Il camicino della fortuna

Tradizione vuole che il primo abitino indossato dal neonato sia un camicino in seta, regalato alla mamma da un parente o amico stretto, che va poi conservato per sempre.


Numerose le tradizioni e le usanze legate alla nascita di un bambino. D'altra parte, in una società arcaica e contadina quale era quella italiana di qualche decennio e secolo fa, non è difficile immaginare come un evento cruciale come l'arrivo di un nuovo membro in famiglia fosse contrassegnato da una serie di rituali per scongiurarne la morte (un tempo piuttosto diffusa tra i neonati) e augurare al piccolo e alla sua famiglia buona sorte e fortuna duratura.
Tra le varie usanze arrivate fino al giorno d'oggi, quella di regalare al bebè un camicino, generalmente in seta, in segno benaugurale per proteggerlo da spiriti maligni e cattiva sorte.


 
LA SORTE (E NON SOLO) DIETRO AL CAMICINO DELLA FORTUNA

Il camminino della fortuna che si regala al bebè nei primi giorni di vita, altro non è se non una minuscola casacca in cotone o, meglio, in seta, da far indossare al piccino subito dopo la nascita. Una volta utilizzato, la tradizione vuole che venga conservato dalla mamma senza essere lavato in ricordo delle ore successive al parto.
Si tratta di un'usanza antica che non racchiude soltanto un augurio per la famiglia. Anzi. La scelta di un simile dono aveva, per lo più, una finalità pratica.


Infatti, in un tempo in cui i bimbi non erano sommersi da abiti e body di marca appositamente realizzati per loro, ma indossavano per lo più lana o filati grezzi, regalare loro qualcosa da indossare immediatamente dopo la nascita che non irritasse la pelle era quasi un obbligo. Come dire, di necessità, virtù.
Così la tradizione si diffuse e il camicino della nascita, poi divenuto camicino della fortuna, divenne un regalo molto ambito.
Col tempo, naturalmente, le cose cambiarono. E lentamente quello del casacchino in seta divenne un vezzo, prima di tutto.
Un dono tenero da conservare e dare al piccolo una volta divenuto grande.

Il camicino della fortuna, in vendita nei negozi della prima infanzia, non va lavato dopo l'uso. Si regala alla mamma dopo il terzo mese e si sceglie, normalmente, in bianco o in rosso, raramente in rosa o azzurro.

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Matrimonio-con-figli

Come organizzare un matrimonio con figli

State per convolare a nozze ma siete alle prese con la presenza dei bambini durante la cerimonia e il pranzo/cena? Ecco alcuni cosngli per intrattenerli e gestirli.

continua »
Befana2014

Calze della Befana fai da te

Se siete stanchi della solita calza, ecco alcune idee alternative per accogliere la Befana (e tutti i dolci e le caramelle che porta) in modo diverso. E due ricette semplicissime per preparare in casa deliziose gelatine di frutta.

continua »
Regali-Befana2018

Ancora regali?

I regali non finiscono mai. Dopo la grande abbuffata di Natale, con l'Epifania molti bambini tornano a ricevere pacchi e pacchetti pieni di giocattoli e dolciumi.

continua »
Tradizioni2_capodanno2014

Tradizioni di Capodanno per un anno fortunato

Lenticchie, cotechino, biancheria rossa, qualcosa di nuovo.... Tutto quello che a capodanno è beneugurale per un anno ricco di sorprese, novità e fortuna. Tra tradizione e marketing.

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network