I diritti alimentari dei bambini

Reso noto da Bambini in cucina, associazione senza scopo di lucro che promuove il valore affettivo, educativo, di condivisione e divertimento del cucinare assieme ai bambini, ecco il Manifesto dei diritti alimentari dei bambini.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

Bambini in cucina è un’associazione senza scopo di lucro nata nel 2006 grazie al lavoro di un gruppo di mamme convinte che l’amore verso i propri figli dovesse passare anche dalla tavola, luogo di incontro, scambio, divertimento ed educazione.
L’obiettivo, infatti, è quello di condividere momenti significativi con i bambini spostando l’attenzione sulla cucina, intesa come focolare accogliente e luogo di ricezione di tradizioni e usanze antiche.


Partendo da questa convinzione, quindi, la cucina diventa il luogo più adatto per sviluppare curiosità, manualità, creatività e autostima, diventando il palcoscenico di un percorso formativo, facile da attuare anche in casa, che vede negli alimenti (e nella combinazione tra loro) lo strumento più adatto per coinvolgere in modo totale e completo i cinque sensi.

L’educazione alimentare, perciò, è al centro delle attività proposte da a rel='nofollow' href='http://www.bambiniincucina.it' target='_blank'>Bambini in cucina che, sul territorio milanese, agisce ed è presente con laboratori, workshop, conferenze, eventi, manifestazioni... rivolte sia alla scuola sia ai privati.

A questo proposito segnaliamo il laboratorio che si svolgerà domenica 22 maggio alle ore 11.00 presso la Libreria dei Ragazzi di Monza Il pane dell’amicizia; e i corsi di cucina che si terranno dal 17 luglio al 14 agosto presso il Villaggio Valtur di Marileva rivolto ai bambini da 5 a 11 anni.

 
IL MANIFESTO DEI DIRITTI ALIMENTARI DEI BAMBINI

  1. Il diritto a un pasto sano: adeguato alle esigenze di crescita e di salute di ciascuno, in termini di qualità e di quantità.
     
  2. Il diritto alla convivialità: e a consumare i pasti in un clima sereno e col televisore spento, a essere ascoltati e non essere esclusi dalla conversazione a tavola.
     
  3. Il diritto a un ampio ventaglio alimentare: e a essere accompagnati con rispetto nella conoscenza dei propri gusti, liberi di rifiutare alcuni alimenti sgraditi.
     
  4. Il diritto di accesso alla cultura del cibo: anche con l’esperienza diretta della coltivazione, per riscoprire il piacere di conoscere e curare quello che poi si consuma.
     
  5. Il diritto a una cucina sicura: in termini di arredi, di utensili, di metodi di cottura e di conservazione degli alimenti.
     
  6. Il diritto di imparare a cucinare: di apprendere a poco a poco i gesti, gli strumenti e le operazioni necessarie per preparare un pasto, sempre con un adulto al fianco e con le necessarie precauzioni di sicurezza.
     
  7. Il diritto ad avere guide responsabili: ovvero adulti che si assumano la responsabilità dell’educazione alimentare e che si impegnino a perseguire costantemente questo obiettivo.
     
  8. Il diritto al rispetto delle differenze: a non sentirsi esclusi se si hanno esigenze alimentari diverse da quelle degli altri bambini e a trovare, specie nella ristorazione pubblica, competenza e disponibilità.
     
  9. Il diritto a informazioni veritiere sul cibo: sia da parte della famiglia, sia da parte delle aziende che producono o distribuiscono alimenti destinati ai bambini.

     

    Per maggiori informazioni www.bambiniincucina.it dove, tra le tante cose, potrete anche trovare l’elenco delle pubblicazioni dell’associaizone.


Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Libri-sotto-albero2017

3 libri stupendi da mettere sotto l'albero di Natale

Si dice che a regalare libri non si sbaglia mai. Se poi i libri, oltre a essere interessanti, sono anche divertenti e belli da sfogliare, ancora meglio. Ecco 3 titoli per bambini dai 5 anni in su da mettere sotto l'albero di Natale.

continua »
Scandinavia

Gli Scandinavi lo fanno meglio

Punto di riferimento per il design, il sistema scolastico, il welfare, la cultura hygge, gli Scandinavi stanno imponendo ovunque anche il modello educativo e genitoriale come il migliore del mondo. Ecco le 6 ragioni per le quali in Nord Europa i bambini sarebbe più felici e i genitori più sereni.

continua »
Troppi-giocattoli

5 motivi per smettere di comprare giocattoli

Il giocattolo è il pane quotidiano del bambino. La maggior parte degli esperti, però, sottolinea come i bimbi che ne hanno pochi crescano meglio e siano più sereni. Ecco come liberarsi del superfluo.

continua »
Alfabeto-Montessori

Attività creative per insegnare a scrivere ai bambini

Seguendo il metodo Montessori, ecco alcune attività ludiche e creative allo stesso tempo da proporre ai bambini per insegnar loro a leggere. 

continua »

Cerca altre strutture








Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network