Ma Babbo Natale esiste?

Cosa rispondere alla fatidica domanda dei bambini: Ma esiste Babbo Natale?. Le possibilità sono diverse a seconda di quelle che sono le reali aspettative del bimbo che la pone.

Articoli Correlati

di Manuela Magri

Mamma, ma Babbo Natale esiste davvero?. È la domanda fatidica che, prima o poi, tutti i genitori si sentiranno rivolgere dai loro figli. Cosa rispondere a questo quesito? E cosa si nasconde dietro questa semplice frase?
Un bisogno di conoscere la verità mettendo alla prova “l’onestà intellettuale” di mamme e papà, oppure l’esigenza di continuare a coltivare il sogno dell’uomo barbuto che scende dai camini nella notte di Natale per consegnare pacchi e pacchetti ai bimbi buoni?


Entrambe le cose. E, probabilmente, anche molto di più.

I SOGNATORI
I bambini sono dotati di un’intelligenza acuta, spesso più acuta di quanto gli adulti possano pensare. Se, quindi, il dubbio sull’esistenza di Babbo Natale spesso insorge su istigazione di un compagno più grande o di un fratello maggiore, per alcuni di loro è un interrogativo da sempre presente al quale, però, decidono deliberatamente di non dare risposta. In un certo senso, annullano il problema per poter continuare indisturbati a credere in ciò che vogliono, senza dover giustificare il loro bisogno di magia e fantasia.


Difficilmente questi bambini chiederanno a mamma e papà di giustificare o meno l’esistenza di Babbo Natale (o delle fate, dei folletti, degli gnomi, della Befana, del Coniglietto Pasquale). Per loro, il mondo della fantasia esiste. E basta.
Qualora, però, dovesse succedere, la domanda potrebbe nascondere un bisogno di conferme e andrebbe, quindi, letta come un Babbo Natale esiste, vero? E se me lo dici tu, esiste ancora di più.
La risposta, quindi, dovrà rispondere all’aspettativa del bambino, qualunque sia la sua età. E dovrà essere affermativa. Anzi, quasi enfatica. Ma certo che esiste. Che domande fai?.
I bambini che credono nei sogni, non sono più stupidi o immaturi dei loro coetanei. Credono solo in valori diversi. Forse, sono dotati di più creatività e fantasia. Meno inchiodati con i piedi per terra. Come gli altri, prima o poi accetteranno di soppiantare la fantasia con la realtà. E lo faranno in modo naturale, senza traumi. Non serve a nulla, quindi, con questi bimbi accelerare i tempi. In fondo non vogliono nient’altro se non affermare il loro diritto di restare bambini ancora un po’.

I CONCRETI
Di contro, ci sono bambini che non vogliono credere a Babbo Natale perché il fatto di dare importanza a quella che sanno essere solo una fantasia li fa sentire “piccoli, sciocchi”. Ecco, dunque, che rispondere loro Sì. Babbo Natale esiste non solo non li convincerebbe ma, in qualche modo, comprometterebbe anche la fiducia innata che i bimbi hanno verso gli adulti e verso i genitori in particolari.
In questi casi, quindi, indipendentemente dall’età del bambino, meglio raccontare la verità coinvolgendolo in tutti i preparativi natalizi, dall’acquisto dei regali (per il quale, simbolicamente, gli si può chiedere di offrire un piccolo contributo economico) all’impacchettamento alla disposizione dei doni sotto l’albero la notte di Natale.

QUANDO IL DUBBIO VIENE DALL’ESTERNO
Il dubbio sull’esistenza o meno di Babbo Natale può essere la conseguenza di una chiacchierata con un compagno più grande o che già ha smesso di crederci, con il fratello/sorella maggiore, con un cugino. In questi casi, rispondere alla domanda del bambino può essere più complicato e richiede un’immediata e perfetta comprensione di quelle che sono le sue aspettative. Anche in questo caso l’età conta poco. Di suo il piccolo avrebbe continuato a credere nella favola di Babbo Natale. Ma qualcuno, e probabilmente qualcuno di cui si fida, gli ha svelato il grande segreto.
Mamma e papà diventano, quindi, l’ago della bilancia ma è fondamentale che capiscano al volo se il bimbo pretende la loro sincerità oppure se preferirebbe continuare a credere nella favola.

