Terremoti, che fare?

Una campagna educativa realizzata da Giunti Progetti Educativi e dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia insegna a studenti e insegnanti a conoscere i terremoti e a prevenire i rischi che comportano.

Articoli Correlati

di Alessia Altavilla

A due anni esatti dal terremoto dell’Aquila e dopo quello che è successo in Giappone nelle scorse settimane, si torna a parlare di terremoti e di prevenzione contro i rischi e i pericoli che i terremoti comportano con una campagna educativa rivolta agli studenti delle scuole e ai loro insegnanti.
Più di 3000 docenti, infatti, e 150000 studenti sono già stati coinvolti nel grande progetto formativo realizzato da Giunti Progetti Educativi in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) nell’ambito del progetto EDURISK finanziato dal Dipartimento della Protezione Civile Nazionale.


 

 
UNA CAMPAGNA EDUCATIVA RIVOLTA ALLE SCUOLE

Le vicende giapponesi, forse tra le più gravi verificatisi negli ultimi anni, hanno, infatti, messo in luce come un’adeguata preparazione della popolazione ad affrontare l’emergenza e la conoscenza dei terremoti, sono il più utile strumento per diminuire il numero delle vittime e salvaguardare la vita umana.


Ecco perché b>Giunti Progetti Educativi e INGV hanno unito le loro forze per realizzare una serie di volumi per bambini e ragazzi, dalla scuola dell’Infanzia alla scuola secondaria di secondo grado.
Inizialmente focalizzate sul tema del rischio sismico, le pubblicazioni hanno affrontato quindi il rischio vulcanico e i rischi naturali in genere, incluso il tema del cambiamento climatico.

Tra i titoli distribuiti direttamente all’interno delle scuole:
 
  • Se arriva il terremoto (per la scuola dell’infanzia)
  • A lezione di terremoto (per la scuola dell’infanzia)
  • Terremoti come e perché (per la scuola superiore di primo grado)
  • A prova di terremoto (manuale per insegnanti)
  • Terremoti e maremoti
  • Il clima che cambia (in collaborazione con il Centro di Ricerca Nazionale sulla scienza e le politiche del clima)

    In vendita, invece, in libreria:
  • A lezione di terremoto
  • Il clima che cambia

    Tutti i titoli possono, comunque, essere scaricati gratuitamente dal sito http://edurisk.it.

     


  • Commento inserito da LISA il 10 aprile 2011 alle ore 22:57

    GRAZIE MILLE!

Ricetta della settimana

Forse ti potrebbe interessare

Modulo-TempoPieno

Iscrizioni a scuola: modulo o tempo pieno?

In vista delle iscrizione a scuola di gennaio, facciamo un po' di chiarezza sul Tempo Scuola: meglio modulo o tempo pieno?

continua »
Iscrizioni-scuola2018-2019

Dal 16 gennaio iscrizioni aperte per l'anno scolastico 2018/2019

Dal 16 gennaio al 6 febbraio sarà possibile inoltrare le domande per le iscrizioni alle classi prime della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado per l'anno scolastico 2018/2019. Le domande andranno presentate online

continua »
Scrivania-bambini

L'angolo studio: come arredarlo

Creare un angolo studio per i bambini significa anche progettare uno spazio in cui piccoli possano sostare a lungo e che non provochi disagio alla schiena o alla vista. Ecco come scegliere tavoli, sedie e complementi d'arredo.

continua »
Shultute

Il primo giorno di scuola nel resto del mondo

Mentre il countdown è iniziato e i giorni di vacanza si contano sulle dita delle mani, ecco cosa succede il primo giorno di scuola nel resto del mondo. Tra prassi consolidate e tradizioni.

continua »

Cerca altre strutture








Ricetta della settimana

I piú cliccati

Seguici sui network