Cara Francesca, grazie mille

La storia di Francesca Fiore, mamma, manager e donna, che ha appena ricevuto la Mela d'oro - Premio Marisa Bellisario nella categoria manager.

Articoli Correlati

di Diana Vaturi

Credo sia la prima volta in oltre 10 anni di Bambinopoli che scrivo in prima persona, ma l'argomento merita questa eccezione. Vi voglio parlare brevemente di Francesca Fiore, mamma, manager e donna, che ha appena ricevuto la Mela d'oro - Premio Marisa Bellisario nella categoria manager.


Quest'anno la motivazione dell'attribuzione del premio era Donne motore dell'economia.
Della mamma (anzi super mamma) e della manager parliamo ampiamente nell'articolo che potete leggere cliccando qui, io volevo soffermarmi, visto che ho il piacere di conoscerla personalmente, sull'aspetto donna, perchè in reltà è l'aspetto che comprende e rende possibile la coniugazione degli altri due.

Ho conosciuto Francesca per lavoro quasi 15 anni fa, l'amicizia è nata col tempo, come logica conseguenza dell'incontro di due storie, di una reciproca stima, di percorsi di vita. L'ho conosciuta che ancora non era una super manager e ancora non era una mamma. Eppure era già quello che sarebbe diventata.
La volontà, la forza, le capacità, l'incredibile onestà intellettuale che ne avrebbero fatto un'ottima manager erano già presenti, così come era già presente la disponibilità, la voglia di aiutare, la solidarietà femminile, la flessibilità e la dolcezza che ne avrebbero fatto una splendida mamma.
Il percorso di Francesca non è stato facile, io lo so bene, eppure ecco quattro splendide bambine in 5 anni, tanti amici e amiche, una seconda laurea che è riuscita a prendere, non chiedetemi come, nonostante essere la prima donna italiana con il master a Harvard avrebbe 'saziato' chiunque.
Recentemente sono stata all'incontro Pari o dispare, sul tema delle donne e della comunicazione. Si presentava una ricerca che dimostrava che nel 90% dei casi i media ci propongono modelli stereotipati di donne, siano esse veline, casalinghe più o meno disperate o fenomeni da cronaca nera.
Emma Bonino nel suo intervento diceva 'Ok, ci sono anche quelle, ma dove sono rappresentate quelle donne che studiano, che lavorano, che sono mamme, in breve, dove siamo NOI?'.
Ecco perchè ci tenevo a scrivere queste righe, per dire grazie a Francesca, che testimonia la parte migliore dell'essere donna, che è una di noi.

Diana Vaturi

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Miele-pelle-idratazione

Il miele: un alleato per la pelle

Idratazione e nutrimento sono le parole chiave per una pelle sana. Di seguito un utilizzo diverso del miele come base idratante e nutriente per prodotti cosmetici fai da te.

continua »
seno_ottobre_17

Io ho scelto di prevenire

Nel mese della prevenzione al seno, abbiamo deciso di pubblicare la storia di una mamma che ci ha scritto e che ci fa capire quanto sia importante prevenire e sottoporsi a controlli regolari.

continua »
Baby-sitter-costi

Quanto costa una baby sitter?

Baby sitter: una necessità per molte famiglie che si trovano costrette a ricorrere a questa soluzione mentre mamma e papà lavorano. Quanto costa, però, una baby sitter in regola? Quali sono i doveri da parte del datore del lavoro e quali da parte della tata? 

continua »
Benefici_mare

La salute vien dal mare

Oltre al divertimento e al relax, una vacanza al mare comporta anche benessere per l'organismo. Ecco tutti i benefici in termini di salute che comporta.  

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network