Viaggio in Sicilia

Perfetta in tutte le stagioni la Sicilia è particolarmente adatta per vacanze in famiglia. E non solo per la bellezza del suo mare e delle sue spiagge.

Articoli Correlati

Non eccessivamente lontana, decisamente economica, caratterizzata da un paesaggio multiforme fatto di mare, montagna e verdi pianure coltivate ad aranceti e ortaggi, la Sicilia rappresenta una meta ideale per i viaggiatori settembrini sia per l'amenità del suo clima (spesso è possibile frequentare le spiagge e bagnarsi in mare sino a ottobre inoltrato), sia per la possibilità di coniugare una vacanza all'insegna del relax, della natura, del divertimento e della cultura.
Le strutture certo non mancano e negli ultimi anni grossi sforzi sono stati compiuti per regalare al visitatore un soggiorno capace di garantire tutti i comfort possibili a seconda delle proprie esigenze e delle proprie disponibilità economiche. Sono sorti, così, accanto agli alberghi, alle pensioni e agli appartamenti in affitto, campeggi, b&b e agriturismi di ottimo livello, molti dei quali attrezzati anche per accogliere i bambini più piccoli.


PALERMO E DINTORNI
Dopo anni di degrado e abbandono, nonostante i molti problemi che ancora attanagliano la città, Palermo è una meta imprescindibile di un viaggio in Sicilia sia per i molti monumenti (chiese, palazzi, musei…) che la caratterizzano (da non perdere una visita alla Cattedrale, alla Cappella Palatina e, a pochi chilometri dal centro cittadino, alla bellissima chiesa di Monreale da cui si gode una fantastica vista su tutta la baia), sia per il calore umano con cui è accolto il visitatore, sia per le possibilità che offre anche a chi si sposta con i bambini.
Per una visita rapida, è stato recentemente istituito un pullman turistico a due piani, su modello dei bus inglesi, con audio-guida in diverse lingue, che permette di effettuare il giro completo della città con sosta presso i monumenti principali (Politeama, Teatro Massimo, Quattro Canti, Piazza Pretoria, Orto Botanico, Palazzo Reale, Cattedrale…). Il biglietto costa 15€ (ragazzi fino a 15 anni 7,50€) e dura 24 ore (per saperne di più, rivolgersi ai Punti informazione cittadini).


Tra i punti di maggiore interesse della città e che valgono sicuramente una visita, segnaliamo i mercati della Vucciria in piazza Caracciolo e dintorni e il mercato di Ballarò che si estende nell'antico quartiere dell'Albergheria per assaporare gli odori e i rumori delle antiche tradizioni popolari, il Museo Internazionale delle Marionette in piazza Niscemi 5 (tel. 091-328060) e il Museo del Mare in Via Cristoforo Colombo (tel. 091-361309) capaci di attirare l'attenzione anche dei più piccoli e, tra i parchi, il Parco della Favorita, la Città dei Ragazzi (Viale degli Abruzzi 1), il Giardino Inglese con bellissime piante secolari dalle forme più incredibili.
Tra i tour organizzati, da non perdere Palermo Sottosopra, un itinerario speleologico-ecologico con visita ai Qanat, cunicoli che si snodano nel sottosuolo creati per portare le acque delle sorgenti nelle città (per informazioni tel. 091-580433).
Da Palermo sono, poi, facilmente raggiungibili Scopello, punto di partenza per visitare la Riserva Naturale del Parco dello Zingaro che si estende per 7 km tra Scopello appunto e San Vito Lo Capo nella provincia di Trapani e che merita una visita per la bellezza incontaminata della costa e la trasparenza cristallina del mare (all'interno della Riserva si trovano diversi musei tra i quali il Museo Naturalistico, il Museo della Civiltà Contadina, il Museo delle Attività Marinare…), e Cefalù, rinomata località balneare famosa per le sue belle spiagge di sabbia fine e le sue case a picco sul mare (da non perdere la Cattedrale normanna che domina dall'alto tutta la baia).
Gli amanti della montagna, invece, potranno refrigerarsi e dedicarsi a passeggiate ed escursioni visitando il Parco Nazionale delle Madonie, sempre nella provincia di Palermo, un'area verde e poco frequentata con cime che superano i 1500 metri che caratterizzano una Sicilia inaspettata, con un paesaggio quasi carsico del tutto sbalorditivo. Qui, deliziosi per una sosta di qualche ora i paesini di Petralia Soprana e Petralia Sottana.

