Come vincere il caldo

Temperature elevate per più giorni consecutivi e alti valori di umidità mettono a dura prova la salute, soprattutto dei più deboli. I consigli del Ministero della Salute per difendersi dal caldo.

Articoli Correlati


ONDATE DI CALORE E SOGGETTI A RISCHIO
Viene definito ondata di calore un periodo prolungato di condizioni meteorologiche estreme caratterizzato da elevate temperature e alti valori di umidità relativa.


I più esposti ai rischi che il caldo prolungato comporta per la salute sono i soggetti che, per motivi vari, presentano problemi al sistema di regolazione della temperatura del corpo, che non viene messo nelle condizioni di disperdere il calore eccessivo attraverso la sudorazione (ecco perché i rischi maggiori si hanno in condizioni di tasso di umidità elevato, quando il sudore evapora lentamente e il corpo stenta a raffreddarsi, con possibili danni agli organi vitali dell’organismo).
Tra i fattori che condizionano enormemente la termoregolazione:
 

  • L’età (nei bambini molto piccoli e negli anziani la termoregolazione è ridotta. Nello specifico i neonati, sono esposti a eccessivo aumento della temperatura corporea e disidratazione per la ridotta superficie corporea e la mancanza di completa autosufficienza)
  • Stati di malattia o presenza di febbre
  • Presenza di patologie croniche
  • Assunzione di farmaci
  • Consumo eccessivo di alcol e droghe

     

    CONSIGLI GENERALI
     

    1. Limitare le uscite nelle ore più calde (dalle 11.00 alle 18.00) evitando, soprattutto, le aree più trafficate e le aree verdi dove più elevati sono i valori di ozono.
       
    2. Indossare indumenti leggeri, non aderenti, evitando le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e possono essere causa di prurito e allergie. Consigliato l’uso di un cappello in stoffa leggera e chiara per proteggere la testa dai raggi diretti e gli occhiali da sole.
       
    3. Seguire una dieta povera di grassi e ricca di vitamine e sali minerali. Particolarmente consigliati gli agrumi, le fragole, i meloni e le verdure colorate ricche di sostanze antiossidanti. Aumentare l’introito di liquidi preferendo l’acqua del rubinetto alle acque oligominerali ed evitando le bevande troppo zuccherine, ricche di caffeina o teina e gli alcolici.
       
    4. Fare docce o bagni tiepidi senza asciugarsi. Bagnarsi di frequente il viso e le braccia con acqua fredda per ridurre la temperatura del corpo ed evitare le docce troppo fredde potenzialmente pericolose per l’organismo quando si rientra accaldati.
       
    5. Limitare se non eliminare del tutto lo svolgimento di attività fisica nelle ore più calde. Per praticare sport, anche in modo non professionistico, le ore migliori sono le prime della mattina e dopo le 18.00.

     

    IN MACCHINA E IN VIAGGIO
     

    1. Non lasciare animali e persone chiusi in macchina, anche se per poco tempo. Le temperature nell’abitacolo, infatti, possono raggiungere in breve tempo anche livelli elevatissimi.
       
    2. Entrando in un’autovettura parcheggiata al sole, ventilare l’abitacolo lasciando aperti per qualche istante gli sportelli. Prima di agganciare i seggiolini di sicurezza dei bambini, verificare che il sedile non si sia surriscaldato.
       
    3. Se si utilizza l’aria condizionata, fissare una temperatura che non sia inferiore ai 5° rispetto a quella esterna.
       
    4. Usare tendine parasole, soprattutto per viaggi lunghi con i più piccoli.
       
    5. Evitare le ore più calde per mettersi in viaggio e controllare prima della partenza le condizioni di traffico per evitare lunghe code sotto al sole.
       
    6. Tenere sempre una scorta di acqua in macchina.
       
    7. Durante i viaggi, consumare pasti leggeri evitando le bevande alcoliche.

     

    CLIMATIZZATORI E CONDIZIONATORI

    Questo argomento richiederebbe un capitolo a parte. A ogni modo:
     

    1. Prima dell’utilizzo di un impianto di climatizzazione, controllare i filtri e cambiarli qualora troppo vecchi o usurati.
       
    2. La temperatura in ambiente domestico è compresa tra i 24° e i 26°.
       
    3. Passando da un ambiente caldo a uno più freddo, è buona norma coprirsi. In particolare i bambini andrebbero protetti dagli sbalzi eccessivi di temperatura. Durante le passeggiate, quando si entra e si esce dai negozi.
      Nelle giornate più torride, evitare di utilizzare elettrodomestici che producono calore (forno, phon, fornelli…).
       
    4. Se si usano ventilatori meccanici, non indirizzarli direttamente sulle persone, ma regolarli in modo da far circolare l’aria in tutta la stanza. Quando la temperatura interna supera i 32° i ventilatori possono aumentare il rischio di disidratazione.

     

    Per maggiori informazioni sull’argomento: www.ministerosalute.it


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Anno-Cane

I bambini del segno del cane

Con la fine dei festeggiamenti per il Capodanno Cinese il 16 febbraio si è ufficialmente entrati nell'anno del Cane. Come saranno i bimbi del 2018 nati sotto questo segno?

continua »
NumeroBambiniItalia

Italia: un Paese di vecchi

Secondo l'ultimo rapporto ISTAT, diminuiscono ancora il numero di nascite in Italia che è, ormai, ai minimi storici. L'età media è 45 anni.

continua »
Corso-tagersmutter

A Milano corso per diventare Tagersmutter

Viene presentato oggi 30 gennaio il Corso di formazione Professionale Tagersmutter 2018. Alle ore 18.00 presso la sede di Baby 360.

continua »
Saporiforti

Sapori forti durante l'allattamento? Perché no?

Esposizione precoce agli antigeni durante l'allattamento o approccio restrittivo? Il dibattito è aperto, ma l'OMS favorisce l'introduzione di cibi forti nell'alimentazione della mamma.

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network