Il metodo Feldenkrais

E' un metodo utile per imparare a conoscere e a utilizzare pienamente le risorse fisiche e mentali attraverso il movimento.

Articoli Correlati

di Maria Botti

'Quello che mi interessa ottenere non è la flessibilità del corpo, ma quella della mente.'  - Moshe Feldenkrais

Intervista alla Dottoressa Elena Taddei insegnante del metodo Feldenkrais applicata alla gravidanza e al parto. Il parto, lei ci dice, deve essere di coppia.



Il metodo Faldenkrais (www.feldenkrais.it ) non è una ginnastica, né una forma di terapia o di riabilitazione, e neppure un sistema psicologico o filosofico, ma è utile per imparare a conoscere e a utilizzare pienamente le risorse fisiche e mentali attraverso il movimento. Obiettivo del Metodo è migliorare la consapevolezza e la sensibilità, espandere il repertorio di movimento, ridurre il dispendio di energie migliorando l’efficacia delle nostre azioni.


Questo metodo è stato ideato da Moshé Feldenkrais (1904-1984),è accessibile a tutte le persone, di qualsiasi età e condizione fisica. I benefici più evidenti che si possono ottenere si riflettono direttamente sulla qualità della vita. Camminare, fare le scale, correre diventa più semplice e meno faticoso. I movimenti risultano più fluidi e dinamici e si sperimenta una maggiore efficienza fisica e mentale. Aiuta anche in caso di dolori di schiena, dolori cervicali, artrosi  o per tutte quelle persone che, a causa di traumi o disturbi neurologici, hanno limitazioni nelle capacità motorie e percettive. Inoltre, trattandosi di un’attività che infonde uno stato di benessere, è utile per ridurre lo stress emotivo e fisico. Il Metodo Feldenkrais aiuta anche a migliorare l’espressione artistica e la creatività nella danza, nel canto, nel teatro e a incrementare le prestazioni fisiche nella pratica sportiva.


La Dottoressa Elena Taddei è insegnate di questo metodo e lo ha applicato per migliorare la preparazione fisica alla gravidanza e al parto. Bambinopoli l’ha intervistata ed ecco le sue risposte.

Quali sono le sue qualifiche Signora Taddei?
Sono laureata ISEF, laureata in Pedagogia e insegnante del metodo Feldenkrais.

Dove svolge la sua professione?
A Firenze, presso due sedi, potete trovare tutte le informazioni sul portale www.mammeinmovimento.it

Ci parli dell’applicazione del metodo Feldenkrais alle donne in gravidanza.
Il metodo e gli esercizi danno alla donna in gravidanza una migliore qualità della vita in questo periodo così delicato, alleviano il mal di schiena, migliorano la condizione psicofisica.
Gli esercizi del periodo di gravidanza sono divisi in tre parti, in quanto il corpo della donna cambia durante la gestazione e gli esercizi devono armonizzarsi a questo cambiamento.
Molto importanti sono la lezione della 33° settimana di gravidanza, con gli esercizi per migliorare la respirazione e la spinta e Quella della 35° settimana con le posizioni Per il parto da fare anche con i papà. Queste due lezioni sono state messe a punto da me e si chiamamo metodo Taddei.




Quali sono i benefici più evidenti del suo metodo?
I benefici si vedono soprattutto sulla migliorata situazione generale del corpo, i mal di schiena si attenuano o scompaiono del tutto e si prepara il bacino per il parto.

I benefici dunque si vedono anche durante il parto?
Certamente, anzi, è lo scopo principale delle lezioni. Con questo metodo le donne hanno parti più facili e meno dolorosi, sono più preparate a quello che le aspetta fisicamente e questa consapevolezza toglie la paura che, se molto alta, aumenta la difficoltà al momento delle spinte vere e proprie. La respirazione ne viene migliorata e, grazie agli esercizi svolti con i papà, questi partecipano attivamente e fisicamente al parto. L’aiuto dei papà non è solo psicologico, ma proprio fisico. Li facciamo sudare questi papà!

Molte donne si sono rivolte a lei per queste lezioni?
Impartisco lezioni con questo metodo da 9 anni e sono più di cinquecento coppie che hanno frequentato i miei corsi e hanno poi partorito con il mio metodo. Partirà a breve uno studio statistico sul lavoro fatto con l'Università di Firenze.


  • Commento inserito da DANIELA il 30 aprile 2014 alle ore 11:13

    HO TROVATO L'ARTICOLO MOLTO INTERESSANTE E SCORREVOLE CON DOMANDE E RISPOSTE CHIAVE

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Posizione-podalica-feto

Cosa fare se il bambino è podalico

Nell'ultimo trimestre di gravidanza il bambino dovrebbe girarsi in modo da essere pronto per il parto. Ecco cosa fare se non fosse posizionato nel modo corretto.

continua »
Contest-neomamme

Il corpo delle neomamme

Dopo la gravidanza, modelle e attrici mostrano un corpo perfetto, senza smagliature, senza un filo di grasso. Sono loro i veri modelli a cui ispirarsi? Due fotografe canadesi sono convinte di no. E hanno lanciato un contest fotografico, giunto ormai alla quarta edizione, per spiegare alle donne che la gioia della maternità vale cellulite e smagliature. 

continua »
Tatoo-gravidanza

Tatoo, piercing e gravidanza: 5 cose da sapere

Tatuaggi e piercing in gravidanza. Sono pericolosi? Si possono fare? E se già si ha un piercing all'ombelico come ci si deve comportare? 5 cose utili da sapere sull'argomento.

continua »
Seno-gravidanza

Il seno in gravidanza: come cambia

Come moltissime altre parti del corpo, anche il seno subisce durante la gravidanza profonde trasformazioni atte a renderlo funzionale in vista dell'allattamento. Ecco quali sono e come prendersene cura.

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network