La piramide a tavola - Età scolare - Bambinopoli




La piramide a tavola

Continuiamo a parlare di alimentazione corretta fornendendovi alcune indicazioni su come dovrebbe essere strutturata la dieta dei bambini.

Articoli Correlati

L'eccesso di proteine e calorie nella dieta di tutti i giorni è un problema che interessa un gran numero di bambini in età pediatrica. I nutrizionisti hanno, infatti, accertato che spesso l'alimentazione dei più piccoli non è completa come dovrebbe essere e che, al consumo esagerato di certe sostanze alimentari (proteine, carboidrati e grassi, appunto), non corrisponde un pari consumo di altre quali vitamine, calcio, sali minerali. Il consiglio, quindi, è quello di introdurre nella dieta di tutti i giorni anche cibi generalmente poco considerati e non troppo amati dai bimbi (verdure, frutta, legumi, pesce) contenendo, invece, il consumo di carne, formaggi, merendine, farinacei e dolci. Sull'eccessivo consumo di carne, poi, gli esperti sono abbastanza concordi nel ritenere che questo dipenda il più della volte da un pregiudizio culturale che tende ad attribuire virtù nutrizionali esagerate agli alimenti di origine animale, carne bovina in special modo.

Ecco, dunque, i dati indicativi suggeriti dalla LARN (Livelli di assunzione giornaliera raccomandata di energia e nutrienti per la popolazione italiana) sull'assunzione di sostanze alimentari a seconda dell'età e del sesso del bambino a partire dai 3 anni.


 
  • 6 porzioni di cereali al giorno
  • 3 porzioni di verdura
  • 2 porzioni di frutta
  • 2 porzioni di latticini
  • 2 porzioni di alimenti ricchi di proteine (carne, uova, legumi, pesce)
  • quantità limitate di grassi e zuccheri
    Per capire cosa si intenda per 'porzione standard' potete fare riferimento, sempre secondo la LARN, a questi valori:

     
  • Cereali: 1 fetta di pane, mezzo piatto di riso o pasta, 50 g di cereali in fiocchi (quelli della prima colazione, per intenderci).
  • Verdura: mezzo piatto di verdura cruda o cotta. Un piatto di verdura in foglia (insalata, spinaci…).
  • Frutta: un frutto di stagione, 1 bicchiere di succo di frutta (meglio se preparato in casa), mezza tazza di frutta sciroppata.
  • Latticini: 1 tazza di latte fresco, circa 50 g di formaggio
  • Proteine: dai 60 ai 100 g di carne magra (vitello o pollo), o di pesce; un uovo, mezza tazza di legumi ammollati e cotti.

     

    Se, infine, vi state chiedendo, in concreto, cosa potere far mangiare ai bambini a casa, il consiglio dei nutrizionisti è quello di dividere gli alimenti, più o meno, in questo modo: frutta e verdura dovranno essere sempre presenti per ogni pasto (pranzo e cena. Per quanto riguarda la frutta, bene anche se inserita nella colazione della mattina, magari sottoforma di macedonia o spremuta). I cereali dovranno alternarsi tra loro scegliendo di volta in volta riso, pasta o pane (se, quindi, il piccolo ha mangiato la pasta a pranzo, potreste optare per la cena per un piatto di riso oppure per una fetta di pane. La carne come secondo piatto va bene, ma va alternata alle uova, al formaggio e al pesce al cui sapore è necessario abituare i bimbi sin dalla più tenera età scegliendo tra le specie meno grasse e più facili da mangiare (sogliola, branzino, pesce spada, orata…). I piatti unici di cereali e legumi sono perfetti sia per il pranzo che per la cena poiché forniscono il giusto nutrimento senza appesantire e fornire un eccessivo contributo di calorie. Inoltre saziano e, generalmente, piacciono abbastanza ai più piccini (eventualmente potreste provare a passarli e a servirli come creme di legumi).


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Zaino-uguale-per-tutti

A Novara zainetto uguale per tutti

Uno zainetto uguale per tutti i bambini. Succede a Novara dove una scuola elementare ha fornito a tutti gli aluni il medesimo zainetto, anonimo, non griffato e gratuito. La storia nasce sui social e apre il dibattto. 

continua »
Bambini-grandi-lettori

Bambini, grandi lettori

7 su 10 bambini di età compresa tra 0 e 13 anni amano leggere e l'82% dei piccoli ha avuto a che fare con la lettura negli ultimi 12 mesi. Incoraggianti i numeri recentemente resi noti in merito al rapporto tra piccoli ed editoria. 

continua »
Papa-Figlia

Tra padre e figlio. Tappe di crescita

Dalla nascita sino alla pubertà, come cambia il ruolo del padre in relazione con il proprio figlio e come influenza la crescita del bebè prima del bambino poi e dell'adolescente e adulto alla fine.

continua »
Lavori-da-grande

Cosa vuoi fare da grande?

Secondo alcuni studi, il 65% dei bambini che oggi frequenta la Scuola Primaria, da grande farà un lavoro che non esiste e che noi adulti non siamo nemmeno in grado di immaginare. Da un'intervista al professor Piero Dominici pubblicata su Morning Future.

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network