Dolci in tazza

E dopo i cupcakes, i cakepops, i whoppes, arrivano le Mug Cake, piccoli dolci in tazza. Dolcini divertenti perfetti per una merenda gustosa o per una colazione diversa dalle solite. 

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Le mode, si sa, esistono anche in cucina e di tutte le arti culinarie, la pasticceria è senz'altro quella che maggiormente si presa a seguire stili e tendenze. 
Così, dopo i muffin proposti in tutte le salse, i cupcakes che hanno invaso il mondo, i cakepops che hanno colonizzato le feste di compleanno dei bambini, dopo i dolci vegani, macrobiotici, senza zucchero, senza uova, senza burro, senza farina, senza dolce..., da qualche tempo impazza la moda delle mug cakes, minitortine che, lo dice già la parola stessa, stanno dentro a una mug, le tazze da colazione per il tè e il caffè lungo.


Decisamente scenografiche, facili e velocissime da preparare, le mug cakes sono davvero alla portata di tutti. E sono considerate un comfort food, ossia un cibo che coccola, conforta e dà calore. Sono perfette per la colazione, per una merenda di bambini (anche da preparare all'ultimo minuto), una trasgressione la sera davanti al divano. Come dessert a fine pasto non sono molto adatte. Ma se riuscite a dare un senso alla presentza delle tazze sulla tavola, ben vengano come fine pranzo o cena.

COME SI PREPARANO
La cosa veramente bella delle mug cakes è che con richiedono alcuna abilità particolare, nessuna bravura culinaria. Anzi, sono talmente semplici da preparare, che una volta preso l'occhio alle dosi e ai tempi di cottura, possono essere realizzate a occhi chiusi, anche dai bambini. I tempi di cottura si contano sulle dita di una mano (senza metafora) e la cottura è spesso consigiata nel micoonde.


Dopodiché si tratta pur sempre di dolci, grassi, mancanza di nutriente. La Mug Cake è una fantastica alternativa alla solita merenda e ben venga. Il rischio, èerò, è d andare altro.

Per prepararli è sufficiente prendere una ricetta di un dolce tradizionale, sostituire la quantità di uova con un solo uovo (sufficiente per due tazze) e in base a questa indicazione ricalcolare la dose di tutti gli ingredienti. La tazza, che deve essere resistente alle alte temperature, va riempita per circa metà e coperta con una pellicola trasparente da forno in modo che l'impasto non strabordi.
La cottura può avvenire sia al microonde (circa un minuto a seconda della dimensione della tazza) sia in forno preriscaldato a 180° per 5 minuti.

Insomma, semplice, veloce, economico e assolutamente creativo. Perché le possibilità sono infinite!
 

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Latte_vegetale

Latte vegetale: le alternative al latte vaccino

Di riso, di soya, di mandorle… Il latte vegetale, consumato da vegani e vegetariani, può diventare un’ottima alternativa al latte vaccino anche per chi vegano e vegetariano non lo è. Particolarmente indicato in caso di intolleranza al lattosio o in presenza di virus gastrointestinali quando latte e latticini andrebbero evitati.

continua »
conserve_hp

Marmellate & Conserve: come sterilizzare!

Ecco i passaggi per ottenere marmellate e conserve fatte in casa con sicurezza. Le tecniche della nonna con un occhio di riguardo all’igiene.

continua »
Pesce-riconoscere-freschezza

Pesce: come riconoscere quando è fresco

Con la frequentazione di  località balneari e città marittime, im estate aumenta il consumo di pesce. Ricco di sostanze nutritive, è un alimento prezioso sulle tavole di tutti. Cosa c'è da sapere? Come riconoscere quanto è fresco?

continua »
Sale

Sale iodato o sale rosa? Quale scegliere?

Sale. Sembra una scelta semplice, ma sui banchi dei supermercati ormai si trova di tutto. Sale fino, sale grosso, sale aromatizzato, sale iodato, sale rosa dell'Himalaya. In riferimento agli ultimi due, cosa li differenzia? Quali sono le caratteristiche dell'uno o dell'altro?

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network