Hockey su ghiaccio, che passione!

L’hockey su ghiaccio contribuisce non solo a formare il carattere, aiuta a sviluppare le spalle, rinforza la schiena, potenzia le gambe.

Articoli Correlati

di Valeria Signori

Hockey è il più veloce sport di squadra del mondo. Viene praticato da circa due milioni di giocatori di diversa età.
Sicuramente l’hockey si può definire uno sport di squadra e di contatto.


Questo genere di sport richiede varie abilità di tipo tecnico e tattico, sia individuali che collettive.

 

HOCKEY UNO SPORT DI SQUADRA

Lo sport di contatto insegna a non temere l’avversario e a fare lavoro di squadra, cooperando tutti insieme, ognuno nel proprio ruolo al conseguimento degli obiettivi.
Accettare che in squadra vi siano giocatori dotati di diversa abilità, condividere i motivi dei successi come quelli delle sconfitte, considerare l’importanza di ciascuno per il contributo che è in grado di dare è sicuramente educativo per i bambini.
Come genitori potemmo avere qualche resistenza nei confronti di un gioco del genere, a causa di quello che si vede in tv sui giocatori professionisti, ma questo sport per i bambini è un po’ differente.

L’hockey in particolare, è una disciplina dura, ma non violenta e, a dispetto di quello che potrebbe sembrare, e se si seguono le regole è difficile farsi male.
Nell’hockey per bambini è vietato il contatto corporeo e grazie alle protezioni le lesioni sono molto rare.  Il gioco corretto deve essere una virtù principale della squadra, vale per tutti coloro che sono coinvolti: giocatori, arbitri, allenatori, collaboratori e genitori.

 
HOCKEY E I BAMBINI

Detto questo, il gioco è assai divertente per chi lo pratica, è soprattutto adatto a bambini vivaci che hanno bisogno di sfogarsi fisicamente, ma anche a bambini timidi che fanno più fatica a relazionarsi con gli altri, la squadra è un ottimo mezzo per fare amicizia e a può aiutarli a conquistare una maggior fiducia in se stessi, ma può giovare anche a chi, al contrario, “soffre” di un’eccesiva sicurezza, di un’irruenza che si trasforma spesso in un atteggiamento “prepotente” e un egocentrismo esasperato.

L’hockey su ghiaccio contribuisce non solo a formare il carattere, aiuta a sviluppare le spalle, rinforza la schiena, potenzia le gambe. L’equilibrio e la capacità di muoversi sui pattini in uno spazio limitato, insegna ai bambini ad essere precisi. Una dote che da grandi può tornare molto utile.

I bambini possono imparare ad andare sui pattini a 2/3 anni e dai 4 anni posso iscriversi presso un centro sportivo per praticare l’Hockey su ghiaccio.



 

L’attrezzatura necessaria per giocare può essere costosa, se comprata nuova, perché è necessario avere:  pattini, bastoni, caschi, uniformi, guanti, tamponi protettivi e boccaglio, e una borsa di grandi dimensioni per il trasporto di tutto,  ma i genitori possono scambiare o vendere oggetti usati. Molte squadre danno inoltre la possibilità del noleggio.
I pattini devono essere affilati dopo circa 4/6 ore di utilizzo.

Per un primo approccio a questo sport potremmo portare il bambino o la bambina interessata a vedere un allenamento e chiedere una lezione di prova, sarà poi il piccolo a sceglierlo per il proprio tempo libero se si sarà divertito e incuriosito.
 

  • Commento inserito da Franco Miozzo il 30 agosto 2017 alle ore 16:18

    Buongiorno, sono molto interessato all'articolo "Hockey su ghiaccio, che passione" di Valeria Signori. Faccio l'attrezzista volontario presso il palaghiaccio di Padova e curo la vestizione dei futuri giocatori di hockey oltre che giocare anch'io nonostante la tenera età (74 anni). Vi chiedevo se fosse possibile pubblicare, seguendo le modalità da voi indicate. Da noi i"primi passi" avvengono a partire da 3 anni. Grazie per l'attenzione

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Iscrizioni-scuola2018-2019

Dal 16 gennaio iscrizioni aperte per l'anno scolastico 2018/2019

Dal 16 gennaio al 6 febbraio sarà possibile inoltrare le domande per le iscrizioni alle classi prime della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado per l'anno scolastico 2018/2019. Le domande andranno presentate online

continua »
Scrivania-bambini

L'angolo studio: come arredarlo

Creare un angolo studio per i bambini significa anche progettare uno spazio in cui piccoli possano sostare a lungo e che non provochi disagio alla schiena o alla vista. Ecco come scegliere tavoli, sedie e complementi d'arredo.

continua »
Shultute

Il primo giorno di scuola nel resto del mondo

Mentre il countdown è iniziato e i giorni di vacanza si contano sulle dita delle mani, ecco cosa succede il primo giorno di scuola nel resto del mondo. Tra prassi consolidate e tradizioni.

continua »
Back-to-school-2017

Back to school. Partire organizzati

La check list delle 7 cose da fare in queste ultime settimane che precedono l'inizio della scuola per non ritrovarsi il giorno prima con l'acqua alla gola e1000 cose da fare e comprare. 

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network