La scelta della scuola: primi quesiti

Gennaio, tempo di scelte in materia scolastica. Ecco come orientarsi tra le numerose proposte, tenendo conto di quelle che sono le proprie esigenze e quelle dei piccoli.

Articoli Correlati

Settembre è ancora lontanissimo, ma il tempo di scegliere la scuola per il proprio figlio è arrivato. A gennaio, infatti, si aprono le preiscrizioni alla scuola elementare e le offerte tra le quali scegliere sono numerose e molto diversificate tra loro. Ecco alcuni consigi per decidere serenamente, tenendo conto di quelle che sono le proprie esigenze e le esigenze del proprio bambino.

Innanzitutto, è bene porsi delle domande, la risposta alle quali consentirà di operare una prima cernita, cominciando a scremare le proposte meno interessanti per il proprio caso:


 
  • Cosa voglio dalla scuola di mio figlio?
  • Quali sono le mie esigenze pratiche? Ho necessità che il bambino rimanga a scuola anche nel pomeriggio, o invece è un problema che nel mio caso non si pone?
  • Mi piacerebbe che a scuola mio figlio avesse la possibilità di praticare attività extra-scolastiche oppure è un fattore che non mi interessa prendere in considerazione in questa fase?
  • Che peso do ai laboratori e agli insegnamenti di un'eventuale seconda lingua straniera?
  • Con quale metodo vorrei che il bambino fosse formato? Conosco quelli principali e so cosa aspettarmi da essi?

     

    Partendo proprio da questi primi quesiti, sarebbe bene poi raccogliere informazioni sull'Istituto prescelto: che garanzie di serietà offre?, com'è il corpo docenti?, che strutture può garantire?, sino ad arrivare ai dettagli, per esempio, esiste un servizio pullman che prende e riaccompagni i piccoli all'inizio e alla fine delle lezioni?


    Sembrano interrogativi banali, ma spesso è proprio dalle piccole cose che è possibile riconoscere la validità di una scuola e il suo essere in grado di venire incontro alle proprie esigenze. Nulla va lasciato al caso: se conoscete qualcuno che già frequenta l'Istituto o che lo ha fatto in passato, informatevi chiedendo quante più notizie possibile. Prendete informazioni anche sul servizio mensa, sulle attività in palestra, sul Direttore e, se possibile, anche su eventuali insegnanti, facendo, magari, richiesta, al momento dell'iscrizione, di una sezione ben precisa.

    Insomma, il momento della scelta della scuola è un momento importantissimo perché condizionerà la vostra vita, e quella del vostro bambino, per i restanti 5 anni e limitarsi a qualche notizia sommaria contenuta in qualche libretto o depliant illustrativo, non sarebbe certo il modo migliore per affrontare seriamente la questione.


Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Tangram

Tangram: fantasia al potere

Il Tangram, antico gioco cinese che prevede la costruzione di figure a partire da 7 pezzi geometrici diversi, è molto più che un gioco per bambini. E aiuta a sviluppare concentrazione e metodo.

continua »
Coding2022

Coding: passatempo estivo

3 consigli per avvicinare i bambini al coding in modo divertente, ludico e veloce. Senza stress e bypassando l'idea che programmare sia un'attività noiosa da nerd.

continua »
Analfabeti-funzionali

Adolescenti analfabeti funzionali

Allarme di Save the Children: un adolescente su due non capisce quello che legge. Lo comunica il presidente dell'Associazione Claudio Tesauro.

continua »
Giochi-senza-frontiere

Come organizzare una giornata 'sportiva' con tutta la classe

Volete organizzare una giornata all'insegna dello sport e del divertimento con tutta la classe? Cercate idee per coinvolgere bambini e genitori in un campionato all'insegna dei giochi senza frontiere? Leggete qui.

continua »
Cerca altre strutture