Stress infantile

Anche i bambini possono essere affetti da stress. Spesso a causa di un'eccessiva pressione psicologica...

Articoli Correlati

Lo chiamano 'stress infantile', nonostante ancora nessuno studio specifico sia mai stato realizzato in materia, e a rimanerne colpiti possono essere bambini di ogni età, estrazione sociale, città.
Riconoscerne i sintomi, per un genitore impreparato, non è facile poiché questi, di natura fisica o psicologica, si manifestano spesso sotto le forme tipiche di molti comportamenti dell'infanzia e possono essere facilmente confusi con manifestazioni comportamentali che nulla hanno a che vedere con lo stress appunto.


Tra i segnali fisici che, in taluni casi, potrebbero far scattare il campanellino d'allarme ricordiamo i dolori addominali ingiustificati, improvvisi e strategici mal di testa, problemi con il sonno, tics e, addirittura, crisi d'asma e episodi improvvisi di balbuzie. Questi sintomi, sono talvolta accompagnati sul piano psicologico da una progressiva perdita di fiducia in se stessi, dalla tendenza a deprezzare il proprio mondo e la realtà che gli sta attorno, da difficoltà a scuola o nel rapporto con i compagni e, nei casi più gravi, persino da un mutamento improvviso del carattere.

Tra le principali cause di stress nei bimbi viene generalmente indicata come prima responsabile la scuola, con la pressione dei risultati che inevitabilmente comporta, la paura di essere diversi o non accettati dai compagni, il terrore di non essere all'altezza. A questa si aggiungono, poi, i piccoli problemi della vita di tutti i giorni (le discussioni con mamma e papà, l'imposizione a esporsi sempre in prima fila in tutti i settori, gli impegni quotidiani sempre più pressanti nell'esistenza dei bambini di oggi…) e la tendenza dei genitori a sopravvalutare le capacità dei propri figli pretendendo da loro più di quanto effettivamente siano in grado di dare, con il rischio di farli sentire inadeguati nella maggior parte delle situazioni che si vedono costretti ad affrontare.
Insomma, una realtà opprimente da cui il piccolo non è assolutamente in grado di prendere le distanze e che lo schiaccia con un peso per lui insostenibile.


Ci sono, poi, anche i bambini che per un temperamento innato particolarmente narcisistico o perfezionista si auto-infliggono ogni giorno, inconsapevolmente ma in modo costante e continuativo, una quotidiana dose di stress giornaliero.

Non esiste una terapia specifica per combattere questo che può a tutti gli effetti essere considerato un problema per la nuova infanzia. La cosa migliore da fare, forse, è cercare di capire quali potrebbero essere le cause che provocano l'attanagliante sensazione di angoscia nel bambino e intervenire su quelle rendendosi anche conto che i bimbi non sono e non vanno trattati da piccoli uomini e che esercitare su di loro una pressione eccessiva (a scuola, negli sport, a casa, nel rapporto con gli altri…) è controproducente se non, addirittura, dannoso.
I fattori di stress andrebbero, come norma generale, ridotti al minimo nella vita di un fanciullo e gli ostacoli che, inevitabilmente, il bambino si trova costretto ad affrontare nel corso della sua esistenza andrebbero affrontati insieme, aiutandolo e spronandolo senza per questo obbligandolo a superarli al primo colpo.
Insomma, una messa in discussione di molti atteggiamenti sbagliati che portano, ovviamente senza che ne abbiano coscienza, i genitori ad assumere il ruolo di giudici dei loro figli.

Commenta questo articolo
  • Commento inserito da Graziella il 3 luglio 2020 alle ore 20:42

    Salve, mia nipotina di 7 anni ha dei problemi a fissare con malizia ragazzi di età superiore ai 13 anni cosa significa questo atteggiamento?

  • Commento inserito da Francesca il 18 maggio 2020 alle ore 01:07

    Buona sera a tutti, mio figlio di 7 anni da 2 settimane ha sempre mal di stomaco, Abbiamo fatto esami e sono tutti ok , dobbiamo ancora fare un€ecografia, ma il pediatra dice che sicuramente è tensione nervosa e ne sono convinta anche io, sono disperata perché neanche lui sta capendo cosa gli succede, a qualcuno è capitato?

  • Commento inserito da Jacopo il 12 maggio 2020 alle ore 10:03

    Salve ho una bambina di 4 anni,molto vivace e gioviale,ma da circa 10 giorni ha cominciato ad avere episodi di incantamento mai avuti se nn in rariassumi cas,diciamo che si contano e le dita delle mani, durante appunto i suoi 4 anni...nn risponde,se nn dicendole che andiamo via o la si priva di qualcosa che vuole,o anche se le si da qualcosa che le piace particolarmente,insomma si va da un estremo all€altro...dice di sognare i personaggi dei cartoni di cui è appassionata,e che gli dà fastidio la luce a volte,come ad esempio sente dolori alla pancia...ho lavorato con soggetti affetti da autismo ed epilessia e mi sento di escluderli anche a fronte di un consulto col pediatra,mia figlia ti guarda e riconosce tutti gli stati d€animo che si possono provare,parla molto bene,meglio di molti adulti usando persino congiuntivo e condizionale...sono solo preoccupato che in questo periodo stia e abbia sofferto più del dovuto il distanziamento sociale e che in momenti di tensione e stress possa averla sgridata troppo...nn so più cosa pensare e mi sto distruggendo per venirne a capo...

