Il Pilates

Pilates, ovvero un sistema di allenamento che potenzia e tonifica la muscolatura restituendo una postura corretta.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Messo a punto agli inizi del 20° secolo da Joseph Pilates, il metodo di allenamento che porta il suo nome consiste in un programma di esercizi –eseguiti a corpo libero o con l’ausilio di particolari attrezzi ed eventualmente personalizzabili – che si concentra sui muscoli posturali, ossia su quei muscoli che contribuiscono al bilanciamento del corpo, fornendo un supporto alla colonna vertebrale.
Nello svolgimento degli esercizi è importante esercitare un controllo cosciente su tutti i movimenti effettuati fino al raggiungimento di un’esecuzione perfetta, fluida e lenta al contempo, senza le forzature che caratterizzano altri tipi di ginnastica. Grande importanza, inoltre, è attribuita al controllo della respirazione, che deve essere regolare e continuativa con l’alternanza di ispirazione attraverso il naso ed espirazione dalla bocca.


Queste particolari caratteristiche rendono il Pilates una disciplina adatta a donne (e uomini) di tutte le età, comprese le persone anziane e le donne incinta.
Rinforzando, infatti, la zona addominale e i fasci muscolari limitrofi alla colonna vertebrale e alle pelvi (la cosiddetta Power House che comprende l’addome, i glutei, gli adduttori e la zona lombare), il Pilates consente non solo l’acquisizione di una maggiore consapevolezza delle potenzialità del proprio corpo, ma, soprattutto
 

  1. Aiuta a prevenire e alleviare il mal di schiena
  2. Favorisce un perfetto equilibrio tra forza e flessibilità
  3. Aumenta l’equilibrio, la capacità di controllo respiratorio, la resistenza e la coordinazione (non è un caso, infatti, che sia la ginnastica preparatoria per la danza, classica e moderna)
  4. Contribuisce ad armonizzare i gruppi muscolari

 

I SEI PRINCIPI DEL PILATES
Sebbene ogni insegnante possa personalizzare gli esercizi secondo le proprie attitudini ed esigenze, esistono 6 principi cardine intorno ai quali si fonda tutto il Metodo Pilates e che non possono mai venire meno:
 

  1. Concentrazione: fondamentale per eseguire gli esercizi nel modo corretto ponendo attenzione a ogni singolo movimento (non è, quindi, importante eseguire tutto l’esercizio, ma eseguirlo nel modo più corretto possibile fino al raggiungimento delle proprie possibilità).
  2. Controllo: se la concentrazione è indispensabile per l’esecuzione corretta degli esercizi, il controllo è indispensabile per tenere sott’occhio la postura di tutte le parti del corpo, dalla testa alle dita delle mani. Nulla, infatti, deve essere lasciato al caso.
  3. Baricentro: la cosiddetta Power House, la zona, cioè, compresa tra l’estremità della cassa toracica e il bacino e su cui si concentrano gli esercizi del Pilates, è attraversata da una linea verticale, la linea centrale, considerata indispensabile per l’equilibrio fisico. Il baricentro, perciò, è inteso come lo stabilizzatore del bacino, il centro di forza e controllo su tutto il corpo.
  4. Fluidità: il Pilates prevede che tutti gli esercizi siano eseguiti in modo fluido, armonioso e lento. Sono banditi, quindi, gli atteggiamenti rigidi, i movimenti contratti e le esecuzioni rapide. Il rafforzamento del baricentro è lo strumento attraverso il quale è possibile raggiungere la fluidità.
  5. Precisione: ogni movimento va eseguito con precisione assoluta, attraverso il totale controllo su ogni singola parte del corpo.
  6. Respirazione: ogni esercizio del Pilates va eseguito controllando costantemente la respirazione che deve essere coordinata con i movimenti.

 

PILATES: UNA DISCIPLINA PER TUTTI
Proprio per le sue caratteristiche intrinseche, il Pilates può essere praticato da tutti, senza particolari restrizioni. Risulta, però, particolarmente adatto:
 

  1. per le persone anziane che vogliono recuperare elasticità muscolare e fluidità dei movimenti
  2. per le persone che hanno la tendenza a soffrire di mal di schiena
  3. come ginnastica posturale per gli adolescenti
  4. durante la gravidanza per preparare il corpo al parto e allenare la respirazione a ritmi regolari in sintonia con i movimenti muscolari
  5. dopo il parto per recuperare la propria forma fisica tonificando la zona dell’addome e dei glutei
  6. in generale, come allenamento per mantenere una buona forma fisica, acquisendo equilibrio fisico e mentale
  7. come ginnastica propedeutica alla danza, classica e moderna

 