IL TRAPENESE
La costa che da Trapani arriva sino ad Agrigento è costeggiata da spiagge molto belle di sabbia fine che meritano una visita e l'acqua è trasparente e pulita. A parte alcune città che si distinguono per la speculazione edilizia di cui sono state vittime negli anni passati (Sciacca, Porto Empedocle…), in linea di massima questa zona è particolarmente indicata per una vacanza all'insegna del mare e del relax assoluto.
Qui, da visitare assolutamente la deliziosa cittadina medievale di Erice (raggiungibile in macchina o con la funicolare che parte da Trapani), arroccata sulla cima del Monte San Giuliano (quasi 800 metri di altezza) e che dall'alto domina da una parte la baia in cui sorge Trapani e dall'altra San Vito lo Capo (rinomata località balneare famosa per gli ottimi piatti di cous cous, protagonista assoluto del Cous Cous Fest che si svolge, con un programma ricco di appuntamenti, tutti gli anni nell'ultima decade di settembre). Di fronte, nelle giornate limpide, si scorgono in lontananza le Egadi (Favignana, Levanzo e Marettimo) facilmente raggiungibili da Trapani con il traghetto.
Dopo Trapani, rimanendo sulla strada costiera, il paesaggio diventa quasi lunare. È questa, infatti, la zona delle saline, grandi cumuli di minerale bianchissimo lasciati ad asciugare sulla riva tra specchi d'acqua di vari colori. Particolari e degni di nota i mulini a vento che richiamano alla memoria paesaggi olandesi di un tempo che fu. Qui, al bivio per Nubia sulla Statale 21 sorge un Museo del Sale dove è possibile conoscere le tecniche di raccolta del sale e dove, attraverso una serie di pannelli illustrativi, è possibile apprendere la storia dell'estrazione di questo importante elemento, indispensabile in cucina. Proseguendo lungo la strada costiera, tra Marsala (patria del famoso liquore) e Mazzara del Vallo, con un bel centro storico e uno dei più importanti porti commerciali dell'isola, prendendo un battellino, si possono visitare l'Isola di Mozia (raggiungibile anche a piedi con una sorprendente camminata di circa un'ora con i piedi e le gambe a mollo nelle poco profonde acque marine che la bagnano) e la Riserva dello Stagnone da cui si godono spettacolari tramonti.
Proseguendo dopo Mazzara del Vallo, molto belle le spiagge di Eraclea Minoa (possibilità di dormire nel campeggio retrostante) e Scala dei Turchi con le sue rocce calcaree e bianchissime che si tuffano in un mare gelido.

IL FASCINO DEL VULCANO
Ancora attivo, l'Etna merita senz'altro una visita, non solo per la bellezza del paesaggio che lo caratterizza, ma anche per la particolarità dello stesso, con le rocce laviche nere che ne fanno un gigante scuro tra mare e pianura. Da non perdere, quindi, una visita alla zona vulcanica, nel Parco Regionale dell'Etna dove si possono fare interessanti escursioni sui 'sentieri natura', oppure a bordo di un treno della Ferrovia Circumetnea. Si parte dalla stazione di Catania-Borgo, si attraversa la colata del 1669, quella che distrusse la città, e poi via - verso la montagna, attraverso campi coltivati e centri abitati. Diverse fermate facoltative permettono di partire per escursioni (da Passo Zingaro, per esempio, si può prendere una mulattiera che attraversa antiche colate laviche). Raggiunto il punto più alto sull'altopiano di Maletto, inizia la discesa lungo la valle dell'Alcantara fino a che il treno non raggiunge la stazione di Riposto. Per tornare a Catania è consigliabile scendere a Giarre e prendere in coincidenza un treno ordinario delle FS

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Valigia-letto

Valigie con una marcia in più

Valigie intelligenti pensate per chi affronta lunghi viaggi con i bambini e sa quanto possa essere faticoso un viaggio in treno, in aereo o anche in auto con loro. Dalla valigia letto all'amaca per distendere meglio le gambe.

continua »
Pimpa-CittaInGioco

Città in gioco

Città in gioco è una collana di guide-gioco dedicata ai più piccoli per scoprire le città con la Pimpa e i suoi amici.

continua »
Foliage

Tutti pazzi per il foliage!

Impazza, per lo meno sui social, la moda del Foliage, il fenomeno naturale per cui in autunno le foglie di alcuni alberi cambiano colore e si vestono di giallo, rosso, marrone. Ecco, in Italia, dove si trovano le zone più belle per assistere allo spettacolo.

continua »
Irlanda-Halloween

Halloween: in Irlanda si studia inglese con tutta la famiglia

Una settimana di vacanza-studio con tanto di lezioni di inglese la mattina per tutta la famiglia e accoglienza presso famiglie locali in pensione completa. Un modo diverso di pensare le vacanze autunnali e di vivere il giorno di Halloween. 

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network