Speciale caldo: dieta ad hoc

Anche la dieta può migliorare la capacità dell'organismo di adattarsi meglio ai primi caldi sopportando le alte temperature. Così, in attesa dell'estate, ecco qualche consiglio aimentare.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

A TAVOLA
La dieta estiva, nel bambino come nell'adulto, dovrebbe essere povera di grassi e ricca di sali minerali, vitamine, fibre e antiossidanti. È proprio attraverso l'alimentazione, infatti, che si comincia a contrastare il rischio di disidratazione che spesso il caldo eccessivo provoca.


Sì, quindi, a frutta e verdura di stagione (almeno tre porzioni al giorno) a pranzo e cena da consumare fresche. La frutta, lavata e tagliata a pezzetti, è ottima anche per la merenda del pomeriggio e lo spuntino a metà mattina. Una macedonia accompagnata, eventualmente, da uno yogurt e dai cereali è perfetta anche per la colazione della mattina che può essere completata con una tazza di latte e due fette biscottate con la marmellata.
Per pranzo consigliata la pasta purché poco condita. Un piatto di spaghetti con pomodoro fresco e basilico sazia senza appesantire. Indicate anche le insalate di riso o di pasta (per esempio, condita con pomodorini freschi, basilico, mozzarella e un goccio di olio extra vergine di oliva crudo). Da evitare, invece, i condimenti eccessivamente grassi quali il ragù o sughi a base di burro, panna o olio fritto.
Come secondo, il pesce è da preferire alla carne perché più digeribile e ricco di grassi polinsaturi. Ai bimbi possono essere proposti pesci senza spine (pesce spada, tonno, sogliole…) cucinati al forno o alla griglia accompagnati da insalate fresche o verdure grigliate condite con poco olio e limone. Tra le carni, preferire quelle bianche (pollo, tacchino…). Anche in questo caso, attenzione alla cottura (da evitare assolutamente i fritti) e al condimento (un battuto di olio extra vergine di oliva, succo di limone, aceto e erbe aromatiche quali origano, timo, basilico…. dà sapore senza appesantire).

In estate, uno dei pasti principali può essere sostituito con una sostanziosa coppa di gelato, meglio se alla frutta e non confezionata.

ACQUA & CO.
L'acqua è un vero e proprio alimento, privo di calorie ma ricco di sali minerali, importantissimi per l'organismo. Gli esperti consigliano, nelle torride giornate estive, di consumare almeno due litri di acqua al giorno fresca di frigo (non gelata) da sorseggiare lentamente nell'arco delle 24 ore. L'acqua naturale, minerale o di rubinetto, è da preferire a quella gassata perché non gonfia. L'apporto calorico è, però, il medesimo nell'una e nell'altra.
Da limitare, invece, il consumo di bibite gassate e troppo fredde capaci solo di dare un refrigerio momentaneo senza, però, placare la sensazione della sete. Attenzione anche al consumo di succhi di frutta troppo zuccherini e calorici. Sì, invece, ai centrifugati di frutta fresca e verdura soprattutto per gli spuntini del pomeriggio e della mattina.
Per i neonati allattati al seno il latte della mamma, offerto a richiesta, è più che sufficiente per mantenere il giusto grado di idratazione del corpo. Per gli altri, accompagnare il biberon del latte con uno di acqua minerale da offrire al piccino di tanto in tanto nel corso della giornata.
Attenzione alle bibite e all'acqua eccessivamente gelate che possono causare una congestione (si verifica quando lo sbalzo tra la temperatura corporea e quella della bevanda introdotta è eccessivo e provoca una contrazione delle pareti dello stomaca responsabile di nausea, difficoltà respiratoria, repentino mutamento della pressione arteriosa).

RICAPITOLANDO
 

  • Bere almeno due litri di acqua al giorno non troppo fredda
  • Limitare il consumo di bevande gassate e succhi di frutta confezionati
  • Aumentare l'introito di sali minerali e vitamine attraverso un consumo quotidiano di frutta e verdura di stagione
  • Sì a un piatto di pasta a pranzo o a cena condito con sughi leggeri privi di grassi
  • Preferire il pesce alla carne
  • Limitare il consumo di sale e spezie piccanti, privilegiando condimenti a base di olio extra vergine di oliva, limone e erbe aromatiche
  • Le cotture al vapore, al forno o alla griglia sono più leggere rispetto ai fritti e agli stufati.
  • Il gelato è un alimento completo che può tranquillamente sostituire un pasto principale
  • La colazione deve essere ricca e genuina a base di frutta (macedonia o frullati), yogurt o latte, carboidrati (due fette biscottate con marmellata), fibre (cereali, corn flakes)

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Cibi-anti-stress

Lo stress si combatte a tavola

Se le vacanze sono già un ricordo lontano e la sveglia al mattino, gli impegni lavorativi, la gestione familiare.... aumentano il livello di stress giornaliero, provate a ritrovare tranquillità e pace inserendo questi alimenti nella vostra dieta.

continua »
Snack_time

La merenda per la scuola

Frutta, un pacchetto di biscotti secchi o crackers salati, una fetta di torta… Cosa proporre ai bimbi per l’intervallo a scuola che fornisca loro nutrimento ed energia senza, però, appesantirli e 'riempirli' con calorie inutili.

continua »
Cortilia-verdure

5 trucchi per far mangiare le verdure ai bambini

Il mio bambino non mangia le verdure! Quante voltte abbiamo detto o sentito questa frase?  Dai piatti che sprizzano creatività ai centrifugati, dai giochi in cucina alle micro porzioni. Ecco 5 trucchi per far mangiare le verdure ai bambini, divertendoli e coinvolgendoli.

continua »
Latte_vegetale

Latte vegetale: le alternative al latte vaccino

Di riso, di soya, di mandorle… Il latte vegetale, consumato da vegani e vegetariani, può diventare un’ottima alternativa al latte vaccino anche per chi vegano e vegetariano non lo è. Particolarmente indicato in caso di intolleranza al lattosio o in presenza di virus gastrointestinali quando latte e latticini andrebbero evitati.

continua »

Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network