6 consigli veloci per pulire la casa prima di andare in vacanza

Le vacanze si avvicinano ed è ora di fare una lista di tutte le cose da fare prima di partire. Tra le varie, anche organizzare le pulizie in casa. Sembra, infatti, un aspetto secondario. Ma partire lasciando una casa pulita, significa diminuire l'ansia da rientro per godersi completamente il meritato riposo.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Valigie da preparare. Ultimi acquisti da effettuare. Bambini da organizzare. I giorni prepartenza sono, per la maggior parte delle persone, una vera e propria fonte di ansia e stress. Se, però, l'organizzazione del viaggio è stata accurata e se, prima di chiudersi definitivamente la porta alle spalle per il lungo, meritato riposo, sono stati presi tutti gli accorgimenti necessari per rendere meno traumatico il rientro, ecco che davvero le vacanze diventano un momento di cui godere a pieno. Senza ansia da ritorno.


Quali sono, dunque, gli accorgimenti da prendere per pulire al meglio la casa prima di chiuderla per le vacanze?
Helpling, la piattaforma online leader nella ricerca e prenotazione di addetti alle pulizie domestiche, ha condotto un sondaggio per capire cosa puliamo prima di andare in vacanza e cosa invece 'lasciamo indietro...' (nell'infografica alcuni esempi). Alcuni risultati sono sconcertanti: quasi la metà delle persone dichiara di non svuotare il frigorifero e più del 70% non cambia le lenzuola. Il 79% degli intervistati non stacca le prese con un notevole costo (e spreco) energetico.



IL FRIGORIFERO: MEGLIO SBRINARLO PRIMA DI PARTIRE
Il 60% delle persone non ama pulire il frigorifero. Eppure la pulizia del frigo è la più importante dal momento che è il posto dove si accumulano più batteri! Per evitare il diffondersi di cattivi odori e togliere eventuali tracce di muffa all’interno si può ricorrere a diversi rimedi naturali. Rimuovete innanzitutto gli scaffali interni e lasciateli in ammollo per circa mezz’ora in due litri di acqua fredda e un bicchiere di aceto bianco. Sempre con un panno imbevuto di aceto (o alternativamente usando una soluzione composta da mezzo litro di acqua e un cucchiaio di bicarbonato) passate le superfici interne ed esterne per rimuovere anche le macchine di alimenti più resistenti. Infine ripassate il tutto con un po’ di succo di limone sciolto in un bicchiere d’acqua per disinfettare. Spegnete il frigo e lasciatelo aperto con uno straccio per raccogliere eventuali gocce di condensa.

CONTROLLARE GLI SCARICHI
L’acqua stagnante è la fonte primaria di batteri e muffa e una passate anche solo veloce è necessaria. Un ottimo rimedio per sturare gli scarichi consiste nell'utilizzate una bibita gassata che, come si sa, corrode. Sempre utilizzando ingredienti provenienti dalla cucina è possibile creare un composto di vino bianco (500ml), acqua (1l) e sale (5 cucchiai). Riscaldate l’acqua con il sale grosso e l’aceto in una seconda pentola, versate nello scarico prima l’aceto e poi l’acqua bollente salata.

NON LASCIARE PANNI SPORCHI NEL CESTONE
Solo il 23% degli intervistati ritiene che fare il bucato prima di partire sia importante. La verità, però, è che più i capi rimangono sporchi nella cesta, più i batteri si moltiplicano e gli odori diventano forti. Per evitare, poi, di ritrovarsi al rientro con chili e chili di panni da lavare, stendere e stirare, meglio lavare e riporre nei cassetti quelli che non si portano con sé e, al ritorno, occuparsi solo di quelli accumulati in vacanza.

