Gravidanza e tintura per capelli

Durante la gravidanza sarebbe meglio che la futura mamma evitasse la tintura per capelli con prodotti che contengono sostanze chimiche. Esistono, però, le alternative.

Articoli Correlati


C'è chi dice che sono più belli e lucenti e c'è chi si lamenta perché hanno perso volume e vigore. Quello che è certo è che durante la gravidanza anche i capelli, come qualsiasi altra cosa, sono sottoposti al continuo bombardamento ormonale. Il risultato è che crescono più in fretta e sono più folti (d'altra parte, con grande disappunto delle future mamme, è tutta la peluria a essere più folta!).



L'effetto negativo di questa crescita improvvisa e repentina è riscontrabile, soprattutto, sulle donne che abitualmente tingono i capelli, fanno meche o colpi di sole: la cosiddetta ricrescita appare, infatti, molto più evidente. Che fare?

 
LA TINTURA PER CAPELLI È DANNOSA PER IL FETO?


La risposta a questa domanda è incerta. L'ipotesi più accreditata, in ogni caso, avvallata anche da una nutrita schiera di medici e ginecologi, è che le sostanze chimiche utilizzate nelle tinture per capelli possano, attraverso il cuoio capelluto, essere assorbite dal bambino, con effetti che potrebbero compromettere la sua salute.

Naturalmente, il rischio di compromettere il benessere del piccolo è maggiore nei primi tre mesi, quando gli organi sono in formazione. Ma anche alla fine del primo trimestre e per i successivi sei mesi sarebbe meglio evitare di sottoporsi a procedimenti chimici che attraverso il cuoio capelluto mettano in circolo nel sangue agenti chimici (per esempio, l'ammoniaca). Non solo, quindi, la tintura, ma anche stirature con acido, permanenti...

Inoltre, ed è bene sottolinearlo, i capelli già 'stressati' dai cambiamenti ormonali potrebbero reagire in modo del tutto inaspettato ai trattamenti estetici con effetti indesiderati anche per la mamma.

 
NO ALLE TINTURE CHIMICHE. SÌ A PRODOTTI A BASE VEGETALE E COLPI DI SOLE


Se le tinture per capelli sono off limits, nulla vieta alla futura mamma di utilizzare tinte a base naturale (consigliabili, comunque, a prescindere dalla gravidanza), henné e colpi di sole. Questi ultimi, in particolare, possono rappresentare la vera alternativa, dal momento che vengono applicati direttamente sul capello e non passano attraverso il cuoio capelluto. Forse non possono coprire completamente la ricrescita, ma aiutano a mimetizzare eventuali capelli bianchi se non, addirittura, a coprirli.

D'altra parte, per le donne che hanno in programma la gravidanza, il consiglio potrebbe essere, nei mesi che precedono il concepimento, di tornare al loro originario colore in modo da 'soffrire' meno, in seguito, per il 'dramma dell'antiestetica' ricrescita.

È, comunque, importante che la donna sia soddisfatta nei 9 mesi di gestazione del suo aspetto fisico (i cambiamenti subiti dal corpo sono talmente tanti che non è sempre facile viverli tutti serenamente). Ecco perché cercare di avere sempre i capelli a posto (taglio, piega, impacchi rinforzanti...) è fondamentale per il benessere psichico della mamma.

 
TINTURE A RIDOSSO DEL CONCEPIMENTO


Poiché non tutte le gravidanze sono programmate, moltissime mamme, quando scoprono di essere incinta, entrano in apprensione per i comportamenti tenuti nei giorni che precedono la scoperta.

A dire il vero, però, in questa primissima fase pochissimi sono gli atteggiamenti che potrebbero davvero compromettere la salute dell'embrione e, sicuramente, un'eventuale tintura per capelli effettuata pochi giorni dopo il concepimento, non avrà alcuna conseguenza sul buon andamento della gravidanza. Niente panico, quindi.



 

  • Commento inserito da claudia 46 il 25 maggio 2017 alle ore 10:44

    io post-gravidanza ho perso molti capelli e ho usato le fibre di cheratina (in concreto le Caboki) per riempire e voluminizzare la cute che era molto sfibrata

  • Commento inserito da alessandra il 31 agosto 2010 alle ore 16:16

    sto usando biocap dai primi mesi...l'unico problema lo pone la parrucchiera che teme che si possano verificare reazioni allergiche e pretende un certificato da parte del mio ginecologo che la sollevi da ogni responsabilità...siamo alla follia pura

  • Commento inserito da fiorella il 12 luglio 2010 alle ore 18:43

    per capelli bianchi tinta vegetale biokap

  • Commento inserito da monia il 11 luglio 2010 alle ore 18:19

    so bionda platino!!!!!!!!! come farò!??!?

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Cadere-gravidanza

Come evitare cadute in gravidanza

Il cambiamento del baricentro, il peso della pancia che sbilancia in avanti la futura mamma, la difficoltà ad adattarsi a una nuova fisionomia, possono aumentare il rischio di cadute. Che in gravidanza, però, sarebbero da evitare. Ecco alcuni consigli.

continua »
5-modi-sentirs-postpartum

5 modi per sentirsi in forma dopo il parto

Se durante la gravidanza pancia e chili di troppo sono ben visti dalle future mamme che li associano al bimbo e alla sua presenza nell'utero, dopo il parto una delle cose più difficili da sopportare per molte donne è proprio la pancetta e le forme arrotondate. Ecco 5 modi per sentirsi a proprio agio anche nei primi mesi di maternità. 

continua »
Gravidanza-al-mare

Al mare col pancione

Manca pochissimo alle tanto attese vacanze e finalmente si parte. Le località marine sono senza dubbio quelle più indicate per le future mamme in dolce attesa che possono godere di tutti i benefici del mare e del sole, sfruttando la vacanza per immagazzinare forze ed energia.

continua »
Diastasi-addominale

Diastasi addominale: patologia post parto non riconosciuta

La diastasi addominale è una vera e propria patologia spesso non riconosciuta dalle neomamme e sicuramente non ritenuta tale dal Ministero che può subentrare dopo il parto con evidenti problemi estetici e di salute.

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network