Fecondazione eterologa: cosa cambia in Italia - Concepire - Bambinopoli





Fecondazione eterologa: cosa cambia in Italia

Dichiarato incostituzionale il divieto che impedisce il ricorso a un donatore esterno, che dovrà rimanere anonimo e agire gratuitamente, nei casi di infertilità assoluta di uno dei due partner all'interno della coppia. La Legge 40 recepisce, insomma, quelle che sono le normative europee.

Articoli Correlati


La Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale il divieto, contenuto nel comma 3 dell’articolo 4 della legge 40, a ricorrere alla fecondazione eterologa per le coppie all’interno delle quali sia accertato un caso di infertilità assoluta di uno dei due partner. accogliendo in questo modo le richieste dei tribunali di Milano, Firenze e Catania con motivazioni che saranno rese note sulla Gazzetta Ufficiale tra circa un mese dal verdetto (9 aprile).
La sentenza apre di fatto la strada, anche in Italia e accogliendo quelle che sono le richieste dell’Unione Europea in materia di fecondazione assistita, al riconoscimento del diritto della coppia, che dovrà, comunque, essere formata da persone di sesso diverso, maggiorenni, coniugate o conviventi, in età potenzialmente fertile e in vita, di ricorrere a tecniche di procreazione assistita con donazione di gameti.


Non cambiano, invece, i divieti in merito alla commercializzazione dei gameti e il fatto che il donatore o la donatrice debbano agire gratuitamente e rimanere anonimi.

Forse può interessarti anche Strasburgo contro la legge 40

UNA LEGGE CONTROVERSA
La Legge 40 nei suoi quasi 10 anni di vita è andata incontro a numerose contestazioni. Non solo da parte delle coppie con problemi di fecondità che si sono viste costrette, troppo spesso, ad andare all'estero dove le normative in merito sono completamente diverse da quelle nostrane, ma anche da parte di ginecologi e ricercatori a cui, di fatto, impediva di fare il proprio lavoro. Al contempo, però, nel corso dei suoi 10 anni è stata più volte smantellata a suon di sentenze che di fatto hanno dapprima impedito l'impianto contemporaneo di tutti gli embrioni ( 2008), poi l'obbligo diagnosi di reimpianto (sempre nel 2008), quindi quello di produzione di più di 3 embrioni nel 2009 e oggi quello di eterologa. In attesa di giudizio, invece, il divieto di accesso alle coppie fertili ma portatrici di patologie genetiche.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Dieta-pesce-gravidanza

Cerchi un bimbo? Mangia più pesce

Secondo un recente studio, il consumo regolare di pesce aumenta le possibilità di una coppia di concepire un bambino.

continua »
Integratori-infertilita-maschile

Gli integratori non migliorano la qualità dello sperma

Uno studio recente condotto nell’Università del North Carolina ha evidenziato come gli integratori siano inutile per migliorare la qualità dello sperma.

continua »
Concepimento-errori-da-evitare

8 errori da evitare per le coppie in cerca di un bimbo

L'arrivo di un bimbo non è sempre immediato. Spesso occorrono mesi e mesi di tentativi prima di rimanere incinta. Ecco, però, alcune false credenze che renderebbero più difficile il concenpimento.

continua »
Test-ovulazione

Test di ovulazione: come si usa

Per le coppie in cerca di una gravidanza, è fondamentale tenere monitorato il momento dell'ovulazione, in modo da poter concentrare i tentativi nei giorni che la precedono o la seguono. Ecco come funzionano i test di ovulazione.

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network