Festa d'autunno nei boschi

E per salutare l'autunno, ecco un'idea per festeggiare comunque all'aperto il compleanno del bambino con una divertente festa nei boschi tra castagne da raccogliere e foglie da catalogare.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Autunno, stagione di funghi e castagne, di foglie colorate che cadono, dell'ultimo colpo di coda della natura prima di addormentarsi! Perché non approfittare di tutto questo per regalare al vostro bambino un allegro compleanno in mezzo ai boschi prima che anche lui venga risucchiato nel torpore invernale degli impegni scolastici e dei compiti a casa?


Organizzare un compleanno in mezzo al verde non è poi così complesso come potrebbe sembrare a prima vista.
Scegliete una bella domenica di sole e con due o tre macchine accompagnate il festeggiato e i suoi amichetti fuori città, all'aria aperta per una giornata all'insegna del verde e della più completa e assoluta libertà.
Preparate un abbondante pranzo al sacco (panini imbottiti, fette biscottate con la marmellata, bibite e succhi di frutta andranno più che bene) e una grossa torta per la merenda del pomeriggio e il gioco è fatto.


Cercate di creare intorno ai bambini un'atmosfera particolare:
potreste, per esempio, far credere loro di essere piccoli pellirossa alla scoperta della foresta incontaminata dotandoli di copricapo indiani e 'cornini' di richiamo e assegnando a ciascuno un nome che abbia a che fare con gli abitanti del bosco e i fenomeni naturali; oppure, potreste immergerli in un'atmosfera fiabesca di gnomi e fate trasformandoli in piccoli elfi detentori del grande 'segreto della natura'.

Dividete i piccoli in squadre, ciascuna con una missione ben precisa (per esempio, la squadra 'degli amici della terra' provvederà alla raccolta delle castagne che serviranno per la merenda di tutta la 'comunità', la squadra dei 'vecchi saggi' si occuperà di catalogare quante più specie di alberi diverse e della raccolta delle foglie che saranno poi esposte a fine giornata in un improvvisato museo all'aperto, 'i boscaioli' dovranno provvedere alla raccolta dei legnetti che verranno utilizzati per accendere il fuoco...) .
Sarebbe carino che tutti, pur con obiettivi diversi e impegnati in attività differenti, avessero come scopo ultimo quello di giungere al più presto al 'grande prato' (dipenderà, poi, ovviamente, da quale zona sceglierete) dove si svolgerà la festa vera e propria: il taglio della torta, lo scambio dei regali, la cottura delle castagne (informatevi se è possibile accendere un fuoco oppure cercate un'area attrezzata per farlo), l'esposizione degli oggetti raccolti…, e dove verranno eletti i re e le regine del bosco (i bambini e le bambine che di più si sono impegnati nelle attività a cui erano stati designati).
Fate in modo, inoltre, che anche il picnic abbia lo stesso senso di tutta la spedizione: per esempio, premiate la squadra che ha gettato in giro meno cartacce durante il pranzo o organizzate una sfida 'ecologica'. Insomma, le possibilità sono tante... Dipenderà da quanto riuscirete a coinvolgere i piccoli senza togliere loro il gusto del divertimento: regalerete, in questo modo, a vostro figlio una giornata diversa, lontana dal grigiore cittadino.

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Christmas-jumpers-2017

Christmas Jumper Day 2017

Il 15 dicembre, in tutto il mondo, si festeggia il Christmas Jumper Day, l'iniziativa promossa da Save the Children che coniuga la magia del Natale con lo spirito di solidarietà che dovrebbe caratterizzare la festività. Ecco come funziona.

continua »
App-Natale2017

App natalizia per divertirsi aspettando Natale

Natale digitale con l'app Monster Before Christmas, disponibile per IOS e Android, adatta a bambini dai 6 agli 8 anni.

continua »
Regali-Natale-famiglia

Regali di Natale? 3 idee originali per tutta la famiglia

Sei ancora in altomare con i regali di Natale e stai cercando qualcosa che, in un colpo solo, soddisfi tutta la famiglia. Di seguito 3 idee che fanno al caso tuo. 

continua »
Decorare-albero-anticipo

Natale: chi decora la casa a novembre è più felice

E' diventato un tormentone il post che gira sui social e che spiega come chi decora la casa per Natale in anticipo è più felice di chi aspetta il tradizionale 8 dicembre (7 dicembre a Milano). Sarà vero?

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network