Parchi cittadini. Le città a misura di bambino

Una mamma viaggiatrice e un blog che parla di parchi (aree verdi) cittadine. Un  modo diverso di visitare le città e di vivere la propria. Sicuramente a misura di bambino. Intervista a Mary, autrice del blog playgroundaroundthecorner.com

di Alessia Altavilla

Mary, mamma di Riccardo e Alberto, entrambi in età prescolare, ha avuto un'idea davvero singolare: raccontare le città partendo dai parchi pubblici, quelle aree verdi, purtroppo spesso assenti o insufficienti, dove tutte le mamme del mondo portano i loro bimbi a giocare, sfogarsi, trascorrere qualche ora all'aria aperta.
Il blog, www.playgroundthecorner.comha, quindi, rispetto ai tanti siti e blod di viaggio per famiglie, un approccio un po' particolare, sicuramente unico nel suo genere.


L'abbiamo intervistata. Per farci raccontare del suo blog ma, soprattutto, della sua vita di mamma che ama viaggiare, visitare, scoprire. Anche con bambini al seguito.
E questo è quello che ci ha raccontato.

Un blog che raccolga l’elenco dei parchi pubblici in Italia e nel mondo. Un’idea sicuramente originale e bizzarra. Indubbiamente di grande interesse per le mamme. Come ti è venuta? Parlaci del tuo blog.
Da sempre amo viaggiare e continuo a farlo con i miei figli. Il viaggio ora deve incontrare anche i loro bisogni e desideri, ma qual è il bisogno primario di un bambino se non quello di giocare? Ed ecco che il parco giochi dietro l’angolo si presenta come un’ottima soluzione perché economica, comoda (non c’è bisogno di spostarsi dal centro città per recarsi in un grande parco divertimenti) e inserita nel contesto locale (magari trovi un parco giochi nascosto in un borgo o dietro a una cattedrale). In Italia mancavano le informazioni relative a queste aree: dove sono, quali servizi offrono, che giochi ospitano.. e ho deciso di raccoglierle io in un blog al fine di fornire informazioni utili a chi viaggia con bambini al seguito.

Come pianifichi i viaggi con i tuoi bambini? Come scegli le mete?
Quello che io cerco quando viaggio con i miei figli sono spazi dove io posso vedere, visitare e arricchirmi e dove loro possano sfogarsi, giocare, correre, imparare, conoscere.. Non cerco strutture con mini club o grandi parchi divertimenti, spesso la soluzione si trova dietro l’angolo (da qui il nome del blog), basta conoscerla.

Quali caratteristiche devono avere, secondo te, le città a misura di bambino?
Io mi concentro sui parchi giochi, le aree esterne loro dedicate. Affinché una città possa essere considerata a misura di bambino deve avere aree giochi accoglienti, accessibili a tutti i bambini, stimolanti per bambini di diverse fasce di età, accattivanti in modo tale che il bambino chieda di andare a giocare al parco giochi, insista per essere portato all’aperto e preferisca il parco al piccolo schermo nelle mura domestiche. E questo deve accadere in ogni periodo dell’anno, indipendentemente dalla stagione: le aree giochi non devono essere fruibili solo con il sole; devono essere realizzate considerando tanti elementi e non semplicemente scelte da catalogo e realizzate senza una progettazione di base.

Parchi cittadini: come dovrebbero essere, per venire davvero incontro alle esigenze dei più piccoli?
Come dicevo prima, i parchi dovrebbero essere pensati per venire davvero incontro alle esigenze di bambini di tutte le età. Dovrebbero essere pensati per essere fruibili a prescindere da quelle che sono le condizioni meteorologiche e dovrebbero garantire determinati standard di sicurezza e pulizia. 

Tra le città che hai visitato, qual è quella che maggiormente ti ha stupito per l’attenzione rivolta alle famiglie e al mondo dell’infanzia?
In Italia il Trentino è quello che a mio avviso eccelle se considero le aree dedicate ai bambini.. spazi originali, accoglienti, inseriti all’interno di bellissimi contesti in modo armonico e mai invasivo.

E la peggiore da questo punto di vista?
Tra le tante destinazioni che ho visitato o di cui ho ricevuto contributi da parte dei lettori del blog, ci sono molte bellissime città che trascurano i parchi giochi, luoghi quasi dimenticati all’interno di contesti unici.. A Parma in pieno Parco Ducale l’area giochi destinata ai bambini è povera e mal tenuta, nel bellissimo paese di Castelsardo con vista sul castello il parco giochi corrisponde a due altalene rotte.. Ci sono tanti esempi negativi relativi a queste aree. Il mio blog vuole essere anche uno spazio per mettere in luce queste criticità per poterle cambiare e quindi migliorare.  

Pensi che sia possibile viaggiare con bimbi di pochi anni?
Possibilissimo! Basta solo considerare anche i loro bisogni e desideri.. ma qual è il desiderio primario di un bambino se non quello di giocare? Ed ecco che il parco giochi dietro l’angolo si presenta come un’ottima e semplice soluzione.

Perché, secondo te, in Italia è poco diffusa l’idea che viaggiare con i bambini sia possibile?
Io leggo molti blog italiani dedicati ai viaggi con bambini e conosco tante mamme viaggiatrici. Anche in Italia c’è la passione e l’entusiasmo di viaggiare con bambini al seguito. Ma alla base deve esserci l’amore per il viaggio e quindi la volontà di farlo anche se più complicato e faticoso. Spesso il problema è solo nella testa degli adulti che, con i loro timori e le loro scuse, condizionano anche i piccoli accompagnatori. Che sia dietro casa o dall’altra parte del mondo il bambino è solo che contento di seguire i genitori, ma viene naturalmente condizionato dal loro umore e modo di affrontare il viaggio. Se i genitori sono tranquilli ed entusiasti di partire, il bambino non può non esserlo, anche se non conosce la destinazione e forse poco si ricorderà del viaggio. E’ comunque un modo di stare insieme, di crescere insieme e di trasmettere ai piccoli una passione che forse, da grandi, potranno apprezzare e coltivare.

Per chi fosse interessato ad approfondire l'argomento www.playgroundaroundthecorner.com

  • Commento inserito da francesca il 13 marzo 2014 alle ore 19:42

    .... il problema non sono le città ma i Paesi... spesso squallidi e privi di tutto ( Vd. Tarcento in fiuli

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Foliage

Tutti pazzi per il foliage!

Impazza, per lo meno sui social, la moda del Foliage, il fenomeno naturale per cui in autunno le foglie di alcuni alberi cambiano colore e si vestono di giallo, rosso, marrone. Ecco, in Italia, dove si trovano le zone più belle per assistere allo spettacolo.

continua »
Irlanda-Halloween

Halloween: in Irlanda si studia inglese con tutta la famiglia

Una settimana di vacanza-studio con tanto di lezioni di inglese la mattina per tutta la famiglia e accoglienza presso famiglie locali in pensione completa. Un modo diverso di pensare le vacanze autunnali e di vivere il giorno di Halloween. 

continua »
MuMo

MUMO. Il Museo per bambini si mette le ruote

 MuMo (Museo Mobile) è un museo itinerante nato nel 2011 in Francia con lo scopo di avvicinare i bambini all'arte contemporanea mostrandogliela là dove dove loro vivo.

continua »
TRANSILVANIA

Halloween: 6 mete perfette per vacanze in famiglia

Per il ponte del 1° Novembre, sei destinazioni perfette per famiglie in cui vivere e assaporare l'atmosfera di Halloween. Dalla Francia alla Scozia, ecco dove andare.

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network