Blocco intestinale

È un problema molto frequente nei bambini determinato non sempre da una cattiva alimentazione. Talvolta, infatti, le cause della stitichezza sono di natura psicologica.

Blocco intestinale


Stitichezza: un problema che interessa moltissimi bambini e preoccupa i genitori. In realtà, la frequenza della defecazione varia da persona a persona e una sola evacuazione ogni due/tre giorni è considerata nella norma se non crea dolori al piccolo. Si tratta semplicemente di tenere in considerazione quali sono le abitudini intestinali del bimbo e capire se si tratta di stitichezza nel vero senso della parola o, semplicemente, di intestino pigro. A ogni modo, l’importante è non entrare nel panico e non caricare il bambino di ulteriori tensioni cercando di capire, invece, quali potrebbero essere le cause scatenanti del problema.

A questo proposito, cerchiamo di evidenziare quali possono essere i motivi che potrebbero determinare situazioni di stitichezza.


Un viaggio, un cambiamento nello stile di vita, l’inizio della scuola, i primi giorni all’asilo o, addirittura, il passaggio dal pannolino al vasino potrebbero determinare episodi di stitichezza acuta, ossia, appunto, una forma di stitichezza non determinata da problemi oggettivi di salute, ma riconducibile a cause esterne e, il più delle volte, guaribile nel giro di qualche giorno senza alcun tipo di provvedimento medico.

Diverse, al contrario, le condizioni che possono determinare una forma cronica:


 
  • una dieta sbagliata, povera di vitamine, sali minerali e fibre e ricca di carboidrati.
  • Un modo di mangiare disordinato, con tanti pasticci fuori pasto (merendine, snack, patatine…) e l’abitudine a saltare il pranzo o la cena.
  • La sedentarietà (cosa che, però, ci auguriamo non interessi nello specifico i bambini!)
  • Una cattiva abitudine che il piccolo ha preso non assecondando lo stimolo ogniqualvolta questo si presenta, troppo impegnato a giocare o troppo pigro per andare in bagno.

     

    L’unica cura che ci sentiamo di consigliare nel caso di stipsi infantile è un cambiamento nelle abitudini alimentari del bambino e nel suo stile di vita: lassativi e purghe andrebbero evitati e, comunque, somministrati solo su consiglio medico poiché potrebbero provocare dolori di vario tipo a livello addominale. La cosa migliore da fare, quindi, è rivedere l’alimentazione del piccolo, abituarlo a muoversi e a camminare di più, spingerlo ad assecondare lo stimolo senza trattenerlo.
    Per quanto riguarda, poi, la dieta, numerosi sono gli alimenti che possono venirvi incontro: le verdure in primo luogo (cotta o cruda), la frutta (di stagione e, possibilmente, con la buccia), i passati e i minestroni (a questo proposito, una mamma nostra utente consigliava sul forum il passato di zucca che sembra piacere tanto ai piccoli ed essere un vero toccasana per combattere la stitichezza), i legumi, i cibi integrali e ricchi di fibre (per esempio, i cornflakes della mattina), molto acqua durante il giorno a temperatura ambiente e, possibilmente, non gasata, poche merendine, cibi fritti, cioccolato e pasticci fuori pasto.
    Infine, non lasciatevi prendere dall’ansia se il bimbo non va in bagno tutti i giorni e cercate di capire se potrebbero esserci motivi psicologici per questo suo blocco. Talvolta, un’ansia anche minima (un brutto voto a scuola, una nota sul diario, un litigio con l’amichetto, un trasloco) potrebbero essere le cause principali della stitichezza infantile.


Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Alessandro il 4 febbraio 2022 alle ore 18:47

    La mi piccola trattiene tutto pipì e Ca', e possibile mai che il pediatra mi ha detto ti fagli tutti i giorni una perfetta o più perché sennò si crea un tappo.ma non la irrita così?????

  • Commento inserito da Francesca il 1 luglio 2021 alle ore 21:54

    Anche mia figlia a 2 anni e mezzo e con due perette niente li sto dando il regolint una polvere da mettere nel latte e a oggi e al 4giorno e non fa cacca non so che fare

  • Commento inserito da Iii il 30 maggio 2021 alle ore 08:16

    Anche il passaggio all' adolescenza è una causa?

