Sistemi per non dimenticare in macchina un bambino

Dopo i recentissimi fatti di cronaca, si torna a parlare di bambini abbandonati in macchina da genitori 'distratti' che avrebbero dovuto portarli all'asilo o a scuola e, invece, non si sono resi conti di non averlo fatto. Fino alle conseguenze più catastrofiche. Ecco i sistemi per prevenire.

di Alessia Altavilla

Sono colpevoli i genitori che si dimenticano i figli in macchina?
La maggior parte dei non genitori punta il dito contro e dice sì. Sono colpevoli.


Le mamme e i papà, però, sanno quanto a volte la vita possa essere complicata e fitta di impegni e cose da ricordare. Conoscono la fatica di certe mattine in cui corri dal primo istante in cui ti sei svegliata fino a quando, finalmente, sfinita/o, ci si siede alla scrivania e ci si domanda come si è potuto riuscire a fare tutto.
Sono colpevoli, dunque, le mamme e i papà che abbandonano i figli in macchina dimenticandosi della loro esistenza?
Per la legge sì. Lo sono. E l'accusa è di omicidio colposo.

Ma per tanti genitori sono solo il monito di quello che potrebbe capitare a tutti. Perché le giornate a volte sono tutte uguali. Perché non si ha mai un sescondo per sé, per fermarsi a riflettere, per calmarsi.
E così, sì. Lo sono. Ma può succedere. E potrebbe succedere a chiunque. Anche a quelli che dicono 'a me mai'.
Come prevenire, dunque?

DISPOSITIVI SONORI
Esistono dei dispositivi che permettono di monitorare i movimenti dei bambini in auto e rivelarne la presenza. Si tratta di semplici sensori collegati a prese USB da inserire sotto alla fodera del seggiolino e che permettono di rivelarne la presenza. Hanno una duplice funzione di Alert e Reminder e sono molto utili non solo per evitare di lasciare in auto il bambino, ma anche per essere avvisati qualora le cinture di sicurezza fossero allacciate male.
A motore spento, qualora il bimbo non fosse stato sollevato dal seggiolino, emettono un segnale sonoro percepibile anche al di fuori della vettura che permette di rivelarne la presenza.

METODI FAI DA TE
Un altro sistema molto semplice per evitare di lasciare in macchina il bimbo è quello di lasciare sul sedile posteriore, accanto al seggiolino, la borsa o la borsa del pc. Se è facile, infatti, 'non ricordarsi' del bambino in auto (convinti, magari, di averlo già accompagnato all'asilo), è più difficile non accorgersi di non avere con sé la borsa o la borsa del computer.

Un'altra idea è quella di impostare sul proprio telefono un alert sonoro fissato sull'orario previsto di accompagnamento del bambino a scuola. E' probabile, infatti, che quello dell'accompagnamento rappresenti una routine familiare con un orario piuttosto fisso. E potrebbe essere un buon sistema per mettere al genitore la pulce all'orecchio sull'averlo fatto o meno.

 

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Paura-neonati

Di cosa hanno paura i neonati?

Dalla paura degli estranei e dell'abbandono a quella per i rumori forti, 3 paure molto comuni tra i neonati e i consigli per aiutarli a superarle.

continua »
Insserimento-si-no

L'inserimento con la presenza dei genitori è davvero utile?

Dopo anni a difenderne l'importanza e il valore, ora i genitori italiani si ribellano. L'inserimento al nido o alla materna con la presenza dei genitori non piace. Costretti a chiedere ferie e permessi, mamme e papà chiedono che il sistema sia rivisto. Serve davvero l'inserimento a scuola dei piccoli?

continua »
chiedimidipiu_hp1

Dubbi e domande? Chiedimi di più, mamma!

Nasce Chiedimi di più mamma. Il portale che con l'aiuto di esperti e specialisti risponde a tutte le domande delle mamme e dei papà offrendo loro uno spazio amico dove confrontarsi.

continua »
12-24_mesi

Dai 12 ai 24 mesi: il secondo anno di vita del bambino

Pensavate che il peggio fosse passato? Che dopo le notti insonne, l'allattamento, lo svezzamento, i dentini... Tutto sarebbe andato via liscio almeno fino all'adolescenza? Ebbene no. Benvenuti nel secondo anno di vita. Quando i bambini iniziano a prendere coscienza di sé e a dire no (e non solo).

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network