Maternità e lavoro

Tratti dal libro DONNE. Trovare, ritrovare e cambiare lavoro di Luisa Adani, consigli e suggerimenti per gestire al meglio la propria assenza lavorativa durante la maternità.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Luisa Adani, dopo 10 anni nell’ambito della direzione del personale, da 15 si occupa di orientamento e consulenza di carriera. Collabora con il Corriere della Sera ed è autrice di diversi testi, pubblicati per Etas, tra i quali l’ultimo, Donne. Trovare, ritrovare e cambiare lavoro pubblicato ad aprile 2008, è una sorta di manuale rivolto alle donne in cerca di primo impiego, a quelle che sono state costrette ad abbandonarlo per dedicarsi alla famiglia e ora desiderano reintrodursi nel mondo del lavoro, a quelle che vogliono cambiarlo o che desiderano far carriera, alle donne che il lavoro lo hanno perso e a quelle che stanno per perderlo.
Insomma, un vademecum al femminile sul mondo del lavoro, analizzato in tutti i suoi aspetti. Tantissimi i consigli e i suggerimenti pratici (come scrivere un curriculum e una lettera di presentazione, come comportarsi durante un colloquio di lavoro, quali canali sfruttare per cercare lavoro, come muoversi, quali domande porsi e come analizzare la soluzione migliore in base alle proprie attitudini e alla propria esperienza…) e numerosi anche i racconti di esperienze concrete.


Strutturato per argomenti, ciascuno dei quali trattato nel modo più ampio e completo possibile, il libro dedica un intero capitolo alle future mamme che lavorano e che presto andranno in congedo di maternità dal titolo Come gestire l’assenza per maternità. I tanti suggerimenti che l’autrice dà in questo senso possono essere condensati in sette regole d’oro, molto utili per chi nei prossimi mesi si troverà a dover affrontare questa situazione:

 


  1. Organizzare da subito la propria assenza cercando di pianificare al meglio le proprie attività.
  2. Valutare quali attività e obiettivi possano essere programmati al ritorno.
  3. Stendere un piano di lavoro che abbia come scadenza massima qualche settimana prima dell’inizio della maternità.
  4. Se possibile, passare le consegne con tranquillità senza ridursi agli ultimi giorni (questo è fondamentale, soprattutto, per il datore di lavoro che deve provvedere per tempo alla sostituzione).
  5. Preparare una memoria scritta delle attività in corso.
  6. Organizzare il proprio archivio e ordinare i documenti in modo che chiunque possa accedere alle informazioni.
  7. Lavorare con ordine e prendere nota di tutto nell’eventualità di un’assenza anticipata.

 

CONTRATTI DI LAVORO E TUTELE
Nel capitolo Contratti di lavoro e stage Luisa Adani affronta, tra le varie cose, anche il problema della tutela delle donne lavoratrici in caso di gravidanza e questo è quello che, in materia, prevede la legge:
 

 

  • Contratti di apprendistato: i periodi di astensione (obbligatoria e facoltativa) per maternità e puerperio non sono computabili ai fini della durata del periodo di apprendistato.
  • Collaborazione coordinata continuativa: il d.lgs n. 276/2003 ha esteso le tutele tipiche del lavoro subordinato anche per quanto riguarda la maternità.
  • Contratto di lavoro a progetto: rispetto alle vecchie collaborazioni coordinate continuative, il d.lgs n. 276/2003 prevede maggiori tutele e per l’astensione di maternità comporta la sospensione del rapporto e la proroga di 180 giorni. La tutela della maternità per le collaboratrici iscritte al fondo INPS gestione separata è regolata nelle stesse forme e modalità previste per le lavoratrici dipendenti. Il diritto all’indennità di maternità è di 5 mesi, anche in caso di parto prematuro.
  • Collaborazione occasionale: non esiste alcuna forma di tutela.
  • Contratto di lavoro part time o a tempo parziale: il periodo di astensione per maternità è il medesimo dei contratti full time e il trattamento economico è proporzionato al numero di ore lavorate. Unica eccezione è la corresponsione degli assegni per il nucleo familiare, previsti solo nel caso in cui il rapporto di lavoro sia almeno di 24 ore settimanali.

     

    Per maggiori informazioni sull’argomento o per saperne di più in materia di lavoro (non solo, quindi, per le future mamme, ma per tutte le donne che lavorano e non lavorano, che vogliono cimentarsi in nuove esperienze o semplicemente che vogliono reinserirsi nuovamente nel mondo del lavoro…)
    Donne. Trovare, ritrovare e cambiare lavoro
    Di Luisa Adani
    Edizioni ETAS, 2008
    Costo 14,50€

  • Leggi on line le prime pagine del libro
  • Scarica e compila le schede di autovalutazione

    E per concludere, qualche dato. Secondo un sondaggio messo on line qualche settimana fa in cui si chiedeva alle mamme la loro situazione lavorativa dopo la nascita del primo figlio è emerso che il 50% lavora full time, il 31% part time, il 9% è stato licenziato o non riesce a trovare lavoro e il 10% non lavora per scelta.


Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Annuncio-gravidanza

7 modi divertenti di annunciare la gravidanza

Come annunciare l'attesa di un bimbo a parenti e amici in modo divertente e non convenzionale? Di seguito 10 consigli per farlo validi sia per la futura mamma che per il futuro papà.

continua »
Cadere-gravidanza

Come evitare cadute in gravidanza

Il cambiamento del baricentro, il peso della pancia che sbilancia in avanti la futura mamma, la difficoltà ad adattarsi a una nuova fisionomia, possono aumentare il rischio di cadute. Che in gravidanza, però, sarebbero da evitare. Ecco alcuni consigli.

continua »
5-modi-sentirs-postpartum

5 modi per sentirsi in forma dopo il parto

Se durante la gravidanza pancia e chili di troppo sono ben visti dalle future mamme che li associano al bimbo e alla sua presenza nell'utero, dopo il parto una delle cose più difficili da sopportare per molte donne è proprio la pancetta e le forme arrotondate. Ecco 5 modi per sentirsi a proprio agio anche nei primi mesi di maternità. 

continua »
Gravidanza-al-mare

Al mare col pancione

Manca pochissimo alle tanto attese vacanze e finalmente si parte. Le località marine sono senza dubbio quelle più indicate per le future mamme in dolce attesa che possono godere di tutti i benefici del mare e del sole, sfruttando la vacanza per immagazzinare forze ed energia.

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network