Meno 2 a Natale: pacchi creativi

Ultimissimi giorni per incartare gli ultimi pacchi di Natale, consegnarli e metterli sotto il proprio albero. Qui alcune idee per incartare i pacchi in modo veloce e creativo.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Conto alla rovesca. A Natale mancano solo due giorni. E' tempo di tirare le fila e impacchettare tutto, mettere i biglietti, disporre i doni sotto l'albero o dentro alla calza. A seconda delle abitudini.
Se i regali per i bambini non necessitano di particolare cura nel confezionamengto (si sa. Ai piccoli interessa la sostanza, non la forma. E la tendenza è quella di disintegrare letteralmente carte e fiocchetti per scoprire il contenuto all'interno del pacco), la faccenda cambia quando i destinatari sono gli adulti. Le carte in commercio sono, spesso, banali, sempre uguali, poco personalizzate. Quelle veramente belle, al contrario, costano uno sproposito e non sempre si ha voglia di spendere 5/6€ per un foglio di carta che il più delle volte è sufficiente per due, massimo tre pacchetti.


Ecco, dunque, qualche idea per impacchettare tutto con materiale ricilato, vecchie buste, washi tape per personalizzare il pacchetto, ritagli, fogli di giornale....

CON LE BUSTE PER IL PANE

Le buste del pane, sia bianche che marroni, sono perfette per impacchettare oggetti dalle forme stravaganti. Chiuse, infatti, da un lato, consentono di infilare l'oggetto mimetizzandone la forma all'interno. Non richiedono particolari lavori di personalizzazione. Ma se, comunque, vorrete aggiungere un tocco creativo, utilizzate dello spago da avvolgere intorno a cui potrete legare qualche ago di pino o qualche fogliolina di vischio. Oppure, dopo aver ripiegato il lato aperto su se stesso, aggiungete una molletta rossa o verde a mo' di chiusura e un centrino bianco che cada su entrambi i lati della busta.

CON LA CARTA DA GIORNALE
Da sempre è stata utilizzata come alternativa ai fogli di carta da regalo per impacchettare i doni. Si usa come la carta normale. Il vantaggio, però, oltre al costo, è dato dal fatto che essendo monocolore consente di sbizzarrirsi con i fiocchi, i nastri, gli spaghi. In alternativa, potrete impreziosirla con il washi tape, giocare con piccoli gadget da appendere ai chiudipacco, fiori, foglie, bacche...
Insomma, è decisamrente versatile e, a dispetto di quello che si potrebbe pensare piuttosto resistente.

In tema giornali, se il pacco è destinato a un bambino, potreste usare i fogli dei fumetti. In questo caso, è probabile che la carta sia piuttosto colorata e piena. Usate dello spago bianco al posto dei fiocchi colorati e otterrete un meraviglioso risultato.

CON LA CARTA DA PACCHI
L'effetto, in questo caso, è simile a quello ottenuto con le buste del pane con la differenza che normalmente, la carta da pacchi è molto più resistente.
Potrete personalizzare la carta realizzando una specie di decoupage (sarà sufficiente incollare sulla carta vecchi ritagli di goornale, scritte, mappe...) oppure sbizzarrirvi con fiocchi e nastrini.

CON LE VECCHIE CARTINE STRADALI
Chi le usa più, ormai, le cartine stradali? Nell'epoca dei navigatori e di Google Maps, le mappe cartacee hanno perso tutta la loro utilità. Rappresentano, però, una simpatica alternativa alle solite carte e sono perfette, per esempio, per incartare libri e scatole rettangolari. 

CON VECCHI FOULARD, SCAMPOLI DI STOFFA...
In Giappone è consuetudine è abbastanza diffusa la pratica di incartare pacchi e pacchetti utilizzando vecchi foulard, stoffe, strofinacci. La tecnica si chiama furoshiki e prende il nome dalla stoffa usata, generalmente quadrata, in stoffa, cotone, seta o poliestere utilizzata. Le modalità di piegatura sono diverse. In linea di massima, però, e senza voler diventare degli esperti dell'arte, è abbastanza semplice usare i principi di questa antica tradizione per incartare, secondo i costumi nostrani, i regali. Le stoffe più indicate per farlo sono quelle leggere, in cotone o seta, che si piegano facilmente. Se, però, dovete incartare qualcosa di molto pesante, scegliete una stoffa più pesante (perfette, per esempio, quelle degli strofinacci.

A PROPOSITO DI CHIUSURE
Un'idea carina per chiudere un pacchetto consiste nell'usare un bottone al centro facendo passare attraverso i buchini i fili o il nastro scelto. Prendete bottoni piuttosto grossi e dalle forme più disparate che non si perdano nell'insieme del pacchetto. Abbinateli al colore della carta e al nastro e lasciate che impreziosiscano il dono. 

Per sapere tutto sul Natale, cliccate qui.



 

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Befana2013

La vecchietta sulla scopa

É tornata la Befana, a cavallo di una scopa... Tra tradizione e leggenda, curiosità e riti del giorno dell'Epifania che, come dice il proverbio, tutte le feste porta via.

continua »
Befana2014

Calze della Befana fai da te

Se siete stanchi della solita calza, ecco alcune idee alternative per accogliere la Befana (e tutti i dolci e le caramelle che porta) in modo diverso. E due ricette semplicissime per preparare in casa deliziose gelatine di frutta.

continua »
Compleanno-ridosso-Natale

Compleanni a ridosso di Natale

Niente regali per i bimbi nati nei primi giorni di gennaio e che già hanno aperto tanti pacchetti a Natale. Ma...

continua »
Tradizioni2_capodanno2014

Tradizioni di Capodanno per un anno fortunato

Lenticchie, cotechino, biancheria rossa, qualcosa di nuovo.... Tutto quello che a capodanno è beneugurale per un anno ricco di sorprese, novità e fortuna. Tra tradizione e marketing.

continua »

Cerca altre strutture

Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network