Influenza: si curi chi può

Le direttive del Ministero della Salute per contrastare i virus influenzali che già in questi giorni stanno mettendo a letto decine di persone, soprattutto bambini.

Articoli Correlati

Influenza: si curi chi può



On line le direttive messe a punto dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali per contrastare e prevenire l'arrivo dell'influenza che già in queste ultime settimane ha messo a letto decine di persone.
In particolare, vengono indicate le misure preventive adottabili da chiunque per diminuire o ridurre a zero il rischio di contagio:
 


  • lavarsi sempre le mani con acqua e sapone, in particolare prima di mangiare e dopo aver avuto rapporti con persone influenzate.
  • Coprirsi bocca e naso con la mano quando si sternutisce o tossisce, avendo cura di lavarsi le mani subito dopo.
  • Nelle fasi iniziali dell'influenza, quando il rischio di contagio è maggiore, evitare il contagio con gli altri, preferendo un 'isolamento' volontario a casa.

     

    In materia, invece, di vaccinazione, la circolare ministeriale, oltre ad aggiornare la composizione dei vaccini antinfluenzali, sottolinea un efficacia in media nell’80% dei casi.


    Il vaccino antinfluenzale, infatti, somministrato generalmente a partire dalla metà di ottobre e fino alla fine di dicembre, è indicato per la protezione di tutti i soggetti che non abbiano specifiche controindicazioni alla sua somministrazione.
    Tra coloro che possono usufruire della vaccinazione gratuita:
  • Soggetti di età pari o superiore a 65 anni
  • Bambini di età superiore ai 6 mesi
  • Ragazzi e adulti affetti da malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio e malattie dell’apparato cardio-circolatorio; malati di diabete mellito e altre malattie metaboliche; persone con problemi renali, tumori o affetti da malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi; infiammazioni croniche e sindromi da malassorbimento intestinali...

     

    Il vaccino è, poi, caldamente consigliato a bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale e alle donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza.
    La vaccinazione, invece, è controindicata nei lattanti sotto ai sei mesi per mancanza di letteratura clinica sulla pericolosità o meno del vaccino su bimbo così piccoli.

    Per saperne di più: www.ministerosalute.it

     


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
primosoccorso_cv

Primo soccorso: ferite

Come comportarsi in caso di ferite, tagli, sbucciature... per evitare infezioni.

continua »
pronto intervento_cv

I bambini. Come proteggerli. Come soccorrerli

Un corso di pronto soccorso chiaro, semplice e certificato per tutti. Presentato a Palazzo Marino, aggiornato secondo le nuove normative europee, torna il video I nostri bambini. Come proteggerli. Come soccorrerli.

continua »
abbautunno_cv

Abbigliamento bimbi: capi must have per l'autunno

8 capi che ogni bambino dovrebbe avere nell'armadio per affrontare l'autunno. Dagli stivali al trench ecco alcuni capi moda indispensabili e il consiglio per gli acquisti.

continua »
meditazione_cv

Meditazione per bambini. Come riscoprire il silenzio interiore

La meditazione è una pratica che, con i dovuti aggiustamenti del caso, è adatta anche ai più piccoli: attraverso la meditazione, infatti, possono imparare a rilassarsi a scoprire il proprio io interiore. 

continua »
Cerca altre strutture