Rottura prematura delle acque

La rottura prematura della membrana al di fuori del travaglio viene definita PROM. E' un evento che si verifica nel 2-4% delle gravidanze prima della 37° settimana con complicanze più o meno gravi a seconda dell'età gestazionale e delle condizioni di salute del bambino. 

di Alessia Altavilla

La rottura della membrana, comunemente chiamata rottura delle acque, è un vento naturale che nella maggior parte dei casi si verifica o a travaglio già in corso o a a poche ore dall'inizio del travaglio vero e proprio. 
La rottura prematura della membrana è definita PROM e interessa il 10% delle gravidanze a termine (ossia, dopo la 37° settimana di gravidanza) e il 2-4% delle gravidanze prima della 37° settimana. Prima della 22° settimana di gravidanza la rottura prematura della membrana è un fenomeno raro (0,6% delle gravidanza) ma con una prognosi decisamente grave che spesso porta alla perdita del bambino.


La diagnosi viene effettuata con una visita ostetrica mediante esame obiettivo ed ecografia.

PRINCIPALI PROBLEMI CAUSATI DALLA PROM


La terapia che viene utilizzata in casi di PROM ha sostanzialmente due obiettivi:
- Evitare che la madre possa contrarre infezioni facilmente trasmissibili al bambino
- In caso di rottura della membrana prima della 37° settimana, ritardare il più possibile l'inizio del travaglio fino al raggiungimento della maturazione polmonare del bambino.

Da quanto detto sopra, risulta evidente che il comportamento adottato prima e dopo la 37° settimana cambia completamente.
Dopo la 37° settimana, infatti, onde evitare infezioni, generalmente si decide di espletare il parto mediante induzione del travaglio attraverso la somministrazione di ossitocina. La donna viene, comunque, ospedalizzata e tenuta sotto costante controllo tramite visite ecografiche e monitoraggio.

Prima della 34° settimana, il protocollo prevede l'ospedalizzazione della futura mamma che viene tenuta a riposo e sottoposta a una duplice terapia farmacologica:
da una parte una terapia antibiotica di almeno 7 giorni; dall'altra la somministrazione di Betametasone intramuscolo per promuovere la maturazione polmonare

FATTORI A RISCHIO CHE POSSONO PROVOCARE ROTTURA PREMATURA DELLA MEMBRANA

  • Infezioni vaginali
  • Placenta previa
  • Precedente parto pretermine
  • Fumo in gravidanza

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Bonus-bebe2018

Bonus bebè: dal 2019 varrà la metà

Confermato il bonus bebè di 960€ per il 2018 che sarà, però, ridotto del 50% a partire dal 2019. In altre parole, parents to be datevi da fare nei prossimi mesi se volete usufruirne a cifra intera. 

continua »
Annuncio-gravidanza

7 modi divertenti di annunciare la gravidanza

Come annunciare l'attesa di un bimbo a parenti e amici in modo divertente e non convenzionale? Di seguito 10 consigli per farlo validi sia per la futura mamma che per il futuro papà.

continua »
Cadere-gravidanza

Come evitare cadute in gravidanza

Il cambiamento del baricentro, il peso della pancia che sbilancia in avanti la futura mamma, la difficoltà ad adattarsi a una nuova fisionomia, possono aumentare il rischio di cadute. Che in gravidanza, però, sarebbero da evitare. Ecco alcuni consigli.

continua »
5-modi-sentirs-postpartum

5 modi per sentirsi in forma dopo il parto

Se durante la gravidanza pancia e chili di troppo sono ben visti dalle future mamme che li associano al bimbo e alla sua presenza nell'utero, dopo il parto una delle cose più difficili da sopportare per molte donne è proprio la pancetta e le forme arrotondate. Ecco 5 modi per sentirsi a proprio agio anche nei primi mesi di maternità. 

continua »

Cerca altre strutture





Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network