  • Commento inserito da Valentina il 3 maggio 2020 alle ore 10:48

    Salve, ho una bambina di 8 anni che da un paio di settimane nn riesce a prendere sonno la sera e si alza di scatto piangendo, io non so più che fare, avete per caso qualche consiglio da darmi?

  • Commento inserito da Lene lima il 30 aprile 2020 alle ore 12:14

    Buongiorno!.mia figlia di 7 anni fai dei versi tipo come si parlasse(un) esso è iniziato con la scuola a inizio era più controllabile ora che stiamo rinchiusi a casa è aumentato di una forma preocupanti. Mi piacerebbe sapere come potrei aiutarla'

  • Commento inserito da Ester il 1 aprile 2020 alle ore 15:48

    Buonasera, mio figlio di 6 anni e mezzo da un mesetto scarso si tocca in continuazione i capelli e se li gira con il dito. Gli dico di non toccarli e di smettere ma lui continua. Cosa potrebbe essere? Cۏ da preoccuparsi?

  • Commento inserito da Yessica il 15 marzo 2020 alle ore 23:13

    Salve ho una bambina di 4 anni oggi chi siamo a casa che. Non usciamo per niente le biene di andare a far la pipi in continuazione durante il giorno ma a la sera dorme e non se. Sveglia non so cosa sia

  • Commento inserito da il 12 marzo 2020 alle ore 23:01

    Salve ho un bambino di 8 anni,è da qualche giorno che quando guarda la tv o guarda i video emana dei versi del tipo mm mm,e lo fa di continuo,ma se gli chiedo come mai fa questi versi lui dice che nn ha fatto niente,come se fosse inconsapevole di quello che fa.io ho pensato che forse il bambino è un po' agitato,anche perché la notte si sveglia e viene a dormire con me.sa dirmi da cosa può dipendere?Grazie

  • Commento inserito da Marianna il 6 febbraio 2020 alle ore 09:55

    Allora mia figlia di 7 anni a da 2 settimane premetto che voleva ad ogni costo andare a scuola ora da 2 settime che piange prima di andare e quando arriva in classe mi dice che gli manco che gli viene da piangere e gli fa male il cuoricino mi chiede di andarla trovare di tanto in tanto accusa il fatto che non a il tempo di riposarsi 5 minuti xche fa compiti a non fermarsi mai lei e un po' lenta non capisco xche può fare così sono disperata non so che fare cosa mi consigliate 😢

  • Commento inserito da Giorgia il 19 dicembre 2019 alle ore 14:43

    Salve ho un bambino di 9 anni e a scuola ha sempre dei strani comportamenti, specialmente con la maestra di matematica. Non vuole fare delle cose richieste dalla maestra. Mi dice che la maestra c'ela con lui. Lui è molto bravo a sdudiare non ha problemi da questo punto di vista, ma non gli sta bene alcune richieste della maestra. Nella scuola materna mai successo questo tipo di problemi. Non capisco se il problema può dipendere dalla maestra. Specifico che la maestra non è una amorevole ma più tosto strilla e fa brutto ai bambini.

  • Leggi tutti i commenti

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare
Un-click-per-la-scuola

Un click per la scuola

Un'iniziativa completamente grauita di Amazon a sostegno di tutte le scuole italiane: per ogni acquisto effettuato sul noto sito di e-commerce, Amazon donerà il 2,5% della spesa alle scuola aderente all'iniziativa.

continua »
Bambini-scacchi

Perché insegnare ai bambini a giocare a scacchi

Ci attendono lunghi pomeriggi in casa cercando di far passare il tempo. Un po' per la stagione. Un po' per il lockdown che sta calando sulle teste di tanti. Gli scacchi possono essere un'alternativa al contempo educativa e ludica alla noia.  

continua »
conte-camera-021120

Nuovo DPCM: cosa cambia a scuola

Con il nuovo DPCM che dovrebbe entrare in vigore giovedì 5 novembre, torna la DAD, che si chiamerà ora DID, nelle scuole superiori e sembrerebbe anche per le classe II e III delle medie. Novità anche per i bambini della Primaria.

continua »
Influenza-o-covid

Covid o influenza? Come distinguerli?

Mentre alcuni pediatri lanciano un allarme per il numero eccessivo di tamponi eseguiti sui bambini, come possono i genitori distinguere i sintomi influenzali da quelli del covid?

continua »
Cerca altre strutture





Ricetta della settimana



I piú cliccati
Seguici sui network