Ribimbo: scambio, compro, vendo

Nato dall’idea di due mamme, Ribimbo.com si pone come obiettivo la valorizzazione del riciclo e del riutilizzo dei beni per ridurre l’impatto dei rifiuti sull’ambiente, tutelando, così, la natura.

Articoli Correlati

Ribimbo: scambio, compro, vendo




 

www.ribimbo.com nasce dall’idea di due mamme con l’intento di promuovere lo scambio e il riutilizzo di beni di consumo destinati all’infanzia in modo tale da divulgare il rispetto e l’amore per l’ambiente e la natura attraverso concetti quali riutilizzo, riciclo, riduzione dei rifiuti.
Gestito dall’Associazione Bimbo e Ribimbo Onlus il sito, completamente gratuito, diventa, quindi, un luogo di incontro per genitori e neogenitori che vogliono entrare a far parte di quella nutrita schiera di famiglie che si presentano come famiglie ecologiche, attente a tutto ciò che concerne il rispetto (per gli altri e l’ambiente) e l’aiuto reciproco.


Non solo, quindi, merce usata da scambiare (e vendere), ma anche pannolini e detersivi ecologici da acquistare, materiale da raccogliere e donare a bambini e famiglie bisognose… (il tutto in fase di progettazione e sviluppo dal momento che Ribimbo è una realtà giovane in crescita e divenire).

 
COME FUNZIONA IL SITO

Per poter accedere alle pagine di compravendita di www.ribimbo.com è necessario registrarsi (in modo completamente gratuito) inserendo la propria mail. Una volta confermata, l’utente ha la possibilità di accedere alle pagine di scambio e vendita oppure inserire un oggetto di cui ci si vuole sbarazzare. Il meccanismo, insomma, è molto semplice.
Tutti gli oggetti presenti sono suddivisi in categorie merceologiche (Abbigliamento Bimbi, Abbigliamento Premamam, Cura del Bambino, Giocattoli, Nanna, Passeggini e seggiolini, Varie). Ciascuna categoria è a sua volta suddivisa in sottocategorie per semplificare ulteriormente la ricerca.
È, inoltre, possibile effettuare ricerche per provincia dal momento che la merce presente proviene da tutta Italia.
I prezzi sono decisamente competitivi e ogni scheda prodotto è corredata con una foto, una breve descrizione, il prezzo e la provenienza dell’inserzionista.

Per quanto riguarda, invece, le inserzioni degli oggetti da vendere, queste sono completamente gratuite, vengono gestite dall’inserzionista stesso e possono essere modificate o eliminate in qualsiasi momento.

Insomma, tutti sappiamo quante cose si accumulino in casa nei primi anni di vita del bambino e che, man mano che questi cresce, diventano sempre più inutili. Perché, dunque, buttarle vie?
Il riciclo rimane senz’altro la soluzione più indicata, economica, veloce e pratica per eliminare quello che non serve più!

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
SIN_SEPSI

Sepsi neonatale

Per la Societa'  Italiana di Neonatologia (SIN) e' necessario tenere alta l'attenzione su questa problematica che e'¨ tra le principali cause di morte neonatale

continua »
Estate_home

Come vincere il caldo

Temperature elevate per più giorni consecutivi e alti valori di umidità mettono a dura prova la salute, soprattutto dei più deboli. I consigli del Ministero della Salute per difendersi dal caldo.

continua »
Percentili-cosa-sono

A cosa serve il calcolo dei percentili

I percentili altro non sono che l'unità di misura inserita all'interno della curva di crescita che permette di stabilire se il neonato (e il bambino) cresce in modo regolare per la sua età. Ecco come si calcolano. 

continua »
SMA-Atrofia-muscolarespinale

SMA, lo screening neonatale contro l'atrofia muscolare spinale

Un semplice prelievo di sangue effettuato nei primi giorni di vita del bambino permette di individuare precocemente eventuali anomalie genetiche causa di atrofia muscolare spinale. E salvare così la vita ai piccoli affetti.

continua »
Cerca altre strutture