QUANDO È SOLO UN MODO DI COMPIACERE I GENITORI
Capita che il bambino abbia smesso da tempo di credere nell’esistenza di Babbo Natale. Così. Senza traumi e senza bisogno di conferme. La percezione, però, che ai suoi genitori faccia piacere portare avanti il gioco e, di conseguenza, il bisogno di vederlo ancora come un “bimbo da proteggere”, lo spinge a fingere con loro, ad assumere un ruolo che non gli appartiene più.
Questa situazione sarebbe da evitare. I bambini non possono portare sulle loro spalle i desideri dei genitori, soprattutto quando si tratta di ambizioni comunque destinate a finire. Si tratta, per altro, di un paradosso: mamma e papà vogliono che il loro bambino rimanga tale ma, così facendo, lo obbligano a maturare più in fretta di quanto sia necessario.
I bambini sono bambini. Che credano o meno a Babbo Natale, non cambia la loro età anagrafica né la loro età intellettiva.

  • Commento inserito da sofia il 28 novembre 2010 alle ore 16:49

    mio fratello crede ancora a babbo natale e questa è una cosa bella però i suoi amici lo prendono in giro

  • Commento inserito da Tania il 10 dicembre 2008 alle ore 13:22

    Io sono mamma di un bambino di 9 anni lui non ci crede più a babbao natale

  • Commento inserito da sabrina il 10 dicembre 2008 alle ore 11:58

    Mia figlia di 8 anni crede ancora alla favola ma, spinta dai compagni, inizia ad avere dubbi.
    Alla domanda: "Babbo Natale esiste davvero?" io le rispondo che, se lei ci crede, allora esiste(e lei ci vuole proprio credere!), per i suoi compagni che non credono al'esistenza di Babbo Natale, ai regali ci pensano i genitori.
    In questo modo penso di aver raggiunto un compromesso: non le racconto un grossa bugia, e mi sono già portata avanti per quando non ci crederà più!

  • Commento inserito da grazia il 9 dicembre 2008 alle ore 16:48

    Io sono invece in crisi perchè mio figlio 10 anni mi ha fatto la fatidica domanda ponendola diversamente. Per lui se fosse una menzogna significherebbe che noi genitori non siamo stati sinceri fino ad oggi.Proprio per questo abbiamo deciso che non era ancora pronto. Auguri a tutti.

  • Commento inserito da Alessio il 8 dicembre 2008 alle ore 07:10

    Quello che scrivete serve solo a confondere le idee agli adulti. Io esisto davvero! HA! HA!
    F.to : Babbo Natale...

  • Commento inserito da claudia il 5 dicembre 2008 alle ore 13:16

    ciao be mio figlio ha 10 anni e forse dico forse crede ancora,ma ho deciso passato il natale di dirgli la verità perchè nella sua classe nessuno ci crede più ma come e cosa dirgli ,

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Calendario-dellavvento2017

Cosa mettere nel Calendario dell'Avvento?

Spesso abbiamo parlato di Calendario dell'Avvento in termini di idee per realizzarlo in casa. Quest'anno proviamo a darvi qualche consiglio sulle sorprese da inserire nei sacchettini.

continua »
Festa-in-Fattoria

Festa a tema: la fattoria

Una festa in fattoria che diventa il tema trainante di tutte le scelte effettuate, dai biglietti di invito ai regalini di saluto per gli invitati. E qualche consiglio per evitare problemi ed errori. 

continua »
Giochi_babyshower

5 giochi da proporre durante il baby shower

La vera tradizione anglosassone prevede che durante il Bay shower la futura mamme e le altre invitate (ricordiamo, infatti, che il baby shower è una festa prettamente femminile per festeggiare l’arrivo del bebè) prendano parte a dei giochi a tema. Ecco quali sono quelli più gettonati all’estero.

continua »
HappyBirthday

Dove acquistare online decorazioni per feste di compleanno

Acquistare online decorazioni e materiale per feste di compleanno ha diversi vantaggi. Innanzitutto la comodità di fare tutto da casa propria. Poi la possibilità di confrontare i prezzi. Ecco alcuni indirizzi di ecommerce specializzati in questo tipo di prodotti.

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network