  • Commento inserito da Valentina il 3 aprile 2021 alle ore 20:55

    Mia figlia 3 anni ad agosto soffre di stitichezza e stiamo dando macrogol sotto consiglio del pediatra ma con scarsi risultati.. piange come una disperata quando deve farla dopo cena dj solito.. mangia pochissimo e peretta ogni due giorni.. non si più come fare

    Fortunatamente mangi tantissima verdura e frutta ma niente. Siamo entrate in quella fase dove la trattiene..

  • Commento inserito da Tina il 13 febbraio 2021 alle ore 02:21

    Ho mia figlia di 8 anni che da anni soffre di stitichezza oltre ad essere pigra e non mangia sempre corretto fa molta fatica ad evacuare il pediatra mi aveva prescritto delle bustine da sciogliere nell'acqua ma lei non le vuole prendere quindi delle volte sono costretta a fargli una peretta che si rivela una tragedia perché non ne vuole sapere


    Potreste darmi un consiglio?


    Come devo fare?


    C'è uno sciroppo da bere come purga? Sono mesi che la vedo soffrire





  • Commento inserito da Giuly il 1 gennaio 2021 alle ore 15:49

    Ho 19 anni e sono stitica da quando ero piccola... Non riesco a fare la cacca.. come faccio?

  • Commento inserito da Giuseppina il 15 luglio 2020 alle ore 06:06

    Salve mia figlia a 2 anni e mezzo quasi tre abitualmente fa cacca tt i giorni ma sn 3 giorni che nn fa cacca dice di volerla fare ma nnt sn nella fase di toglierli il pannolino cs potrei fare o fatto anche la perfetta ma nnt ...

  • Commento inserito da Anna il 1 luglio 2020 alle ore 08:37

    Salve, il mio bimbo di 3 anni dal momento in cui abbiamo tolto il panno ha avuto un blocco per la cacca. La fa ogni 3/4 giorni perché ha paura. Gli ho fatto il clistere di Melilax che in altre occasioni ha fatto subito effetto, ma questa volta siamo già al 2 clistere e niente.. sono molto preoccupata e in ansia per questa situazione. Cosa posso fare?

  • Commento inserito da Valeria il 15 giugno 2020 alle ore 19:43

    Buona sera, ho un bimbo di 7 anni e non si scarica da solo, sempre con perette, rimane anche 6/7 giorni senza scaricarsi. Il mio pediatra ha detto " tanto non fanno male le perette" che consiglio mi date, dove potrei portarlo. Grazie

  • Commento inserito da Mayli il 29 aprile 2020 alle ore 09:21

    Buongiorno ho una bambina di 40 giorni che non si scarica da 5 giorni e la seconda volta che succede anche quando si e scaricata ho usato clisma per bambini cosa poso fare lo alat io

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Regali-maestre2022

Regali per le maestre: qualche idea

Ultime settimane di scuola tra verifiche, feste da preparare, spettacoli da allestire. Avete già pensato al regalo per le maestre?

continua »
Epatite-bambini2022

Epatite acuta nei bambini: cosa ne sappiamo

Cresce l'allarme per la segnalazione di casi di epatite acuta nei bambini sotto ai 10 anni in diversi Paesi europei tra cui l'Italia. Di cosa si tratta? Quanto dobbiamo preoccuparci?

continua »
Musicose-Rovereto

Musicose, esperienza multisensoriale al MART di Rovereto

Ideato da Giuseppe Aceto, Musicose è un progetto del Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto per avvicinare i più piccoli all'arte e alla musica.

continua »
Gardening-children

Giardinaggio con i bambini: come coinvolgerli

Sviluppare il pollice verde nei bambini è importante perché li aiuta a responsabilizzarsi, li avvicina alla natura e li rende partecipi di un qualcosa di cui gode tutta la famiglia. Ecco come coinvolgerli.

continua »
Cerca altre strutture