LA GINNASTICA DEI VIP
Le prime a praticare il Pilates esportandolo, poi, in tutto il mondo come allenamento alternativo a quelli classici sono state le star di Hollywood. Tra queste, ne sono entusiasti sostenitori personaggi del calibro di Madonna, Liv Tayler, Hilary Swank, Ben Stiller, Uma Thurman, Jennifer Aniston e moltissime altre ancora.
Tra i sostenitori del metodo nel nostro Paese, Simona Ventura, Antonella Clerici


AQUALATES: L’EVOLUZIONE DEL PILATES

L’Aqualates rappresenta l’evoluzione naturale del Pilates che, in questo modo, entra in piscina.
Si tratta, in pratica, di un allenamento che utilizza il metodo, la filosofia e la pratica propri del Pilates, aggiungendo, però, a questi ultimi, la peculiarità dell’acqua di rendere ancora più fluidi e armoniosi i movimenti.

  • Commento inserito da giannina il 30 settembre 2011 alle ore 13:59

    a proposito di pilates, è una disciplina incredibile, si può fare a qualsiasi età, l'importante è trovare un'insegnante preparata. proprio stasera si ricomincia e con me viene anche mia figlia. Se hai delle tensioni dopo aver eseguito gli esercizi torni a casa in un brodo di giuggiole. ciao a tutte

  • Commento inserito da teresa83 il 22 luglio 2009 alle ore 19:29

    ciao!vorrei sapere se il pilates si puo'praticare tranquillamente anche a casa.da tener conto che sonoin attesa della dodicesima settimana di gravidanza.aspetto con ansia una vostra risposta...

  • Commento inserito da RITA il 28 novembre 2008 alle ore 09:06

    BUONGIORNO PER FAVORE MI DITE DOVE TROVO UNA PALESTRA DOVE PRATICANO IL CORSO PILATES A VILLA RASPA DI SPOLTORE (PESCARA) O NEI DINTORNI.
    GRAZIE

  • Commento inserito da giulai il 6 settembre 2008 alle ore 17:46

    ciao...vorrei chiedere una cosa a carla..visto che va in palestra poprio nella zona in cui abito io.. sai dirmi più o meno quanto costa iscriversi a pilates dove vai tu? perchè io nn l'ho mai fatto e non ne ho la minima idea!! grazie

  • Commento inserito da NADIA il 25 agosto 2008 alle ore 14:53

    GRAZIE per le vostre risposte, però è vero, mi sono dimenticata di scrivere la zona dove vivo a Roma e dove poter trovare una palestra che pratichi il pilates. La zona è la tiburtina. Aspetto vostre news. grazie e ciao

  • Commento inserito da federica il 21 luglio 2008 alle ore 13:29

    ce ne sono molte dovresti chiamare quelle della tua zona. Un consiglio: informati bene su chi lo insegna perchè è diventata una disciplina molto di moda e stanno sorgendo corsi come i funghi....

  • Commento inserito da Carla il 21 luglio 2008 alle ore 13:09

    Ciao non hai scritto in quale zona di Roma ti trovi, comunque io pratico Pilates in una palestra in Via di Torrevecchia

  • Commento inserito da nadia il 18 luglio 2008 alle ore 09:46

    vorrei sapere quali sono le palestre che praticano il pilates a Roma. sicuramente non saranno poche, però non riesco a trovarne neanche una nella mia zona. vi sarei grata se qualcuno potesse aiutarmi nella ricerca. grazie e saluti

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Detox

Diete detox: come funzionano?

Particolarmente indicate dopo lunghi periodi di festa (come per esempio Natale), le diete detox (o disintossicanti) servono più che a perdere peso a eliminare le tossine purificando l'organismo. Ecco come funzionano e cosa aspettarsi.

continua »
Sale-caldo

I rimedi della nonna: sale caldo contro il catarro

Un rimedio antico e praticato dalle nonne in passato che rimane tuttora valido e privo di effetti collateriali. Gli impacchi di sale caldo per alleviare dolori muscolari, infiammazioni dovute al catarro, otiti.... 

continua »
WIfi-esposizione

Il wifi fa male?

Circondati da dispositivi elettronici, router, smartphone, computer, tablet...., 24 ore su 24 sin dalla più tenera età. Sono dannosi? attualmente tutti gli studi condotti non hanno dati risultati certi. C'è chi dice sì. C'è chi dice no. C'è chi dice che è presto per vedere gli effetti di tutta questa connesione. Certo è che qualche precauzione può essere presa. A prescindere dagli studi.

continua »
sicurezza_home

Sorveglia casa e bambini con telecamera e smartphone

I bambini non saranno mai più soli in casa: possiamo vederli e sorvegliarli in qualunque momento.

continua »

Cerca altre strutture

Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network