Vacanze tropicali

10 regole da seguire prima di partire per una vacanza ai Tropici o in Paesi esotici con un bambino.

Articoli Correlati

  1. Il rischio più grande per chi viaggia con bambini e sceglie una destinazione esotica è costituito dalle condizioni igieniche del Paese prescelto. Per un bimbo, infatti, la possibilità di prendersi un'infezione, di mettere in bocca o toccare qualcosa che possa costituire un pericolo per la sua salute è molto più elevato che per un adulto. Per evitare problemi, non potendo e non dovendo chiudere i baby viaggiatori in una campana di vetro, cercate quanto meno di scegliere strutture assolutamente controllate e sicure dal punto di vista igienico (se si tratta di alberghi, residence, villaggi…) e dal punto di vista alimentare (se si tratta di ristoranti, bar…).
  2. Partite sempre con un tour operator del quale vi fidate e del quale, eventualmente, vi hanno parlato in termini positivi. Eviterete inconvenienti una volta giunti a destinazione (strutture diverse da quelle che vi erano state presentate dall'agenzia, problemi con i mezzi di trasporto, problemi alla dogana…).
  3. Se optate per una vacanza 'fai da te' (cosa che un bimbo, soprattutto se molto piccolo, non è molto consigliabile) cercate di organizzare il tutto dall'Italia in modo da non avere problemi durante il viaggio: controllate i voli, prenotate con largo anticipo alberghi e pensioni, informatevi presso gli uffici turistici su quelli che sono i problemi, se ce ne sono, del Paese che visiterete… Chiedete, eventualmente, consiglio a qualcuno che già ci è stato facendovi indicare i migliori centri di accoglienza e quelli, invece, da evitare.
  4. Uno dei problemi più diffusi per chi si trova in un Paese esotico è costituito dall'acqua che spesso, anche se pulita e non inquinata, è mal tollerata dal nostro organismo. Prima di partire fatevi prescrivere dal vostro pediatra le medicine adatte da dare al piccolo in caso di dissenteria e controllate che beva solo acqua minerale e che non mangi frutta e verdura lavate con acqua corrente. Nonostante, infatti, questo tipo di disturbo sia molto diffuso e non provochi veri e propri problemi per la salute, nel caso di un bambino potrebbe costituire un fastidio che in viaggio sarebbe meglio evitare.
  5. Informatevi su quelle che sono le vaccinazioni obbligatorie e quelle facoltative prescritte dal sistema medico sanitario del posto e, se non ci sono controindicazioni, vaccinate il bambino prima della partenza. Ricordate, però, che non tutti i vaccini sono tollerati dai piccoli e che è bene in ogni caso consultare il pediatra per avere il suo consiglio in merito. Un discorso a parte merita l'antimalarica che non assicura, comunque, una copertura totale e che la profilassi varia da luogo a luogo.
  6. Anche l'alimentazione potrebbe rivelarsi un problema per un bimbo molto piccolo. Il rischio, infatti, è che non gradendo nulla di ciò che la cucina del posto offre rimanga praticamente digiuno per tutto il periodo della vacanza. Anche in questo caso è fondamentale che la struttura scelta abbia un menu 'bambino' o, quantomeno, un menu italiano da proporre al bimbo.
  7. Evitate tutte le zone cosiddette 'a rischio' (a causa di una guerra, di problemi politici interni e non, per un'epidemia…).
  8. Se state progettando lunghi spostamenti all'interno del paese che visiterete cercate di raccogliere informazioni su quelle che sono le condizioni delle strade e dei mezzi di trasporto. Sottoporre un bimbo a un viaggio stressante per lunghe ore in pullman o in macchina al caldo e in zone completamente deserte è una cosa, per quanto possibile, da evitare.
  9. Informatevi su quelle che sono le condizioni climatiche: i bambini molto piccoli, infatti, soffrono particolarmente il caldo e sbalzi eccessivi di temperatura potrebbero alla lunga rivelarsi dannosi per la loro salute.
  10. Attenzione anche alla fauna e alla flora locale. Escursioni in mezzo alla foresta tra animali e piante che non si conoscono non sono consigliabili per chi viaggia con un bambino. Ad ogni modo, cercate di avere sempre con voi la valigetta del Pronto Soccorso per un primo intervento in caso di punture, morsi...

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Foliage

Tutti pazzi per il foliage!

Impazza, per lo meno sui social, la moda del Foliage, il fenomeno naturale per cui in autunno le foglie di alcuni alberi cambiano colore e si vestono di giallo, rosso, marrone. Ecco, in Italia, dove si trovano le zone più belle per assistere allo spettacolo.

continua »
Irlanda-Halloween

Halloween: in Irlanda si studia inglese con tutta la famiglia

Una settimana di vacanza-studio con tanto di lezioni di inglese la mattina per tutta la famiglia e accoglienza presso famiglie locali in pensione completa. Un modo diverso di pensare le vacanze autunnali e di vivere il giorno di Halloween. 

continua »
MuMo

MUMO. Il Museo per bambini si mette le ruote

 MuMo (Museo Mobile) è un museo itinerante nato nel 2011 in Francia con lo scopo di avvicinare i bambini all'arte contemporanea mostrandogliela là dove dove loro vivo.

continua »
TRANSILVANIA

Halloween: 6 mete perfette per vacanze in famiglia

Per il ponte del 1° Novembre, sei destinazioni perfette per famiglie in cui vivere e assaporare l'atmosfera di Halloween. Dalla Francia alla Scozia, ecco dove andare.

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network