Farmaci in viaggio: cosa portare con sé

Partire con tutto il necessaire per un pronto intervento in caso di malattia o piccoli incidenti del bambino, è fondamentale. Ecco, dunque, cosa portare con sé per evitare problemi quando si è in vacanza.

Articoli Correlati

Farmaci in viaggio: cosa portare con sé


Se prima uno zaino in spalla era più che sufficiente per garantirvi tutto quello di cui avevate bisogno durante le vacanze, anche qualora queste fossero durate tutta l'estate, la presenza di bambini, in particolare per chi ha in programma viaggi on the road, all'estero o vagamente avventurosi, impone, non solo una serie di scelte atte a garantire l'adempimento delle loro necessità, ma anche il trasporto di bagagli ai quali prima non si era mai prestato attenzione.
Tra le valigie da portare assolutamente con sé non può davvero mancare un piccolo kit di pronto soccorso.


UTILI PER TUTTA LA FAMIGLIA
  • Un disinfettante per le ferite
  • Cerotti, cerottini auto medicanti per le i tagli o le vesciche ai piedi
  • Cotone
  • Garzine sterili
  • Paracetamolo in caso di febbre o stati influenzali
  • Antibiotico a largo spettro
  • Fermenti lattici
  • Se il bambino soffre di cinetosi, ossia mal d'auto, di mare, di aereo o di treno, fondamentale avere con sé una scatola di farmaci anticolinergici


  • A SECONDA DELLA DESTINAZIONE
  • Disinfettante intestinale (nel caso viaggiate in paesi a rischio)
  • Creme, spray e stick per il dopo-puntura. Per i più piccoli, in commercio troverete baby-cerotti antizanzara che rilasciano oli naturali lenitivi e rinfrescanti contro il prurito e i fastidi causati dalle punture.
  • Solari adatti al proprio fototipo
  • Doposole


  • A SECONDA DELLE ESIGENZE SPECIFICHE DEL BAMBINO
    Se il bambino è soggetto a particolari patologie (otite, mal di gola, tosse, reazioni allergiche....) è utile avere con sé i farmaci utilizzati abitualmente per prendersene cura. Soprattutto se si tratta di farmaci che richiedono la ricetta medica, è bene procurarseli prima di partire. Per evitare di esserne sprovvisti al momento opportuno.
    Da tenere presente, inoltre, che la composizione dei singoli farmaci varia da paese a paese. É bene, quindi, informarsi preventivamente anche presso la farmacia locale di quella che dovrà essere la posologia in caso di bisogno.

    IL CONSIGLIO
    Prima di partire, chiedete al vostro pediatra di lasciarvi un suo recapito in modo che, in casi estremi e senza disturbarlo per un semplice raffreddore o un graffio, possiate chiamarlo per chiedere a lui consiglio su come comportarvi.

    Commenta questo articolo

    Ricetta della settimana

    Forse ti potrebbe interessare
    partenza1

    Partire a settembre...

    Costi ridotti, poco traffico per le strade e località turistiche quasi deserte... Per chi ne ha la possibilità settembre è un ottimo mese per partire. Anche solo per qualche giorno.

    continua »
    42854244_m

    Una vacanza portoghese

    Proposta di viaggio per tutta la famiglia a Lisbona e dintorni. Tra delfini, marionette, squali alla scoperta di una delle capitali meno conosciute d'Europa.

    continua »
    Trebesing

    Trebesing: il primo paese per bambini in Europa

    Vacanze formato famiglia? A Trebesing, in Carinzia, piccola località austriaca che vanta il titolo di primo paese per bambini e neonati in Europa. Con tanto di family hotel, attività per i più piccini nel centro storico e sentiero delle favole. Località perfetta sia per le vacanze invernali che per quelle primaverili ed estive.

    continua »
    balena_hp

    Quebec con i bambini

    Nel Quebec c’è una strada chiamata “la strada delle balene', una lunga distesa d'acqua che diventa in estate il loro habitat ideale

    continua »
    Cerca altre strutture