COME ROMPERE L'ASSEDIO

In presenza di pidocchi l'intervento deve essere immediato, possibilmente lasciando da parte i rimedi della tradizione popolare che o non sono efficaci (aceto e alcool) o rischiano di essere tossici per l'organismo (petrolio).
Meglio, quindi, rivolgersi al proprio pediatra per farsi suggerire un prodotto specifico che annienti i parassiti grazie alla presenza di un principio attivo in grado di eliminare sia gli adulti che le larve e le uova.

Piretro naturale, piretrine sintetiche e malathion sono alla base dei principali prodotti antipediculosi presenti sul mercato, con le stesse sostanze che a volte vengono sapientemente combinate fra di loro.
Oltre alle composizioni, poi, diverse sono le formulazioni tra cui scegliere in base alle esigenze specifiche del soggetto da trattare: shampoo, shampoo-schiuma, gel e polvere sono quelle tra cui è possibile scegliere.

A seconda della formulazione, infine, cambiano le modalità d'uso:
shampoo
e shampoo-schiuma vanno, per esempio, applicati direttamente sui capelli (nel primo caso bagnati, nel secondo appena umidi o addirittura asciutti), massaggiandoli con cura per 5/6 minuti e, quindi, risciacquandoli dopo aver lasciato agire il prodotto per altri 5-10 minuti; dopo di che l'operazione va ripetuta una seconda volta.
Il gel va, invece, applicato sui capelli asciutti secondo la misura indicata (generalmente, una strisciolina di 5-10 cm), prima massaggiando con cura e, poi, rimuovendolo con un normale shampoo dopo 10-15 minuti d'azione antiparassitaria.

In
ogni caso, qualunque sia la formulazione scelta, fondamentale munirsi di un pettine a denti fitti da usare subito dopo il trattamento (e poi ogni due giorni) per rimuovere le lendini e i pidocchi morti.
In particolare, per agevolare la rimozione delle lendini, esiste un particolare prodotto a base di enzimi vegetali che, applicato dopo lo shampoo antiparassitario, porta alla graduale dissoluzione del collante che tiene le uova attaccate ai capelli.


Il trattamento antiparassitario va sempre ripetuto a distanza di 8 giorni per essere sicuri di eliminare anche eventuali larve nate da lendini sopravvisute alla prima applicazione dal momento che le uova maturano e sischiudono 7 giorni dopo essere state deposte.

DOPO LO SHAMPOO SUBITO IN AULA E PER IL GREMBIULE... UN BEL LAVAGGIO A SECCO LOZIONI PREVENTIVE
Una volta scoperti, i pidocchi vanno ovviamente e immediatamente combattuti con opportuni antiparassitari. Non è necessario, però, che il bambino sia tenuto a casa da scuola fino alla fine del trattamento: dopo la prima applicazione, dietro presentazione del certificato medico, il piccolo può tornare immediatamente in classe. Lontano dal corpo umano, i pidocchi non sopravvivono per più di 48-72 ore: per essere sicuri di eliminarli, però, è meglio lavare i vestiti, le lenzuola, le federe... in acqua calda ad almeno 60° oppure a secco. In farmacia, sono in vendita speciali spray che completano il trattamento annientando definitivamente i parassiti e le loro uova. I prodotti antipediculosi non hanno funzione preventiva e, di conseguenza, vanno utilizzati solo in presenza di parassiti e uova. Sul mercato, però, è disponibile una particolare lozione che esplica una spiccata azione pidocchio-repellente, creando localmente condizioni sfavorevoli all'insediamento dei pidocchi.