Come proteggere la pelle del bambino

La pelle del neonato è molto delicata e vulnerabile soprattutto nei primi mesi di vita

di Alessia Altavilla

La pelle dei più piccini è più sensibile rispetto a quella di un adulto ed è facilmente soggetta a irritazioni, arrossamenti e alterazioni della funzione barriera. È per questo che è molto importante, sia per il bagnetto che per la detersione utilizzare prodotti specificamente formulati nel rispetto del delicato equilibrio cutaneo privi di ingredienti potenzialmente irritanti e/o sensibilizzanti, come allergeni dei profumi o alcuni conservanti.
I cosmetici per neonati e bambini rientrano essenzialmente in tre categorie:


• prodotti per la detersione
• protettivi per l’area pannolino
• emollienti e idratanti per viso e corpo.

Di seguito, ecco alcuni consigli per orientarsi nella scelta dei prodotti più adatti per neonati e bambini.


COME DETERGERE LA PELLE DEI PICCINI?

  1. Per il bagnetto di neonati un detergente in forma oleosa e non schiumogena che deterge la pelle per affinità preservandola da secchezza e aiutando a contrastare l’eventuale desquamazione.
     
  2.  Per viso e corpo, sia per i piccoli lavaggi che per il bagnetto quotidiano, si può scegliere un prodotto leggermente schiumogeno in crema che deterge senza alterare l'equilibrio lipidico della pelle.
     
  3.  Sì anche ai prodotti che non richiedono risciacquo come le acque micellari, indicate per rimuovere lo sporco su viso, manine e sederino con il solo utilizzo di un dischetto di cotone.
     
  4. È opportuno evitare i prodotti che hanno un eccessivo potere sgrassante inutile e dannoso sulla pelle del bebè.
     

 E' NECESSARIO FARE LO SHAMPOO AI NEONATI?
Nei primissimi mesi di vita, per lavare la testolina, si può utilizzare lo stesso prodotto usato per il bagnetto, perché i capelli sono ancora una fine peluria. In seguito, o qualora i capelli fossero già molto lunghi alla nascita, è necessario acquistare uno shampoo specifico che lavi delicatamente.
In caso di crosta lattea, utilizzate uno shampoo dal potere emolliente che favorisce la rimozione delle crosticine.

COME PROTEGGERE LA ZONA DEL PANNOLINO
A livello dell’inguine, la pelle dei bambini è soggetta allo sfregamento diretto del pannolino, all’umidità per il ristagno di urine e al contatto con le feci. È probabile quindi che, nonostante le attenzioni della mamma, in questa area si possa manifestare una dermatite da pannolino, ovvero una reazione cutanea di tipo irritativo.
Per proteggere questa zona utilizzate una pasta a base di ossido di zinco ad alta percentuale (20%) che crea una barriera protettiva salvaguardando la pelle dalle irritazioni.

COME IDRATARE IL CORPO?
Per idratare e proteggere la delicata pelle dei bambini, anche quotidianamente, si possono utilizzare prodotti fluidi, come creme ed emulsioni. Questi prodotti, specialmente se arricchiti con ingredienti dalle proprietà lenitive e riparative, sono utili in caso di rossori e irritazioni da agenti ambientali (freddo, vento).

Per i neonati sono infine particolarmente adatte le formulazioni in olio per il massaggio, dopo il bagnetto. Un gesto che diventa un momento di complicità tra mamma e bambino e che, come dimostrato da evidenze cliniche, favorisce il benessere psico-fisico del piccolo oltre ad aiutarlo a rilassarsi e prepararlo al sonno.

TRIDERM BABY&KID
Dalla ricerca BioNike, marchio di eccellenza della dermocosmesi in Farmacia, nasce TRIDERM BABY&KID, la linea formulata per prendersi cura della pelle del neonato e del bambino.
Come tutti i prodotti BioNike anche quelli della linea Triderm Baby&Kid sono nickel tested, privi di conservanti e glutine e, quando profumati, con profumo esente da allergeni.

Per maggiori informazioni cliccate qui


Questo articolo è sponsorizzato.

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Linguaggio_neonato

Lo sviluppo del linguaggio e le prime parole

Sebbene la lallazione inizi molto prima, di solito intorno agli 8-9 mesi, lo sviluppo del linguaggio vero e proprio, in cui il bambino prova a chiamare oggetti e persone associandoli a un nome, è successivo e si verifica, generalmente, tra i 13 e i 18 mesi.

continua »
dermatite-atopica-640x320

Dermatite atopica del bebè

È la malattia cronica più frequente tra i neonati. Per fortuna tende a diminuire d'intensità man mano che il bambino cresce. Può essere trattata con creme specifiche e piccoli accorgimenti quotidiani.

continua »
Passeggini-guida-acquisti

Come scegliere il passeggino con le 5W

In un'ottica di consigli per l'acquisto, ecco 5 parametri da tenere sempre in considerazione quando si sceglie il passeggino/carrozzina per il proprio bambino.

continua »
Svezzamento-yogurt

Lo yogurt nello svezzamento

Più digeribile del latte ma con le stesse proprietà nutritive, dalla consistenza cremosa che generalmente piace ai bambini, prezioso per proteggere l'intestino, lo yogurt entra di diritto nell'alimentazione del bebè già a partire dai sei mesi. Ecco perché.

continua »

Cerca altre strutture

Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network