La quinoa: un alimento completo

La quinoa è un alimento completo che a differenza di quello che si potrebbe pensare appartiene alla famiglia degli spinaci (ebbene sì! Non è un cereale). Diffuso nei paesi andini, è ricco di proteine, sali minerali e nutrienti fondamentali per il benessere.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

La quinoa, coltivata soprattutto nelle zone andine e in particolare in Perù dove è considerata alimento nazionale (cresce, infatti, ad altezze comprese tra i 1800 e i 5000 metri), è una pianta erbacea della stessa famiglia delle Chenopodiaceae, la stessa, per intenderci, degli spinaci e delle barbabietole. A dispetto dell’aspetto per cui spesso viene, erroneamente, considerata un cereale, la quinoa è in tutto e per tutto un vegetale, forse uno dei più ricchi di proprietà nutritive esistenti.
Ecco perché questo prezioso alimento sconosciuto ai più fino a qualche anno fa è, ultimamente, entrato a pieno diritto nella dieta occidentale, consigliato in particolare per i più piccini, i celiaci (è totalmente privo di glutine) e laddove ci sia carenza di proteine e sali minerali.


 
UNA PIANTA RICCA DI NUTRIMENTO

Ricca di amidi e completamente priva di glutine (come dicevamo sopra è un alimento perfetto per i celiaci), la quinoa è composta principalmente da carboidrati (60%), proteine (13%) e fibre (8%). Il suo apporto proteico è talmente elevato e di così buona qualità che viene spesso accostata ai formaggi per il valore nutrizionale (con una ridotta quantità di grassi e, di conseguenza, colesterolo e calorie).
Ottima anche la presenza di minerali. In particolare: magnesio, ferro, zinco, sodio e fosforo. Tra le vitamine, presenti alcune vitamine del gruppo B, la vitamina C utile per l’assorbimento del ferro e la vitamina E.


Tra i principi nutritivi, da non sottovalutare, la presenza di lisina e di metionina. La prima è indispensabile per lo sviluppo delle cellule cerebrali (ecco perché la quinoa è consigliata nell’alimentazione dei bambini); la seconda, invece, svolge un ruolo chiave nella metabolizzazione dell’insulina.
Per quanto riguarda le calorie, invece, queste corrispondono a 350 kcal per 100 gr (la dose consigliata è di 70 gr a persona).

 

 
UN ALIMENTO VERSATILE

La quinoa, che si presenta sottoforma di chicchi bianchi o scuri molto simili ai chicchi di miglio, ha un sapore deciso, leggermente amarognolo, molto saporito. Si cuoce in acqua calda (nelle proporzioni di 2 tazze d’acqua per una di quinoa) per pochi minuti e, comunque, fino a quando tutta l’acqua non sarà assorbita.
Può essere utilizzata da sola condita con verdure, nelle zuppe, nel brodo, sottoforma di polpette o polpettone, nei ripieni (per esempio, è buonissima nei pomodori o nei peperoni ripieni con formaggio e pangrattato)…
Insomma, le preparazioni possibili sono molteplici. Cosa che la rende perfetta in cucina proprio perché versatile (oltre che rapidissima da preparare).
La si trova in tutti i negozi del commercio equo-solidale, nei supermercati specializzati nella vendita di prodotti vegani, in alcune catene di alimenti biologici… Purtroppo, la vendita non è ancora così diffusa presso la grande distribuzione. Ma dato l’enorme successo che la quinoa sta riscuotendo negli ultimi anni non è detto che questo non possa verificarsi a breve.
Qui troverete due fantastiche ricette a base di quinoa

 

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Macchie2017

Come togliere le macchie di...

Dai rimedi popolari e dai consigli delle nonne, ecco alcuni suggerimenti per eliminare alcune delle più comuni macchie da magliette, pantaloni, tovaglie, tovaglioli. In modo davvero efficace. 

continua »
Detox

Diete detox: come funzionano?

Particolarmente indicate dopo lunghi periodi di festa (come per esempio Natale), le diete detox (o disintossicanti) servono più che a perdere peso a eliminare le tossine purificando l'organismo. Ecco come funzionano e cosa aspettarsi.

continua »
Sale-caldo

I rimedi della nonna: sale caldo contro il catarro

Un rimedio antico e praticato dalle nonne in passato che rimane tuttora valido e privo di effetti collateriali. Gli impacchi di sale caldo per alleviare dolori muscolari, infiammazioni dovute al catarro, otiti.... 

continua »
WIfi-esposizione

Il wifi fa male?

Circondati da dispositivi elettronici, router, smartphone, computer, tablet...., 24 ore su 24 sin dalla più tenera età. Sono dannosi? attualmente tutti gli studi condotti non hanno dati risultati certi. C'è chi dice sì. C'è chi dice no. C'è chi dice che è presto per vedere gli effetti di tutta questa connesione. Certo è che qualche precauzione può essere presa. A prescindere dagli studi.

continua »

Cerca altre strutture

Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network