In albergo: riposo assicurato

Una vacanza in albergo assicura relax e riposo per tutta la famiglia. Per evitare problemi, però, è importante scegliere una struttura ad hoc con servizi specifici per i più piccini.

Articoli Correlati

Numerose le famiglie che hanno scelto l'albergo come struttura ricettiva privilegiata per le loro vacanze con i bambini. Si tratta della soluzione più classica e tradizionale, spesso preferita al campeggio, all'appartamento in affitto, all'agriturismo. Le ragioni sono diverse e riguardano, per lo più, il numero di servizi offerti e la possibilità di trascorrere alcuni giorni in completo relax, senza doversi preoccupare di nulla.
Come per ogni cosa, però, esistono i pro e i contro e come sempre è fondamentale che la struttura abbia determinate caratteristiche e sia in grado di corrispondere alla specifiche esigenze di ciascuno. Ecco perché, soprattutto se si viaggia con i più piccoli, è importante operare una scelta oculata, effettuare un minimo di ricerca ed, eventualmente, non fermarsi alla prima telefonata al momento della prenotazione. Su Bambinopoli è presente un ricco data base di strutture alberghiere, suddivise per zona di appartenenza (mare, montagna, campagna e terme) e regione, scelte e selezionate in base a parametri ben precisi a cui abbiamo sempre cercato di attenerci.


Ecco, dunque, quali sono stati i criteri che noi abbiamo preso in considerazione e che dovrebbero essere valutati da ogni famiglia prima di optare per una struttura piuttosto che per un'altra.

SE I BAMBINI SONO MOLTO PICCOLI
Viaggiare con un neonato non è come viaggiare con un bambino di 5 o 6 anni. Diverse, infatti, le esigenze del piccolo e diverse anche quelle di mamma e papà che hanno bisogno, soprattutto, di una struttura capace di garantire loro determinati servizi (per esempio, la possibilità di preparare le pappe del piccino piuttosto che quella di richiedere fasciatoi, spondine, culle, lettini…) dove rilassarsi in un'atmosfera accogliente e, in un certo senso, familiare. È bene, poi, che la presenza del neonato, che potrebbe arrecare disturbo agli altri ospiti piangendo e strillando nelle ore di riposto, durante i pasti…, sia ben tollerata per evitare che la vacanza si trasformi in un incubo per i neogenitori e anche per gli altri turisti presenti in albergo. A questo proposito esistono alberghi destinati proprio alle neomamme e ai neopapà e che per questo andrebbero preferiti ad altri che pur offrono servizi per i bambini.


Tra le caratteristiche da valutare:
 
  • una posizione tranquilla, lontana dal traffico e, soprattutto, dalla confusione delle ore notturne (evitare, per esempio, gli alberghi che si affacciano direttamente su vie centrali, sul lungomare, sulle piazze) per garantire al piccino un sonno sereno. Allo stesso tempo, però, sarebbe bene non allontanarsi eccessivamente dai centri abitati per poter intervenire tempestivamente in caso di bisogno.
  • Se il bimbo ha solo pochi mesi, evitare le zone troppo calde. Meglio optare per strutture collinari o di montagna. Chiedere, comunque, sempre se l'albergo dispone di aria condizionata, eventualmente, gestibile in modo autonomo.
  • Molte strutture mettono a disposizione dei loro ospiti culle e lettini, passeggini, carrozzine, fasciatoi, vaschette per il bagnetto… Questo permette di diminuire notevolmente la mole del bagaglio con cui si viaggia cosa che si rivela decisamente comoda quando ci si sposta in nave, aereo o treno o quando la famiglia è molto numerosa.
  • La possibilità di disporre di un angolo per la preparazione delle pappe o di un menu specifico per neonati è un'opzione da non sottovalutare al momento della scelta.
  • La presenza di una piscina, del solarium e di una area verde in cui passeggiare con il bimbo è un ulteriore servizio da valutare al momento della scelta visto che mamma e papà non avranno modo di dedicarsi durante la giornata a passeggiate in montagna né potranno trascorrere in spiaggia più di qualche ora al giorno.
  • Se il mini club è praticamente inutile per un neonato, il servizio di baby sitting al contrario è caldamente consigliato per permettere ai neogenitori di dedicare qualche ora esclusivamente a se stessi senza il pensiero del piccolo.

     

    QUANDO I BIMBI SONO PIÙ GRANDI
    Man mano che i bimbi crescono, l'esigenza delle famiglie diventa quella di cercare località e strutture capaci di venire incontro alle necessità di tutti, grandi e piccini. Per i primi alberghi in grado di offrire servizi che garantiscano loro la possibilità di riposarsi ed, eventualmente, di 'staccare la spina' per qualche giorno; per i secondi, luoghi capaci di 'non farli sentire pesci fuor d'acqua', dando loro la possibilità di divertirsi in un ambiente sicuro a misura di bambino. In questo senso, da favorire quelle strutture che dispongono di mini e baby club, eventualmente della piscina o di un parco giochi (all'aperto o al chiuso a seconda della stagione), in cui i piccoli sono ben accolti e le famiglie rappresentano la clientela tipo (in questo modo non c'è il rischio che rimangano isolati in una realtà di soli 'grandi'). Tra le caratteristiche, eccone alcune che potrebbero fare la differenza:
     

  • vicinanza alla spiaggia o, nella stagione invernale, alle piste da sci. Questo permette ai bimbi di essere relativamente autonomi rispetto ai genitori.
  • Un menu ad hoc per baby palati, con piatti genuini dai sapori tradizionali e non troppo sofisticati. Eventualmente, la possibilità di pranzare e cenare a orari differenti rispetto a quelli di mamma e papà.
  • Animazione diurna e serale con personale qualificato, che consente ai piccoli ospiti di giocare e divertirsi senza che la presenza dei genitori sia indispensabile.
  • Possibilità di conoscere altri bambini con cui stringere amicizia e trascorrere le proprie giornate.
  • Molte strutture offrono ai loro ospiti la possibilità di affittare biciclette, di organizzare escursioni e gite nei dintorni, di prendere parte a corsi sportivi e laboratori creativi. Tutto ciò permette di progettare una vacanza diversa, all'insegna sì del relax e del divertimento, ma anche dello sport e della cultura, della creatività e della fantasia, impegnando genitori e bambini in uno stesso progetto.

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Campus-Natale2017

Campus di Natale 2017

Le vacanze di Natale si avvicinano e per chi lavora durante le feste è tempo di pensare a una soluzione per impegnare i bambini quando le scuole saranno chiuse. Di seguito un elenco di Campus invernali 

continua »
Villaggi-Babbo-Natale2017

I villaggi di Babbo Natale

Con Natale ormai alle porte e l'atmosfera natalizia che si respira ovunque, vi segnaliamo alcuni Villaggi di Babbo Natale in Italia per i prossimi weekend fuori porta in famiglia. 

continua »
Valigia-letto

Valigie con una marcia in più

Valigie intelligenti pensate per chi affronta lunghi viaggi con i bambini e sa quanto possa essere faticoso un viaggio in treno, in aereo o anche in auto con loro. Dalla valigia letto all'amaca per distendere meglio le gambe.

continua »
Pimpa-CittaInGioco

Città in gioco

Città in gioco è una collana di guide-gioco dedicata ai più piccoli per scoprire le città con la Pimpa e i suoi amici.

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network