Come difendersi dal caldo

Finalmente esplosa, l'estate si è portata dietro le prime vere giornate di caldo, afa e umidità. Ecco come difendersi e come proteggere i bambini, i più piccoli soprattutto, dalla canicola di questi giorni.

Articoli Correlati

di Manuela Magri
IN CASA E IN UFFICIO
L'aria condizionata è il sistema migliore per rinfrescare gli ambienti chiusi eliminando l'umidità e garantendo una temperatura ottimale all'interno. Si consiglia, però, prima dell'utilizzo di provvedere sempre alla pulizia dei filtri, veri ricettacoli di batteri e microbi. Inoltre, è sconsigliato impostare temperature troppo basse rispetto all'esterno. La temperatura ideale si aggira tra i 24 e i 26 gradi. In modo che lo sbalzo non sia, poi, eccessivo.


Evitare anche di accendere il condizionatore direttamente puntato sul letto nelle ore notturne. Piuttosto, impostare l'apparecchio in modo che elimini l'umidità senza intervenire sulla temperatura.
Per chi no dovesse essere in possesso di impianti di aria condizionata, un buon sistema per sopravvivere al caldo è munirsi di pale o ventilatori, che non abbassano la temperatura ma riescono, comunque, a dare una sensazione di freschezza.
Per evitare, poi, che gli ambienti si surriscaldino eccessivamente, durante il giorno chiudere persiane e finestre che vanno, invece, aperte nelle ore serali, quando la temperatura esterna è più bassa. Se possibile, non accendere il forno.


FUORI CASA
Per quanto possibile, evitare sempre di uscire nelle ore più calde, dalle 11.00 alle 17.00. Qualora strettamente necessario, indossare abiti comodi, di colore chiaro, non aderenti e in tessuto naturale (lino, cotone).
Aver cura di avere sempre con sé una bottiglietta d'acqua.

A questo proposito, è fondamentale nella stagione estiva, aumentare il consumo di acqua (almeno due litri) bevendo anche quando non si ha lo stimolo della sete, e mangiare molta frutta e verdura.
Da evitare, invece, gli alcolici, le bevande gassate, i cibi troppo grassi, troppo caldi o troppo freddi.

COME PROTEGGERE I NEONATI DAL CALDO
I neonati si adattano meno facilmente rispetto a un adulto alle temperature elevate. Ecco perché è fondamentale aiutarli, per quanto possibile, a difendersi dal caldo.
  • Offrite loro da bere spesso. Latte se sono ancora allattati al seno oppure acqua se hanno già iniziato lo svezzamento o bevono latte artificiale. Sebbene il neonato non richieda espressamente di bere, ciò non toglie che sia fondamentale mantenere un buon livello di idratazione interna. Soprattutto se siete fuori casa, sotto al sole, offrite da bere al bambino almeno ogni ora.
  • Vestite il piccolo con abiti leggeri. Un body e un calzoncini sono più che sufficienti. Meglio indumenti in stoffa che lascino respirare la pelle.
  • Proteggete la testa del neonato con un cappellino quando siete fuori casa.
  • Se necessario, rinfrescate il bambino con un panno umido o spruzzandogli addosso acqua termale (perfetti anche gli spruzzini in plastica riempiti con normalissima acqua di rubinetto).
  • Rinfrescate l'ambiente in cui dorme il bebè con il condizionatore (avendo cura di spegnerlo durante la notte). Scegliete, comunque, la stanza più fresca della casa per collocare il lettino o la culla.
  • Se ne avete la possibilità, procuratevi una piccola piscina di gomma da mettere su un terrazzino o sul balcone e lasciate che il bambino si diverta nell'acqua nelle ore più calde della giornata (possibilmente non sotto al sole).
  • Evitate di uscire con il neonato tra le 11.00 e le 17.00, concentrando le uscite alla mattina molto presto o nel tardo pomeriggio.
  • Per quanto possibile, utilizzate le zanzariere per proteggere il bimbo da punture di zanzare e insetti, evitando di cospargerlo di antirepellenti che spesso non lasciano traspirare la pelle.

    Ricetta della settimana

    Forse ti potrebbe interessare

    Miele-pelle-idratazione

    Il miele: un alleato per la pelle

    Idratazione e nutrimento sono le parole chiave per una pelle sana. Di seguito un utilizzo diverso del miele come base idratante e nutriente per prodotti cosmetici fai da te.

    continua »
    seno_ottobre_17

    Io ho scelto di prevenire

    Nel mese della prevenzione al seno, abbiamo deciso di pubblicare la storia di una mamma che ci ha scritto e che ci fa capire quanto sia importante prevenire e sottoporsi a controlli regolari.

    continua »
    Baby-sitter-costi

    Quanto costa una baby sitter?

    Baby sitter: una necessità per molte famiglie che si trovano costrette a ricorrere a questa soluzione mentre mamma e papà lavorano. Quanto costa, però, una baby sitter in regola? Quali sono i doveri da parte del datore del lavoro e quali da parte della tata? 

    continua »
    Benefici_mare

    La salute vien dal mare

    Oltre al divertimento e al relax, una vacanza al mare comporta anche benessere per l'organismo. Ecco tutti i benefici in termini di salute che comporta.  

    continua »

    Cerca altre strutture






    Ricetta della settimana

    I piú cliccati

    Seguici sui network