Motori di ricerca per under 12

I motori di ricerca e i portali per i bimbi. Per effettuare ricerche scolastiche, compiti e approfondimenti tematici.

Articoli Correlati

Parlare di motori di ricerca per bambini, significa parlare di strumenti che dal punto di vista dell'architettura logica, non differiscono di molto da quelli 'per adulti'. Come questi, infatti, permettono di effettuare ricerche utilizzando come criteri le parole chiave e/o le categorie, suddividendosi in generalisti e di settore.
L'unica vera differenza rispetto ai motori di ricerca tradizionali, consiste nella protezione impostata sui contenuti ottenuta o filtrando le richieste degli utenti, o attuando la ricerca solo tra un numero limitato di siti e pagine preventivamente controllate e filtrate in modo da garantire un livello standard di sicurezza che permetta ai piccoli di 'navigare' senza pericoli.


Di motori di ricerca per under 12 ne esistono diversi - anche se questo è un settore che, forse, meriterebbe un ulteriore sviluppo e maggiore attenzione da parte degli operatori ponendo una serie di quesiti sia dal punto di vista tecnico, sia, soprattutto, dal punto di vista didattico-pedagogico.
Spesso, infatti, l'approccio alla rete passa, in primo luogo, attraverso l'insegnamento della tecnica (tecnica che, per altro, i bambini sembrano possedere in modo naturale), senza alcun tipo di indicazione su quella che dovrebbe essere la metodologia di ricerca e l'approccio 'filosofico' con la rete stessa con esercitazioni e laboratori ad hoc da effettuare a scuola orientati in questo senso.

Esempi di motori di ricerca e portali per bambini:


 
  • BAOL - Il mago del web: si tratta di uno dei primi motori di ricerca per bambini sviluppato nel 2001 da SCIANS, società di servizi internet di Matera, nell'ambito di un progetto di studio universitario. Si rivolge a piccoli utenti dai 9 ai 16 anni e si prefigge lo scopo di insegnare loro una metodologia per diventare autonomi e affrontare criticamente gli strumenti di ricerca sviluppati da e per gli adulti. Indicizzato per argomenti (Scienze e natura, Formazione e scuola, Computer e giochi, Senza frontiere, Intrattenimento, Sport e tempo libero), raccoglie documenti primari e altri repertori, classificandoli per categorie e sottocategorie consentendo una ricerca per parola chiave all'interno del proprio indice. Tutti i documenti presenti, sono stati selezionati preventivamente escludendo i materiali ritenuti meno interessanti e meno rispondenti ai criteri di ricerca inseriti e tutti i siti segnalati sono presentati attraverso una breve descrizione e l'accertamento della fonte o del curatore del sito stesso.
  • IL VELIERO: è un browser che consente di visitare solo ed esclusivamente siti e pagine internet preventivamente selezionati da un gruppo di esperti, scelti in base alla qualità dei loro contenuti, all'adeguatezza del linguaggio, alla qualità grafica e alla facilità di navigazione. Fornito in due versioni (Scuola e Famiglia) è pensato per permettere una navigazione sicura sia a scuola che a casa grazie a un motore di ricerca (Il Nocchiero) basato sul filtraggio delle directory di Google. Oltre questo, Il Veliero mette a disposizione dei suoi utenti un software per lo scambio dei messaggi (una sorta di client di posta per minorenni) e una chat per poter parlare con gli altri naviganti (alcuni simpatici personaggi, leggono i messaggi scambiati nella chat e aiutano i bimbi nella loro esplorazione delle pagine internet non ancora visitate). Il tutto, con il controllo di un supervisore (insegnante o genitore) che con discrezione può, se lo desidera, ampliare la lista dei siti accessibili. Il Veliero è compatibile con tutte le versione di Windows e con qualsiasi connessione alla rete. Può essere utilizzato gratuitamente per 30 giorni testando tutte le sue funzioni e poi acquistato al costo di 24€ (IVA inclusa) per un anno definendo fino a 4 identità differenti per ogni postazione senza bisogno di un ulteriore installazione. Dal punto di vista dei servizi offerti, infine, permette di bloccare i banner pubblicitari esterni ai siti abilitati e definire un tempo massimo di navigazione giornaliera.
  • DIENNETI: dalla grafica non certo accattivante, adatto, forse, ai bambini più grandi e agli adolescenti (oltre che a insegnanti e operatori didattici), è un portale per la didattica che raccoglie materiali e strumenti di qualità selezionati e organizzati per percorsi tematici. La navigazione non è protetta come nei due casi precedenti (come si legge nell'informativa in home page), ma in un certo senso guidata attraverso una serie di proposte di navigazione quanto più inerenti possibile con la ricerca effettuata. Necessaria, quindi, la presenza di un supervisore soprattutto con i bimbi più piccoli ed esposti ai rischi della rete. Utile, però, per effettuare ricerche sugli argomenti più disparati (lingua italiana, lingue straniere, matematica, storia, geografia…) e per imparare a usare internet in modo congruo e costruttivo.

Commenta questo articolo

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Registrazione-scuola2018

Iscrizioni scolastiche 2018-2019 al via

A partire da oggi, 16 gennaio 2018 fino al 6 febbraio 2018, è possibile effettuare l'iscrizione a scuola per i bambini che il prossimo anno si troveranno a frequentare la classe prima della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. 

continua »
Registrazione-Miur

Iscrizioni a scuola: da oggi è possibile registrarsi

A partire da oggi, martedì 9 gennaio 2018, è possibile registrarsi al sito del Ministero dell'Istruzione per ottenere il PIN funzionale a effettuare l'iscrizione vera e propria a partire dal 16 gennaio. 

continua »
Dieta-contro-influenza

Una dieta contro l'influenza

Una dieta adeguata, ricca di vitamine e sali minerali e a base di prodotti di stagione, permette di prevenire e combattere i virus influenzali che stanno mettendo a letto tanti bambini (e adulti) in questi giorni.

continua »
Modulo-TempoPieno

Iscrizioni a scuola: modulo o tempo pieno?

In vista delle iscrizione a scuola di gennaio, facciamo un po' di chiarezza sul Tempo Scuola: meglio modulo o tempo pieno?

continua »
Cerca altre strutture







Ricetta della settimana

I piú cliccati
Seguici sui network