Informatica sin da piccoli

Corsi di informatica per il tempo libero anche per i piccolissimi. Purché si rispettino i loro tempi di apprendimento e non li si sovraccarichi di lavoro.

Computer e internet: prima ci si sa destreggiare con i nuovi strumenti della tecnica, prima si potranno accelerare i tempi di apprendimento e la conoscenza del mondo che ci circonda. Se questo è vero per gli adulti, lo è ancor di più per i bambini tanto è vero che l'insegnamento dell'informatica, aule, laboratori e insegnanti permettendo, è ritenuto fondamentale anche all'interno delle scuole.
Qualche dubbio, però, sull'età giusta per far intraprendere al bambino un corso di informatica extra-scolastico rimane. Quando iniziare? Qual è il momento migliore?


Pedagogisti e psicologi concordano nel ritenere che, con un approccio corretto e graduale, anche i più piccoli in età prescolare possono impadronirsi dei primi rudimenti informatici già a partire dai 4 anni. Le lezioni, però, dovranno avere un carattere ludico e sfruttare il potenziale creativo e l'immaginazione dei piccoli corsisiti.

L'atteggiamento è simile a quello relativo all'insegnamento delle lingue straniere:
familiarizzare con il pc in età precoce renderà facili, in seguito, anche le funzioni più complesse e l'uso del computer e la conoscenza di internet, con la dovuta supervisione di un adulto, può, quindi, iniziare già dalla scuola materna.


Una regola basilare, però, consiste nel rispettare le età dello sviluppo, le aree di interesse individuali, la gradualità nell'approccio all'informatica che deve essere vissuta come gioco e non come lezione.

Una volta appresi i rudimenti dell'informatica e dell'utilizzo del computer, il bambino con il pc potrà fare veramente di tutto: disegnare, giocare, colorare, navigare in Internet, creare musica con la tastiera, approfondire sulla rete materie di studio...
Le ludoteche più moderne si stanno attrezzando per avere almeno un terminale con Internet- point. I primi approcci, per bimbi di quattro anni, saranno naturalmente quello di scoprire l'hardware: mouse, tastiera, accensione del video.
Ma il pc serve anche, per esempio, per migliorare la capacità di scrittura e organizzare il lavoro tramite l'archivio testi. Dopo aver preso destrezza con l'hardware, si potrà dare spazio alla fantasia utilizzando i vari programmi , i Cd-Rom e, naturalmente, Internet.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Tangram

Tangram: fantasia al potere

Il Tangram, antico gioco cinese che prevede la costruzione di figure a partire da 7 pezzi geometrici diversi, è molto più che un gioco per bambini. E aiuta a sviluppare concentrazione e metodo.

continua »
Coding2022

Coding: passatempo estivo

3 consigli per avvicinare i bambini al coding in modo divertente, ludico e veloce. Senza stress e bypassando l'idea che programmare sia un'attività noiosa da nerd.

continua »
Analfabeti-funzionali

Adolescenti analfabeti funzionali

Allarme di Save the Children: un adolescente su due non capisce quello che legge. Lo comunica il presidente dell'Associazione Claudio Tesauro.

continua »
Giochi-senza-frontiere

Come organizzare una giornata 'sportiva' con tutta la classe

Volete organizzare una giornata all'insegna dello sport e del divertimento con tutta la classe? Cercate idee per coinvolgere bambini e genitori in un campionato all'insegna dei giochi senza frontiere? Leggete qui.

continua »
Cerca altre strutture