Gravidanza settimana per settimana

29° SETTIMANA DI GRAVIDANZA:
QUASI PRONTO PER LA VITA EXTRA UTERINA


CHE COSA SUCCEDE AL TUO CORPO?
Durante la gravidanza sarai sottoposto a sorprendenti sintomi, e una delle cose che può accadere durante il terzo trimestre è la perdita di liquidi dal seno. Si tratta di un fluido giallastro, detto colostro, che è il precursore del latte materno. Solitamente noterai solo una goccia o due, o nemmeno quelle, ma se il flusso aumenta, puoi utilizzare dei cuscinetti da allattamento che terranno tutto sottocontrollo.
La tua pancia continua a crescere. Ti sentirai sempre più stanca e affaticata. Potresti avere le gambie gonfie, in particolare se gli ultimi mesi di gravidanza coincidono con la stagione calda. Continua a tenere sotto controllo la dieta. É importante che l'aumento di peso non comprometta la tua salute e quella del bambino.


CHE COSA SUCCEDE AL BAMBINO?
Il tuo bambino sta diventando sempre più forte. Con ogni probabilità da questa settimana le sue spinte e i suoi calci diventeranno più frequenti anche se li avvertirai diversamente dalle settimane precedenti. É in queste settimane, poi, che la parte del cervello del piccolo associata a intelligenza e personalità iniziano a formarsi. Potresti, per esempio, notare che il bimbo aumenta i suoi movimenti se gli fai ascoltare musica o mangi qualcosa di dolce. Oppure che si calma se gli parli o ti dedichi a un'attività rilassante. In altre parole, il feto comincia già a reagire, per come gli è possibile, a stimoli che arrivano da fuori. Il bambino è lungo circa 36 cm e pesa 1,400 grammi.

IL CONSIGLIO DELLA SETTIMANA
L'epidurale è un'anestesia locale praticata nella parte bassa della schiena che permette di alleviare i dolori del parto senza ridurre la lucidità e la capacità di intervento della mamma. Perché possa essere praticata al momento del parto, la futura mamma deve farne richiesta all'ospedale presso cui partorirà con un paio di mesi di anticipo (indicazioni dettagliate in merito alla procedura vengono, in genere, fornite durante i corsi preparto organizzati dalla struttura ospedaliera stessa). I rischi legati alla somministrazione di epidurale durante il travaglio sono piuttosto bassi.