Il diabete gestazionale

Il diabete gestazionale é un disturbo che colpisce le donne durante i 9 mesi di gravidanza, in particolare quelle in sovrappeso o sopra i 35 anni. Per diagnosticarlo é sufficiente un esame del sangue.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Il diabete mellito gestazionale é un disturbo che interessa la gravidanza e può intervenire in qualsiasi momento della gestazione (in particolare, però, dalla fine del secondo trimestre in avanti) mettendo a rischio la salute della mamma e del bambino. Si tratta di una situazione temporanea (generalmente il problema tende a risolversi spontaneamente al termine dei nove mesi) durante la quale l'organismo sembra non essere più in grado di produrre l'adeguata quantità  di insulina atta a far sì che il glucosio non si accumuli nel sangue ma venga, dopo la digestione, assorbito e trasformato in energia.
Tra le principali cause, la produzione di un ormone da parte della placenta, il Lattogeno Placentare, che interferisce con l'azione dell'insulina.


Colpisce, solitamente, donne con più di 25 anni di età , il più delle volte in sovrappeso prima della gravidanza o che già  abbiano avuto familiarità  con la malattia.

 
UN DISTURBO ASINTOMATICO

Sebbene il diabete gestazionale sia un disturbo per lo più asintomatico, esistono alcuni indizi che possono accendere il campanello d'allarme:


 
  • Aumento immotivato della sete
     
  • Aumento (o perdita) immotivato dl peso a fronte di un'alimentazione regolare
  • Nausea e vomito
  • Gonfiore a gambe, mani e viso

     

     
    CONSEGUENZE PER IL BAMBINO

    Tenuto sotto controllo anche attraverso la dieta e l'esercizio fisico, il diabete gestazionale non causa particolari problemi al nascituro che nella maggior parte dei casi nasce sano e senza problemi.
    Tra i rischi potenziali, però, qualora la situazione non venissi diagnosticata in tempo e monitorata:
     

  • macrosomia del neonato che nasce con un peso superiore alla media rendendo il più delle volte necessario il parto cesareo.
  • Ipoglicemia del neonato che nei casi più gravi potrebbe rendere necessario una trasfusione di glucosio nel sangue
  • Ittero neonatale.
  • Maggiori possibilità  di diabete e obesità  del bambino.

     

     
    LA CURVA GLICEMICA. UNO STRUMENTO PER LA DIAGNOSI

    Sebbene il livello della glicemia nel sangue sia, normalmente, monitorato durante tutta la gravidanza attraverso semplici esami del sangue, un esame specifico che viene prescritto generalmente tra 24° alla 28° settimana di gestazione é la cosiddetta minicurva glicemica. Consiste in un prelievo di sangue indolore e non invasivo ripetuto due volte: la prima volta a digiuno e la seconda dopo aver fatto bere alla paziente 50 gr di glucosio.
    Il valore ottenuto, per escludere la presenza di diabete gestazionale, non dovrà  superare i 140mg/dl.
    In caso contrario, alla gestante verrà  prescritta la maxicurva glicemica che prevede 4 prelievi nel giro di un'ora con un carico di glucosio di 100 gr. Si parla di diabete se vengono rilevati almeno due dei seguenti valori:
     

  • a digiuno superiore a 95mg/dl
  • dopo un'ora superiore a 180mg/dl
  • dopo due ore superiore a 155 mg/dl
  • dopo 3 ore superiore a 140mg/dl

     


  • Commento inserito da Mi chiamo Torri Patrizia nata da un parto gemellare gravico sono affetta da diabete mellitico da 1 anno il 25 marzo 2013 alle ore 17:19

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Annuncio-gravidanza

7 modi divertenti di annunciare la gravidanza

Come annunciare l'attesa di un bimbo a parenti e amici in modo divertente e non convenzionale? Di seguito 10 consigli per farlo validi sia per la futura mamma che per il futuro papà.

continua »
Cadere-gravidanza

Come evitare cadute in gravidanza

Il cambiamento del baricentro, il peso della pancia che sbilancia in avanti la futura mamma, la difficoltà ad adattarsi a una nuova fisionomia, possono aumentare il rischio di cadute. Che in gravidanza, però, sarebbero da evitare. Ecco alcuni consigli.

continua »
5-modi-sentirs-postpartum

5 modi per sentirsi in forma dopo il parto

Se durante la gravidanza pancia e chili di troppo sono ben visti dalle future mamme che li associano al bimbo e alla sua presenza nell'utero, dopo il parto una delle cose più difficili da sopportare per molte donne è proprio la pancetta e le forme arrotondate. Ecco 5 modi per sentirsi a proprio agio anche nei primi mesi di maternità. 

continua »
Gravidanza-al-mare

Al mare col pancione

Manca pochissimo alle tanto attese vacanze e finalmente si parte. Le località marine sono senza dubbio quelle più indicate per le future mamme in dolce attesa che possono godere di tutti i benefici del mare e del sole, sfruttando la vacanza per immagazzinare forze ed energia.

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network