Influenza: si curi chi può

Le direttive del Ministero della Salute per contrastare i virus influenzali che già in questi giorni stanno mettendo a letto decine di persone, soprattutto bambini.

Articoli Correlati

Influenza: si curi chi può


On line le direttive messe a punto dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali per contrastare e prevenire l'arrivo dell'influenza che già in queste ultime settimane ha messo a letto decine di persone.
In particolare, vengono indicate le misure preventive adottabili da chiunque per diminuire o ridurre a zero il rischio di contagio:


 
  • lavarsi sempre le mani con acqua e sapone, in particolare prima di mangiare e dopo aver avuto rapporti con persone influenzate.
  • Coprirsi bocca e naso con la mano quando si sternutisce o tossisce, avendo cura di lavarsi le mani subito dopo.
  • Nelle fasi iniziali dell'influenza, quando il rischio di contagio è maggiore, evitare il contagio con gli altri, preferendo un 'isolamento' volontario a casa.

     

    In materia, invece, di vaccinazione, la circolare ministeriale, oltre ad aggiornare la composizione dei vaccini antinfluenzali, sottolinea un efficacia in media nell’80% dei casi.


    Il vaccino antinfluenzale, infatti, somministrato generalmente a partire dalla metà di ottobre e fino alla fine di dicembre, è indicato per la protezione di tutti i soggetti che non abbiano specifiche controindicazioni alla sua somministrazione.
    Tra coloro che possono usufruire della vaccinazione gratuita:
  • Soggetti di età pari o superiore a 65 anni
  • Bambini di età superiore ai 6 mesi
  • Ragazzi e adulti affetti da malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio e malattie dell’apparato cardio-circolatorio; malati di diabete mellito e altre malattie metaboliche; persone con problemi renali, tumori o affetti da malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi; infiammazioni croniche e sindromi da malassorbimento intestinali...

     

    Il vaccino è, poi, caldamente consigliato a bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale e alle donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza.
    La vaccinazione, invece, è controindicata nei lattanti sotto ai sei mesi per mancanza di letteratura clinica sulla pericolosità o meno del vaccino su bimbo così piccoli.

    Per saperne di più: www.ministerosalute.it

     


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Regali-maestre2022

Regali per le maestre: qualche idea

Ultime settimane di scuola tra verifiche, feste da preparare, spettacoli da allestire. Avete già pensato al regalo per le maestre?

continua »
Epatite-bambini2022

Epatite acuta nei bambini: cosa ne sappiamo

Cresce l'allarme per la segnalazione di casi di epatite acuta nei bambini sotto ai 10 anni in diversi Paesi europei tra cui l'Italia. Di cosa si tratta? Quanto dobbiamo preoccuparci?

continua »
Musicose-Rovereto

Musicose, esperienza multisensoriale al MART di Rovereto

Ideato da Giuseppe Aceto, Musicose è un progetto del Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto per avvicinare i più piccoli all'arte e alla musica.

continua »
Gardening-children

Giardinaggio con i bambini: come coinvolgerli

Sviluppare il pollice verde nei bambini è importante perché li aiuta a responsabilizzarsi, li avvicina alla natura e li rende partecipi di un qualcosa di cui gode tutta la famiglia. Ecco come coinvolgerli.

continua »
Cerca altre strutture