzati

La check list delle 7 cose da fare in queste ultime settimane che precedono l'inizio della scuola per non ritrovarsi il giorno prima con l'acqua alla gola e1000 cose da fare e comprare. 

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network