Puliti e felici

Puliti e felici! è uno strumento online per aiutare grandi e piccini a riconoscere i simboli dei prodotti per la pulizia della casa. Per uso degli stessi responsabile e consapevole.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Gli incidenti domestici, in particolare legati a un uso improprio di detersivi e prodotti per la casa, sono tra le principali cause di corse al pronto soccorso con i bambini. Lo sanno bene mamma e papà (o dovrebbero saperlo bene) quando dispongono i flaconi su mensole e scaffali, avendo cura che sia fuori dalla portata dei più piccoli.
D’altra parte, però, una maggiore conoscenza dei simboli e delle icone presenti sulla confezione consentirebbe anche ai più piccini di evitare rischi e stare lontani dai guai.



Con questo spirito nasce Puliti e Felici, il portale web di Assocasa (Associazione Nazionale detergenti e specialità per l'industria e per la casa) realizzato in collaborazione con il Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda di Milano, pensato proprio per informare grandi e bambini sulla sicurezza nell’uso dei prodotti per la pulizia della casa.

 


QUANDO LA CASA È FONTE DI PERICOLO

Le statistiche dimostrano che la maggior parte degli incidenti domestici e delle intossicazioni avviene quando gli adulti sono impegnati a fare altro, in particolare nelle ore che precedono (o seguono) il pranzo o la cena (dalle 11.00 alle 13.00 e dalle 19.00 alle 21.00).
Tra le zone incriminate, quelle in cui vi è la più alta concentrazione di prodotti chimici: la cucina, il bagno, il ripostigilio
I flaconi dei detersivi - colorati, dalle forme stravaganti, pieni di liquidi misteriosi e cremosi - sembrano rivestire un’attrattiva particolare per i bambini che sembrano essere “naturalmente portati” a provarli, assaggiarli, testarli.
Ecco perché la prima precauzione dovrebbe essere quella di riporli sulle mensole più alte, negli scaffali non a portata di mano e vista di bambino. In secondo luogo, quando i bimbi non sono più piccolissimi, potrebbe essere utile dar loro qualche spiegazione in merito ai simboli presenti sulla confezione mettendoli in guardia su quelli che potrebbero essere i rischi in caso di ingestione della sostanza.

 

 
COSA FARE E NON FARE IN CASO DI INGESTIONE

Un utile guida, scaricabile direttamente dal sito Puliti e Felici, tra le altre cose, fornisce ai genitori un pratico vademecum di cose da fare e non fare in caso di ingestione di sostanze tossiche e detersivi da parte del bambino.

COSA FARE:
 

  • Cercare di capire velocemente di che prodotto si tratta e la quantità ingerita (cercando di ricordarsi quanto ce n’era prima nel flacone e quanto ne è rimasto).
  • Rintracciare la via di contatto (ingestione, inalazione, nell’occhio…)
  • Analizzare la condizione di salute del bambino in modo da avere un quadro completo da riferire al medico: per quanto tempo è rimasto solo, presenza di arrossamenti, prurito…, stato psichico (piange, si lamenta, prova dolore…). COSA NON FARE:
     
  • Entrare in panico e trasmettere al bimbo le proprie paure
  • Cercare di provocare il vomito
  • Dare da bere al bambino altre sostanze liquide (compreso il latte)
  • Improvvisare rimedi casalinghi

    In caso di ingestione di sostanze tossiche e detersivi a Milano è possibile contattare il numero 02-66101029 che corrisponde al Centro antiveleni di Milano Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda.

     

     
    UN SITO PER GIOCARE

    Puliti e Felici nasce, però, anche con l’intento didattico di informare i bambini sui pericoli nascosti nei flaconi dei prodotti per l’igiene della casa rendendoli più consapevoli di quelli che potrebbero essere i rischi.
    Per farlo, il portale si avvale di una grafica semplice, di una comunicazione immediata e del gioco (c’è, per esempio, il Gioco dell’Oca). Strumenti basilari per rivolgersi al pubblico dei più piccoli in modo chiaro ed efficace.

     


Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Iscrizioni-scuola2018-2019

Dal 16 gennaio iscrizioni aperte per l'anno scolastico 2018/2019

Dal 16 gennaio al 6 febbraio sarà possibile inoltrare le domande per le iscrizioni alle classi prime della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado per l'anno scolastico 2018/2019. Le domande andranno presentate online

continua »
Scrivania-bambini

L'angolo studio: come arredarlo

Creare un angolo studio per i bambini significa anche progettare uno spazio in cui piccoli possano sostare a lungo e che non provochi disagio alla schiena o alla vista. Ecco come scegliere tavoli, sedie e complementi d'arredo.

continua »
Shultute

Il primo giorno di scuola nel resto del mondo

Mentre il countdown è iniziato e i giorni di vacanza si contano sulle dita delle mani, ecco cosa succede il primo giorno di scuola nel resto del mondo. Tra prassi consolidate e tradizioni.

continua »
Back-to-school-2017

Back to school. Partire organizzati

La check list delle 7 cose da fare in queste ultime settimane che precedono l'inizio della scuola per non ritrovarsi il giorno prima con l'acqua alla gola e1000 cose da fare e comprare. 

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network