Back to school

Vacanze agli sgoccioli. Scuola alle porte. É tempo di pensare agli acquisti per la scuola... Con un occhio di riguardo al portafogli.

Articoli Correlati

Ultimi scampoli di vacanze e poi di nuovo tutti a scuola, equipaggiati di cartella, zainetto, diario, penne, matite, grembiule… Come tutti gli anni, il nostro consiglio per il Back to school è quello di non ridursi all'ultimo momento e procedere all'acquisto del materiale scolastico valutando bene e con calma quello che è meglio comprare subito per evitare inutili corse dopo e quello per cui, invece, è meglio attendere i consigli e le indicazioni degli insegnanti.

UNA LISTA LUNGA COME QUELLA DELLA SPESA


 
  • Lo zaino o la cartella:
    lo zaino (o la cartella) è una di quelle cose per le quali non serve aspettare le indicazione della maestra e che è meglio comprare con calma prima dell'inizio della scuola, eventualmente, dedicando alcune giornate al confronto dei prezzi e all'esame della qualità dei prodotti in vendita sul mercato (a parità di marca, infatti, zaini e cartelle costano meno nei grandi centri commerciali e presso i grossi punti di distribuzione che in cartoleria o nei negozi specializzati. Vale la pena, quindi, farvi un giro per un risparmio che, spesso, è decisamente notevole). Da valutare, poi, oltre al prezzo e alla resistenza, anche la sua 'portabilità'. Molti modelli, infatti, una volta riempiti, tendono a far assumere al bambino una posizione sbagliata che, alla lunga, potrebbe risultare dannosa per la colonna vertebrale e per la schiena (è accertato, infatti, che molti dei problemi di postura della prima infanzia sono proprio da attribuirsi al peso eccessivo e a un uso scorretto dello zaino).

    Tra i tanti, noi consigliamo quelli dotati di carrellino con maniglia allungabile come le valigie da viaggio. Si portano sulle spalle, ma all'occorrenza possono essere trascinati come normali trolley.
  • L'astuccio:
    ne esistono di mille forme e colori, rigidi, morbidi, a sacchetto, a trousse, a bustina… La scelta, quindi, dipende solo ed esclusivamente dalle necessità del bambino e, ovviamente, dal costo. Quelli griffati, infatti, possono costare anche parecchio e, il più delle volte, non vale davvero la pena spendere troppo per un oggetto che, dato l'uso, ha comunque una durata limitata. Anche in questo caso, vale confrontare i prezzi dei vari punti vendita optando per quelli meno cari.
    Il nostro consiglio è di comprarne due, uno per le penne, la matita nera, la gomma, il righello e il temperamatite; l'altro per i colori (matite colorate, pennarelli…). Per quanto riguarda il modello, quelli a bustina in plastica, eventualmente lavabili, sono perfetti e hanno costi decisamente più bassi rispetto a quelli completi di tutto. Il risparmio operato sull'acquisto dell'astuccio potrà essere investito sulle matite colorate e i pennarelli che, invece, dovranno essere di ottima qualità per evitare che già a novembre dobbiate ricomprare tutto nuovamente.
  • Matite colorate, pennarelli & co.:
    dovranno essere di ottima qualità anche a costo di prezzi più elevati (i costi scendono se l'acquisto viene effettuato presso i grossi centri commerciali). Matite colorate e pennarelli scadenti, infatti, durano poco, le matite si spezzano e sono difficili da temperare mentre i pennarelli si consumano nel giro di breve tempo. Molte marche, poi, danno la possibilità di effettuare singole sostituzioni, cosa che alla lunga si rivela decisamente molto comoda (se, infatti, il bambino dovesse utilizzare una matita o un pennarello più di un altro/a, non dovrete comprare tutta la scatola ma limitarvi a sostituire il colore più usurato).
  • Il diario:
    per ciò che concerne il diario, soprattutto per il bimbi di prima elementare, è consigliato aspettare le indicazioni della maestra. Se, però, per esperienza passata sapete che in merito è lasciata completa libertà di scelta ai genitori, preferitene uno con le pagine a righe o quadretti grandi in modo che per il piccolo sia più semplice annotarvi compiti e avvisi. I giorni della settimana dovranno essere ben visibili e ognuno dovrà occupare l'intera pagina. I fogli non dovranno essere troppo sottili, la copertina rigida e la rilegatura ben fatta. Prima dell'inizio della scuola, poi, per limitarne il deterioramento, provvedete a coprirlo con una copertina di plastica trasparente.
  • I quaderni:
    il consiglio è quello di aspettare a procedere all'acquisto dei quaderni. Ogni anno, infatti, le esigenze e le richieste degli insegnanti cambiano e il rischio è quello di acquistare materiale inutile che poi viene abbandonato nell'armadio. Da sapere, poi, che i quaderni costano meno se comprati nei supermercati a pacchi e nelle grosse catene di distribuzione. Esistono, poi, dei veri e propri 'outlet' da cui, generalmente, si riforniscono gli uffici dove troverete quaderni, penne, gomme… a prezzi bassissimi. Tutti i quaderni devono essere ricoperti con copertine plastificate e intestati (nome e cognome dello scolaro, classe e scuola) sia con un'etichetta da appiccicare alla copertina sia nelle prime pagine negli apposito spazi.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Melissa il 8 ottobre 2011 alle ore 20:15

    Mi piace la scuola:) Adoro i giochi:)

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Analfabeti-funzionali

Adolescenti analfabeti funzionali

Allarme di Save the Children: un adolescente su due non capisce quello che legge. Lo comunica il presidente dell'Associazione Claudio Tesauro.

continua »
Giochi-senza-frontiere

Come organizzare una giornata 'sportiva' con tutta la classe

Volete organizzare una giornata all'insegna dello sport e del divertimento con tutta la classe? Cercate idee per coinvolgere bambini e genitori in un campionato all'insegna dei giochi senza frontiere? Leggete qui.

continua »
Giornata-mondiale-terra

Come parlare della Terra ai bambini

In occasione della Giornata Mondiale della Terra che si celebra oggi, ecco alcuni film e cartoni animati che affrontano l'argomento ambiente per spiegarlo ai bambini.

continua »
audible_home_1

Note di viaggio

Fare i bagagli. Salire in macchina. Pronti per un altro viaggio? Ma questa volta, forse, sarà meno noioso del solito ...

continua »
Cerca altre strutture