Home
Page
 
Jack
O' Lantern
 
Biglietti, Disegni
Filastrocche
 
Ricette
Horror
 
Feste di
Halloween
 
L'agenda di
Halloween
Sei in: Jack O' Lantern


JACK O' LANTERN AL CINEMA


«È stato molto tempo fa,
più di quanto ora sembra,
in un posto che, forse, nei sogni si rimembra,
la storia che voi udire potrete
si svolse nel mondo delle feste più liete.
Vi sarete chiesti, magari, dove nascono le feste.
Se così non è, direi... che cominciare dovreste! »
(da The Nigthmare before Christmas)


Il più noto Jack O' Lantern della storia del cinema è Jack Skeletron, il protagonista del film d'animazione ideato da Tim Burton (che nello scriverlo si è ispirato alla poesia di cui sopra da lui scritta quando lavorava alla Disney) e diretto nel 1993 da Henry Selick: The Nightmare Before Christmas.

Il film è racconta la storia di Jack Skeletron, re delle zucche e sovrano del tetro mondo di Halloween che, scoperta per caso la porta di accesso al gioioso mondo del Natale, decide di portare la ridente festa alla sua gente. Nonostante la sua buona fede, però, il povero Jack finirà per stravolgere le festività natalizie seminando il panico ovunque e non riuscendo ad accontentare il suo popolo. La contrapposizione tra il festoso Natale e il lugubre Halloween è il leitmotiv di tutto il film, realizzato con la tecnica stop-motion con pupazzi.
 


 

LA LEGGENDA DI JACK O' LANTERN

Tanti e tanti anni fa viveva in Irlanda un vecchio fabbro ubriacone e avaro di nome Jack. La sera di Halloween incontra in birreria il Diavolo che reclama la sua anima.
Jack astutamente chiede al diavolo un'ultimo bicchiere di birra. Il Diavolo, non avendo soldi, si trasforma in una monetina da sei pence per pagare l'oste che Jack riesce a
mettere nel suo portamonete accanto ad una croce d'argento, cosi da impedire al diavolo di trasformarsi.

Jack a questo punto stipula un nuovo patto col Diavolo: lo avrebbe lasciato andare purché questi, per almeno 10 anni, non fosse tornato a reclamare la sua anima.
Satana accettò.

Dieci anni dopo, Jack e il Diavolo si incontrarono di nuovo e Jack, sempre con uno stratagemma, riesce a sottrarsi al potere del Principe delle Tenebre e a fargli promettere che non lo avrebbe cercato mai più. Il Diavolo dovette accettare.

Quando Jack morì, a causa della sua vita dissoluta, non fu ammesso nel Regno dei Cieli e fu costretto a bussare alle Porte dell'Inferno; il Diavolo, però, che aveva promesso che non lo avrebbe cercato, lo rispedì indietro tirandogli addosso un tizzone infernale ardente.

Jack se ne servì per ritrovare la strada giusta e, affinché non si spegnesse col vento, lo mise sotto la rapa che stava mangiando.
Si dice che da allora Jack vaghi con il suo lumino in attesa del giorno del Giudizio (da qui il nome JACK O' LANTERN, Jack e la sua Lanterna) e sia il simbolo delle anime dannate ed errabonde.

Quando gli Irlandesi, in seguito alla carestia del 1845, abbandonarono il loro Paese e si diressero in America, portarono con sé questa leggenda e, poiché le rape non erano in America così diffuse come in Irlanda, le sostituirono con le più comuni zucche. Da allora, la zucca intagliata con la faccia del vecchio fabbro e il lumino all'interno, è il simbolo più famoso di Halloween.