Alla Primaria, tornano i giudizi descrittivi

Niente più voti per i bambini della Scuola Primaria. In seguito a un'Ordinanza del 4 dicembre emanata dal Ministero dell'Istruzione, alle Elementari tornano i giudizi descrittivi.

Articoli Correlati

Alla Primaria, tornano i giudizi descrittivi



Back to the past, si potrebbe dire. Aggiungendo anche 'per fortuna'!
In seguito all'Ordinanza emanata il 4 dicembre dal Ministero dell'Istruzione, per l'anno scolastico 2020-2021 tornano i giudizi descrittivi alla Scuola Primaria che andranno a sostituire i voti espressi in decimi introdotti nel 2008 dall'allora Ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini.


Non più, quindi, voti numerici che riassumono il rendimento del bambino nelle varie discipline cui è chiamato a confrontarsi, ma giudizi che ne attestano il livello di apprendimento e il rendimento.

Quattro i livelli di apprendimento previsti:
  • In via di prima acquisizione
  • Base
  • Intermedio
  • Avanzato

Ciascuno di questi, sarà poi correlato con gli obiettivi dati dalle Indicazioni Nazionali e declinato nel curricolo di istituto e nella progettazione annuale della singola classe.
Nelle Linee guida del 3 dicembre viene proposto il modello A/1, un modello base di Documento di valutazione che ogni istituzione scolastica, nell’esercizio della propria autonomia, potrà peraltro elaborarlo e arricchirlo, tenendo conto delle modalità di lavoro e della cultura professionale della scuola, avendo pero€ sempre come riferimento l’efficacia e la trasparenza comunicativa nei confronti di alunni e genitori.

LA FORMAZIONE DEI DOCENTI

Per un maggiore chiarezza e trasparenza nei confronti degli alunni e dei loro genitori, il personale scolastico è chiamato a formulare i giudizi utilizzando parole semplici e chiare che descrivano sia il percorso didattico fino a quel momento portato a termine, sia i contenuti appresi e le abilità sviluppate da ogni bambino, sia i margini di miglioramento per ciascuno di loro, tracciando una sorta di piano di crescita da portare avanti nei mesi o negli anni successivi.
Sono sconsigliate le formule generiche in modo tale che per ogni alunno venga presentata una fotografia facile da leggere e completamente personalizzata su di lui, non solo per ciò che concerne l'apprendimento scolastico, ma anche per quel che riguarda la capacità di rispettare gli altri e il livello di educazione generale raggiunti.

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
DAD-ScuolaElementareADistanza

Come organizzare lo studio per la didattica a distanza

Torna l'incubo della DAD per molti bambini della scuola primaria, costretti a passare 4, 5, 6 ore davanti a un monitor per seguire le lezioni e interrogazioni. Ecco come attrezzare la loro postazione.

continua »
Piedibus2021

Piedubus: l'autobus che va a piedi

Il Piedibus è una carovana di bambini che vanno a scuola in gruppo, accompagnati da due adulti, un “autista” davanti e un “controllore” che chiude la fila. Ecco come funziona e perché sarebbe bello fosse attivo in tutte le scuole d'Italia.

continua »
TikTok_Privacy

Tik Tok obbligato a verificare l'età dei suoi iscritti

Dopo il caso drammatico della bambina di Palermo morta nel tentativo di superare una challenge lanciata su Tik Tok, il Garante della Privacy è intervenuto a tutela dei minori: ora il social network dovrà verificarne l'età.

continua »
KidsCookIt

Kids Cook it. Il primo club di cucina per bambini

Un modo diverso di vivere la 'cucina' con i più piccoli. Kids Cook it è un vero e proprio club che permette di avvicinare i bimbi al tema del food attraverso una serie di laboratori, da fare a casa, pratici e divertenti. Ecco come funziona.

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network