In fuga dal glutine - Età scolare - Bambinopoli





In fuga dal glutine

... ma con educazione. È il nome del progetto proposto da AIC Lazio (Associazione Italiana Celiachia) per gli insegnanti delle Scuole Primarie.

È partito il 17 gennaio il progetto organizzato e promosso da AIC - Associazione Italiana Celiachia - Lazio rivolto a tutti gli insegnanti delle Scuole Primarie della Regione Lazio dal nome In fuga dal glutine... ma con educazione.


Lo scopo è quello di sensibilizzare gli insegnanti con informazioni precise e dettagliate sul problema fornendo loro gli strumenti necessari per parlarne agli studenti in modo chiaro e con metodologia ludica.

L'obiettivo, infatti, non è solo quello di insegnare agli alunni cosa sia la celiachia e quali problematiche si porti dietro, ma soprattutto di affrontare con loro in modo più ampio e articolato un discorso sull'integrazione e l'educazione alle diversità - alimentari, culturali... - intese come risorse e ricchezze e non come limiti.



 
L'ATTIVITÀ DI AIC NELLE SCUOLE


L'attività di AIC Lazio nelle scuole inizia nel 1998, per ridurre il disagio dei bambini celiaci - ovvero intolleranti al glutine - che proprio a scuola vivono il primo 'trauma': una dieta che a casa è più facile da mantenere e capire di quanto non lo sia tra compagni di scuola, festicciole, tartine e pizzette a cui il bimbo celiaco deve dire di no. È fondamentale, però, che possa dirlo senza frustrazione e con coscienza.

Così, proprio su richiesta di AIC Lazio, il Comune di Roma riconosce il 1 settembre 1993 il diritto al pasto senza glutine nelle scuole. È il primo successo di una attività mirata all'integrazione scolastica, che oggi prosegue orientandosi direttamente agli insegnanti.

 
IN FUGA DAL GLUTINE IN SOSTANZA


Le scuole che faranno richiesta di adesione al progetto In fuga dal glutine saranno sede di cicli di incontri con i docenti condotti da una dietista e da una psicologa, della durata di un'ora e mezza, allo scopo di presentare la celiachia, le attività dell'Associazione e le motivazioni e l'utilità della divulgazione.

In linea di massima, è previsto un incontro per ogni istituto interessato replicabile, però, su richiesta dei docenti. Durante ogni incontro saranno trattati concetti base legati alla celiachia, dall'aspetto medico-scientifico a quello psicologico, con l'aiuto di vivaci e dinamiche slides.

Gli incontri sono totalmente gratuiti per la scuola e costituiscono una delle molte attività realizzate ogni anno da AIC
Gli Istituti scolastici interessati potranno inoltrare la richiesta di ammissione inviando un'e-mail a sabrinapulcini@libero.it oppure telefonare al numero 331-7844849 segnalando il nome della scuola, il nome di un referente ed eventuali disponibilità di giorni e ore.

Il termine per presentare le candidature delle scuole è fissato al 10 marzo 2011 per la prima tranche di incontri che avranno luogo nel primo semestre dell'anno. Una seconda tranche sarà programmata in seguito con tempi e modalità da stabilirsi a seconda dell'entità delle richieste.

 

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Redooc-compiti-vacanze-al-mare

Chi ha paura dei compiti delle vacanze?

Sebbene la scuola non sia ancora finita, ecco alcuni consigli per organizzarsi al meglio con i compiti delle vacanze. Redooc, infatti, offre una soluzione a portata di clic per renderli meno “ingombranti” e più divertenti!

continua »
Proteggere-bambini-rete

5 regole per proteggere i nativi digitali

Utilizzano tablet e smartphone ancor prima di imparare a leggere e scrivere e sono perfettamente in grado di usare internet per studio o divertimento. Anche i nativi digitali, però, vanno protetti dai rischi che la rete comporta. Ecco alcuni consigli per farlo. 

continua »
Totoro

Buon compleanno Totoro

Il mio vicino Totoro compie 30 anni e a tutt'oggi rimane un vero e proprio capolavoro della cinematografia dell'infanzia, in grado di emozionare i bambini di tutte le generazioni. Ecco le ragioni del successo. 

continua »
Zaino-uguale-per-tutti

A Novara zainetto uguale per tutti

Uno zainetto uguale per tutti i bambini. Succede a Novara dove una scuola elementare ha fornito a tutti gli aluni il medesimo zainetto, anonimo, non griffato e gratuito. La storia nasce sui social e apre il dibattto. 

continua »
Cerca altre strutture






Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network