Alla Primaria, tornano i giudizi descrittivi

Niente più voti per i bambini della Scuola Primaria. In seguito a un'Ordinanza del 4 dicembre emanata dal Ministero dell'Istruzione, alle Elementari tornano i giudizi descrittivi.

Articoli Correlati

Alla Primaria, tornano i giudizi descrittivi



Back to the past, si potrebbe dire. Aggiungendo anche 'per fortuna'!


In seguito all'Ordinanza emanata il 4 dicembre dal Ministero dell'Istruzione, per l'anno scolastico 2020-2021 tornano i giudizi descrittivi alla Scuola Primaria che andranno a sostituire i voti espressi in decimi introdotti nel 2008 dall'allora Ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini.

Non più, quindi, voti numerici che riassumono il rendimento del bambino nelle varie discipline cui è chiamato a confrontarsi, ma giudizi che ne attestano il livello di apprendimento e il rendimento.

Quattro i livelli di apprendimento previsti:
  • In via di prima acquisizione
  • Base
  • Intermedio
  • Avanzato

Ciascuno di questi, sarà poi correlato con gli obiettivi dati dalle Indicazioni Nazionali e declinato nel curricolo di istituto e nella progettazione annuale della singola classe.
Nelle Linee guida del 3 dicembre viene proposto il modello A/1, un modello base di Documento di valutazione che ogni istituzione scolastica, nell’esercizio della propria autonomia, potrà peraltro elaborarlo e arricchirlo, tenendo conto delle modalità di lavoro e della cultura professionale della scuola, avendo pero€ sempre come riferimento l’efficacia e la trasparenza comunicativa nei confronti di alunni e genitori.

LA FORMAZIONE DEI DOCENTI

Per un maggiore chiarezza e trasparenza nei confronti degli alunni e dei loro genitori, il personale scolastico è chiamato a formulare i giudizi utilizzando parole semplici e chiare che descrivano sia il percorso didattico fino a quel momento portato a termine, sia i contenuti appresi e le abilità sviluppate da ogni bambino, sia i margini di miglioramento per ciascuno di loro, tracciando una sorta di piano di crescita da portare avanti nei mesi o negli anni successivi.
Sono sconsigliate le formule generiche in modo tale che per ogni alunno venga presentata una fotografia facile da leggere e completamente personalizzata su di lui, non solo per ciò che concerne l'apprendimento scolastico, ma anche per quel che riguarda la capacità di rispettare gli altri e il livello di educazione generale raggiunti.

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
KidsCookIt

Kids Cook it. Il primo club di cucina per bambini

Un modo diverso di vivere la 'cucina' con i più piccoli. Kids Cook it è un vero e proprio club che permette di avvicinare i bimbi al tema del food attraverso una serie di laboratori, da fare a casa, pratici e divertenti. Ecco come funziona.

continua »
redoc_home_nat

Natale con Redooc

Attendi il Natale con il calendario dell'avvento e prepara la tua letterina per Babbo Natale.

continua »
DAD-noproblem

DaD no problem. Un'assaciozione aiuta i bambini rimasti indietro

Un progetto speciale lanciato da un gruppo di universitari fiorentini per aiutare i bambini rimasti indietro a causa della didattica a distanza. Ecco come funziona.

continua »
Un-click-per-la-scuola

Un click per la scuola

Un'iniziativa completamente grauita di Amazon a sostegno di tutte le scuole italiane: per ogni acquisto effettuato sul noto sito di e-commerce, Amazon donerà il 2,5% della spesa alle scuola aderente all'iniziativa.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network