LAVARE I PIATTI
Sembra assurdo. Ma pare che il 26% degli intervistati non ritenga utile lavare i piatti prima di partire anche per un lungo viaggio. Ciò significa non solo, al rientro, essere assaliti da una puzza devastante dovuta alla fortissima carica batterica. Ma anche, quasi matematicamente, dover buttare via tutto il servizio rimasto a macerare nel lavello. Piatti, bicchieri, posate, pentole... vanno lavati e messi nei cassetti, armadi... prima di partire!

RICORDARSI DI BUTTARE LA SPAZZATURA!
Tornare a casa dopo le vacanze e ancora prima di aprire la porta sentire l’odore della spazzatura che vi siete dimenticati di buttare prima di partire: c’è un incubo peggiore di questo? D’estate, poi, il caldo è il miglior amico dei batteri nel cestino. Quindi, prima di partire, è necessario assicurarsi di portare fuori la plastica, la carta, il vetro e, soprattutto, l’umido!

PIANTE, FIORI E TERRAZZI
Per non ritrovare al ritorno tutte le piante morte, o chiedete alla vicina di passare a innaffiarvi i fiori oppure utilizzate il sistema del sifone comunicante. Per prima cosa posizionate un secchio pieno d’acqua a un’altezza leggermente superiore ai vasi e collegateli con strisce di stuoia filtrante o lana intrecciata in modo tale che tocchi il fondo del secchio. In questo modo sarà mantenuto un certo grado di umidità e la pianta prenderà dal secchio l’acqua necessaria senza rimanerne affogata. Un altro valido metodo è quello della bottiglia rovesciata,riempite una bottiglia di plastica da due litri di acqua e infilatela nel terreno, l’acqua verrà assorbita lentamente e la pianta sarà bagnata anche in vostra assenza.
Pulite balconi e terrazzi prima di partire eliminando eventuali escrementi di uccelli, fuliggine, polvere, foglie morte... Se avete la ringhiera di ferro spazzolatela con acqua e ammoniaca e poi passate un panno con qualche goccia di olio per evitare che arrugginisca. In molti terrazzi la fascia esterna è in marmo. Per pulirla usate una spazzola per grattare, acqua con il sapone di marsiglia e una bella incerata finale. In questo modo si preserverà pulita e lucente fino al vostro rientro.



  • Commento inserito da Silvia il 26 luglio 2015 alle ore 01:02

    Mi sembrano pulizie di primavera!

    Per le piante consiglio dei gel da infilare nella terra ed innaffiare abbondantemente.

    Pulire e lasciare la casa in ordine facilita l'organizzazione al rientro, ma la lucidatura dei balconi che centrano?

  • Commento inserito da Mamma full time il 25 luglio 2015 alle ore 03:12

    Forse chi ha scritto questo articolo si è dimenticato che non tutte sono casalinghe e che si parte anche di notte con i bambini per evitare ore e ore di traffico? Lasciare una casa pulita e ordinata non prevede tutti questi eccessi

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

seno_ottobre_17

Io ho scelto di prevenire

Nel mese della prevenzione al seno, abbiamo deciso di pubblicare la storia di una mamma che ci ha scritto e che ci fa capire quanto sia importante prevenire e sottoporsi a controlli regolari.

continua »
Baby-sitter-costi

Quanto costa una baby sitter?

Baby sitter: una necessità per molte famiglie che si trovano costrette a ricorrere a questa soluzione mentre mamma e papà lavorano. Quanto costa, però, una baby sitter in regola? Quali sono i doveri da parte del datore del lavoro e quali da parte della tata? 

continua »
Benefici_mare

La salute vien dal mare

Oltre al divertimento e al relax, una vacanza al mare comporta anche benessere per l'organismo. Ecco tutti i benefici in termini di salute che comporta.  

continua »
Prepare_valigie

La valigia perfetta

Consigli per preparare la valigia perfetta. Portando con sé tutto quello serve, lasciando a casa il superfluo ed evitando pesi eccessi o problemi per chi viaggia in aereo. Ecco come fare.

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network