BloggHer

Blog. Vlog. Diari on line. La comunità delle mamme in rete è sempre più numerosa e attiva. Segno dei tempi che cambiano e della necessità di condividere le proprie idee e le proprie esperienze con un pubblico sempre più ampio…

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Secondo un’indagine effettuata qualche tempo negli Stati Uniti dal Pew Internet & American Life Project il 46% dei blogger americani sarebbero donne. Queste signore internaute, la cui età si aggira intorno ai 30 anni, nei loro posting discutono di esperienze personali, famiglia, scuola, mariti e compagni, bambini, maternità… Insomma, parlano del loro mondo, si confrontano, offrono sostegno e consigli. Creano una comunità.
Quella stessa comunità che nel passato era rappresentata da nonne e sorelle, madri e vicine, zie e cugine, le donne la ricreano oggi nella rete, allargando, attraverso i posting, i messaggi, i forum…, il loro giro di conoscenze virtuali. D’altra parte, l’esperienza positiva dei social network insegna che più si è meglio è e che maggiore è la condivisione che viene a crearsi tra le persone, migliore è la possibilità di riuscita nella vita di tutti i giorni.


In Italia, probabilmente, la situazione non è così rosea. Soprattutto in alcune realtà, le donne sono completamente tagliate fuori e le nuove tecnologie sono entità sconosciute di cui aver paura.
Anche da noi, però, qualcosa si sta muovendo e anche da noi, per fortuna, cresce il numero di blog e diari on line al femminile.
Spesso si tratta di semplici pagine in cui raccontare la propria esperienza della maternità, le difficoltà incontrate, le gioie, le soddisfazioni. Magari con l’obiettivo di sfogarsi, di fissare un pensiero, di farlo conoscere ad altre mamme che vivono la medesima situazione.


In alcuni casi, però, questi diari on line si rivelano come una vera e propria fonte da cui trarre informazioni e ispirazioni, consigli e idee. Ve ne segnaliamo qualcuno e saremo ben liete in futuro, qualora anche voi doveste avere un blog tutto vostro, di poter segnalare il vostro indirizzo.

TIPPITAPPI.COM – BLOG PER MAMME ECO-SOSTENIBILI
Lei è una mamma vegana attualmente in attesa di una bimba che nascerà a settembre. Attenta ai temi dell’ambiente e al rispetto della natura, impegnata a far crescere il proprio bambino in modo sostenibile, oltre ad animare il blog, ha dato vita a una collezione di t-shirt in cotone biologico tese a sensibilizzare sui temi vegetariani e ambientalisti (per visionare la collezione completa).
Per le mamme vegetariane e vegane e per tutte coloro che desiderano far crescere i propri piccoli in un mondo in cui il rispetto per ciò che ci circonda riveste un ruolo centrale, il blog è una vero pozzo di informazioni. La sua curatrice (che ha 32 anni e vive in Emilia Romagna) spiega, infatti, come realizzare in casa saponi e detersivi, fornisce indicazioni e marche di pannolini in stoffa con tanto di confronto sui prezzi e le caratteristiche, elargisce ricette animal free anche per bambini, recensisce libri per future mamme in dolce attesa, racconta l’esperienza del suo primo parto in casa… Insomma, un blog decisamente interessante, anche per coloro che non condividono tutto ma proprio tutto quello che c’è scritto.

CREAKIT.COM: LE SCARPINE DI SVEVA
Roberta è una giovane mamma di 43 anni (architetto, appassionata di fai da te, molto creativa) e ha avuto un’idea geniale: ha messo in rete tutte le idee creative che ha avuto da quando è diventata mamma, in particolare la collezione incredibile di scarpine neonato in kit realizzate in DIY (Do It Yorself). Ce ne sono tantissime e sono tutte strepitose. Quasi da collezionare. Oppure da regalare a future mamme e nuovi bambini. Noi ne siamo rimasti incantati. Il blog è molto tecnico. Si parla di scarpe, scarpe e ancora scarpe. E nonostante questo, è adorabile. Ma non finisce qui: Roberta ha un profilo anche su Flickr (la più grande raccolta di foto e immagini della rete). Cliccando qui sarà possibile visionare tutta la mole di lavori creativi realizzati da questa donna che, evidentemente, non riesce a stare con le mani in mano.

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Cadere-gravidanza

Come evitare cadute in gravidanza

Il cambiamento del baricentro, il peso della pancia che sbilancia in avanti la futura mamma, la difficoltà ad adattarsi a una nuova fisionomia, possono aumentare il rischio di cadute. Che in gravidanza, però, sarebbero da evitare. Ecco alcuni consigli.

continua »
5-modi-sentirs-postpartum

5 modi per sentirsi in forma dopo il parto

Se durante la gravidanza pancia e chili di troppo sono ben visti dalle future mamme che li associano al bimbo e alla sua presenza nell'utero, dopo il parto una delle cose più difficili da sopportare per molte donne è proprio la pancetta e le forme arrotondate. Ecco 5 modi per sentirsi a proprio agio anche nei primi mesi di maternità. 

continua »
Gravidanza-al-mare

Al mare col pancione

Manca pochissimo alle tanto attese vacanze e finalmente si parte. Le località marine sono senza dubbio quelle più indicate per le future mamme in dolce attesa che possono godere di tutti i benefici del mare e del sole, sfruttando la vacanza per immagazzinare forze ed energia.

continua »
Diastasi-addominale

Diastasi addominale: patologia post parto non riconosciuta

La diastasi addominale è una vera e propria patologia spesso non riconosciuta dalle neomamme e sicuramente non ritenuta tale dal Ministero che può subentrare dopo il parto con evidenti problemi estetici e di salute.

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network