10 cose della seconda gravidanza che non hai fatto nella prima

L'attesa del secondo figlio è, per molte mamme, molto diversa da quella del primo. Non solo la presenza del primo bambino, infatti, impedisce alla futura mamma bis di concentrarsi solo ed esclusivamente sulla gravidanza, ma le consapevolezze acquisite eliminano molte paure e anche molta magia.

di Alessia Altavilla

La prima gravidanza è per una donna, in generale, un momento magico, di attesa di gioia e di fatica certo, ma anche di presa di coscienza del proprio corpo, di analisi della propria emotività, di condivisione con il partner, di concentrazione su se stesse.
Una sorta di aurea circonda le primipare che vivono in 9 mesi di gestazione come un lungo viaggio che le traghetterà a ricoprire un ruolo nuovo, diverso da tutti quelli vissuti finora: quello di madri.


Diversa, invece, è spesso la seconda gravidanza.
Sebbene, infatti, l'amore e la volontà di prendersi cura del proprio piccolo siano i medesimi della prima volta, cambia il modo in cui si guarda a se stesse e alle trasformazioni della propria persona.
Un po' per ridere, quindi, un po' per davvero, ecco 10 cose che differenziano profondamente la prima dalla seconda gravidanza.

  1. Sollevare pesi: durante la prima gravidanza anche la propria borsa era un peso che la futura mamma non si sentiva di portare. Ma come può una mamma, incinta o no?, esimirsi dal prendere in braccio il proprio bambino?
     
  2. Ansia da esami e visite: è probabile che nei primi nove mesi la futura mamma abbia passato diverse ore a leggere su internet questo e quello, si sia sottoposta a tutti gli esami del caso, abbia fissato un appuntamento al mese con la ginecologa. Ma chi ha il tempo, con un bambino già da accudire, un lavoro, una casa da portare avanti di andare tutti i mesi al centro prelievi per scoprire che comunque la toxoplasmosi è una malattia piuttosto difficile da contrarre?
     
  3. Dieta: durante la prima gravidanza ogni occasione era buona per ingurgitare cioccolato e dolciumi, pizze e focacce. Ma con tutta la fatica che si è fatta a tornare nella propria taglia... con la seconda gravidanza la dieta inizia ancora prima del test!
     
  4. La casa: il primo figlio innesca in quasi tutte le future mamme quelle che molti chiamano la sindrome del nido per cui gli ultimi mesi vengono spesi a imbiancare, costruire, cambiare, arredare, acquistare... Con la seconda gravidanza il massimo dello sforzo è scendere in cantina e recuperare la vecchia culla da piazzare da qualche parte, dove c'è posto, in casa!
     
  5. Toxoplasmosi: durante la prima gravidanza la futura mamma non toccava verdure crude e se un alimento aveva sfiorato l'insalata veniva direttamente allontanato senza nemmeno l'ombra del dubbio. Con il secondo bambino, a casa o fuori casa, l'insalata è comoda, pratica, veloce. E la toxo... 'Ma conosci davvero qualcuno che l'ha mao fatta?'
     
  6. Alcol: l'alcol in gravidanza fa male e danneggia il fegato. Ma un bicchiere ogni tanto non ha mai ucciso nessuno! Certo. Lo dice ora che è al secondo figlio la futura mamma che ha trascorso i nove mesi della prima gestazione a bere acqua e centrifughe e nulla più.
     
  7. Il riposino: con la prima gravidanza la futura mamma si concedeva il lusso di stendersi sul letto o sul divano il pomeriggio e lasciarsi scivolare in un sonno dolce e ristoratore. Con il secondo bambino.... Dormire???? Ma magari si potesse dormire almeno di notte!
     
  8. Malattie: la prima volta la futura mamma si guardava bene dal frequentare persone malate, bambini portatori di germi, untori di tutto il mondo. Con la seconda gravidanza ha già fatto: due gastroenteriti, tre influenze, una congiuntivite, una bronchite e il raffreddore non le dà tregua. Per forza! Con quella carica batterica che è il primogenito come sfuggire all'orda di virus che invadono la casa?
     
  9. Partner: la prima gravidanza è un momento di grandissima condivisione per la coppia che si sta costruendo come coppia genitoriale. Futura madre e futuro padre sono molto affiatati e compresi l'uno dell'altro. Con l'arrivo del secondo figlio... beh, è già tanto se per comunicare non ci si mandano piccioni viaggiatori!
     
  10. Palestra: con la prima gravidanza, proprio per evitare problemi e fatiche inutile, molte mamme smettono di frequentare corsi e palestre. Anche la seconda gravidanza non le vede esattamente tra i soci più attivi. Provate voi a trovare il tempo per la palestra con un bambino a cui dar retta, una casa da mandare avanti, piatti da mettere in tavola, amici da vedere... e questa pancia enorme che non ci si riesce nemmeno ad allacciare le scarpe figuriamoci a fare dei piegamenti!
     

  • Commento inserito da Francesca il 16 gennaio 2017 alle ore 17:59

    Salve ho scoperto di essere incinta 12/1/2017 ho fatto il primo beta il valore è 2.550,00siccome ho perdite marroni il ginecologo mi ha fatto ripetere il beta di nuovo il 16/1/2017 il valore è 5.557,00 vorrei sapere di quanto sono di preciso e se devo preoccuparmi per queste perdite.grazie aspetto risposte

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Gravidanza-al-mare

Al mare col pancione

Manca pochissimo alle tanto attese vacanze e finalmente si parte. Le località marine sono senza dubbio quelle più indicate per le future mamme in dolce attesa che possono godere di tutti i benefici del mare e del sole, sfruttando la vacanza per immagazzinare forze ed energia.

continua »
Diastasi-addominale

Diastasi addominale: patologia post parto non riconosciuta

La diastasi addominale è una vera e propria patologia spesso non riconosciuta dalle neomamme e sicuramente non ritenuta tale dal Ministero che può subentrare dopo il parto con evidenti problemi estetici e di salute.

continua »
Posizione-podalica-feto

Cosa fare se il bambino è podalico

Nell'ultimo trimestre di gravidanza il bambino dovrebbe girarsi in modo da essere pronto per il parto. Ecco cosa fare se non fosse posizionato nel modo corretto.

continua »
Contest-neomamme

Il corpo delle neomamme

Dopo la gravidanza, modelle e attrici mostrano un corpo perfetto, senza smagliature, senza un filo di grasso. Sono loro i veri modelli a cui ispirarsi? Due fotografe canadesi sono convinte di no. E hanno lanciato un contest fotografico, giunto ormai alla quarta edizione, per spiegare alle donne che la gioia della maternità vale cellulite e smagliature. 

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network