Quando cambia il colore degli occhi dei neonati? - Neonato - Bambinopoli





Quando cambia il colore degli occhi dei neonati?

Eccetto rari casi, il colore degli occi dei neonati alla nascita è tendnete al grigio-azzurro. Questo colore non è definitivo e dipende dalla quantità di melanina presente nell'iride.


La maggior parte dei neonati, alla nascita, ha gli occhi di colore grigio-azzurro.
Si tratta di un colore provvisorio che cambia intorno all'anno di età per assumere, solo allora, la colorazione definitiva. Il colore degli occhi, infatti, dipende dalla quantità di melanina presente al momento della nascita. La melanina, infatti, è una sostanza prodotta dai melanociti, dei ricettori che si attivano solo in condizione di luce, determinando il colore dei capelli, della pelle e degli occhi (ecco perché, tendenzialmente, le popolazioni che vivono in condizioni di scarsa luminosità, per esempio i nordici, hanno capelli, pelle e occhi chiari e quelle che vivono in pieno sole tendono ad avere la pelle, i capelli e gli occhi più scuri). Poiché il bambino trascorre i primi nove mesi della sua vita al buio, la melanina non ha modo di attivarsi e, di conseguenza, di fissare il colore degli occhi che alla nascita sono, appunto, tendenti al grigio.

Il colore definitivo, che dipende dal DNA, si determina, di solito, intorno all'anno di età, rimanendo definitivo per tutta la vita.

In generale, ma non sempre le cose funzionano in questo modo, bambini nati da genitori con occhi nocciola o neri, tenderanno ad avere gli occhi neri o nocciola. Stessa cosa dicasi per bambini nati da genitori con gli occhi entrambi azzurri che, molto probabilmente, avranno gli occhi azzurri.

Se, invece, i genitori hanno l'uno gli occhi scuri e l'altro chiari, come norma, prevarrà il colore dominante, ossia il castano/nero.
A determinare, però, il DNA e, quindi, il colore degli occhi (come quello dei capelli) interviene anche il DNA degli altri famigliari, nonni, bisnonni... il cui ruolo non è affatto secondario in questo gioco cromatico.

Capire, quindi, di che colore saranno gli occhi di un neonato non è affatto semplice.
Quello che si può dire, sempre in linea generale, è che se un bimbo nasce con gli occhi blu o castani e in famiglia è presente quel colore, è probabile che tale colore venga mantenuto anche successivamente.
Occhi grigi o cerulei sono, invece, destinati a modificarsi.
Come esattamente solo il DNA può stabilirlo.


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Fasciatoi-pubblici

Quanti pericoli nei fasciatoi pubblici?

Fasciatoi pubblici. Ad avercene! Spesso bar e ristoranti non ne sono attrezzati e nei negozi, trovarne uno, è un'utopia. Per lo meno in Italia. Laddove, però, ci sono, è comunque necessario rispettare alcune norme igieniche (e non solo) prima di utilizzarli.

continua »
Ingorgo-mammario

Ingorgo mammario: cosa c'è da sapere

L'ingorgo mammario è un problema che può intervenire durante l'allattamento al seno pregiudicandone, talvolta, il buon andamento. Ecco cosa fare e come comportarsi.

continua »
Passaggio-biberon-tazza

Dalla tazza al biberon in 5 mosse

Considerata una conquista minore rispetto ad altre più importanti (svezzamento, passaggio dal pannolino al vasino...), il passaggio dal biberon alla tazza rappresenta, comunque, un momento di crescita per il bambino.

continua »
Tappe-crescita-bebe-seduto

Tappe di crescita: il bebè impara a sedersi

Una delle principale conquiste motorie di un bebè è la capacità di sedersi da solo. Questo avviene, generalmente, tra i 4 e i 9 mesi. Ecco come stimolare il piccolo e prepararlo a questo grande passo. 

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network