Cerimonie di primavera

Maggio. Da sempre un mese dedicato alle cerimonie religiose. Dalle comunioni alle cresime e, per i più piccini, il battesimo. Consigli per l’organizzazione della festa e i regali.

Articoli Correlati

di Sabrina Musani

Battesimi, comunioni e cresime costituiscono momenti molto speciali da condividere con amici e i parenti e da da ricordare per sempre. Forse perché ricorrono una volta sola nella vita, forse perché rappresentano per il bambino una fase di passaggio fondamentale della crescita, queste cerimonie vengono di solito 'vissute' da mamme e papà con particolare coinvolgimento nel tentativo di regalare al piccolo (e un po' anche a se stessi) una giornata veramente diversa dalle altre, speciale appunto.
Ecco qualche indicazione per la cerimonia, le bomboniere e per mettere a frutto i regali che il bambino riceverà.


BATTESIMO
È la prima festa di cui il bimbo è protagonista, il momento in cui entra ufficialmente nella comunità religiosa e viene presentato 'uffcialmente' al parentado.
Per quanto riguarda la cerimonia, essendo il bimbo molto piccolo, il consiglio è quello di pensare a una cerimonia ristretta invitando solo i parenti e gli amici più intimi. Il rinfresco in casa è sicuramente preferibile e vi consente di organizzare meglio la giornata del bambino in base ai suoi ritmi.


Per le bomboniere, potreste pensare a qualcosa di utile da donare agli invitati da accompagnare ai classici confetti, rigorosamente rosa o azzurri (una spilla, un fermacarte, un allaccia tovaglioli…), oppure optare per una donazione verso un ente benefico che si occupi di problemi dell'infanzia omaggiando gli ospiti con una semplice pergamena decorata con in calce i nomi dei genitori, del piccolo e dell'associazione beneficiaria.

COMUNIONE
Il bambino si appresta, dopo un anno di preparazione spirituale, a ricevere per la prima volta il Corpo di Cristo. Questo è, senza dubbio, per lui un momento molto importante da condividere con la famiglia ma anche da solo con se stesso. Rispetto al battesimo, quindi, la Comunione non è una festa vissuta solo dai genitori, ma anche il bimbo avrà delle aspettative e avanzerà delle richieste.
La tradizione vuole che venga, dopo il rito religioso in chiesa, festeggiata al ristorante alla presenza, appunto, dei parenti più vicini, e, possibilmente, anche di qualche amichetto del piccolo. Importante, perciò, scegliere un locale adatto con uno spazio all'aperto dove i piccini possano giocare e correre liberamente dopo il pranzo.
Per quanto riguarda le bomboniere vale il discorso fatto sopra: meglio optare per un oggetto che possa davvero essere utile per chi lo riceverà piuttosto che per la solita paccottiglia (orsetti, bamboline, coniglietti di ceramica…) oppure per una donazione a un Ente benefico.

CRESIMA
Dopo il Battesimo, la partecipazione del bambino alla vita religiosa viene confermata (tanto è vero che la Cresima si chiama anche Confermazione) e arricchita dal dono dello Spirito Santo. Anche in questo caso, il bambino è pienamente consapevole di essere il protagonista della giornata e avanzerà delle richieste per quanto riguarda la lista degli invitati.
Non esiste una tradizione consolidata per quanto riguarda il luogo deputato per lo svolgimento della festa stessa: se la cerimonia in Chiesa si tiene in mattinata, forse, meglio optare per un pranzo al ristorante (scelto con i criteri di cui sopra); se, invece la cerimonia dovesse essere celebrata nel pomeriggio, un rinfresco in piedi a casa potrebbe risolvere molti problemi dandovi, per altro, la possibilità di allargare il numero degli invitati includendo anche gli amichetti del bimbo.
Le bomboniere non sono d'obbligo, nel caso della Cresima andrà benissimo un cestino pieno di confetti bianchi.

 

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network