Gravidanza settimana per settimana

37° SETTIMANA DI GRAVIDANZA:
LA GRAVIDANZA É TECNICAMENTE FINITA

CHE COSA SUCCEDE AL TUO CORPO?
La gestazione, in un certo senso, è terminata. Se il bambino nascesse adesso sarebbe perfettamente in grado di vivere nell'ambiente esterno senza alcun problema. Il tuo corpo si sta preparando al momento del parto. Probabilmente, a questo punto, sarai davvero stanca e non ne potrai più del pancione. Potresti aver notato una maggiore presenza di muco nelle secrezioni vaginali. A breve potresti perdere il tappo mucoso, un agglomerato di tessuti che durante la gravidanza tiene lontani dall'utero virus e batteri. La perdita del tappo, però, non indica necessariamente che il parto sia imminente. Molte donne lo perdono anche due o tre settimane prima che inizi il travaglio.

CHE COSA SUCCEDE AL BAMBINO?
Il cordone ombelicale ha iniziato a passare anticorpi al bambino in preparazione al parto. Accumulando anticorpi, il piccolo sarà meglio protetto dalle malattie che potrebbe incontrare fuori dall’utero. Anche i suoi sensi si stanno perfezionando. A questo punto, per esempio, è perfettamente in grado di riconoscere la voce della mamma, tanto che sin dalle prime ore dopo il parto potrebbe girarsi se parli. Anche le dita delle mani stanno migliorando la loro capacità di coordinazione. Il piccolo è capace di afferrarsi la faccia, i piedini e le altre dita. Il bambino misura circa 47 cm e ha un peso variabile che si aggira intorno ai 3 kg.

IL CONSIGLIO DELLA SETTIMANA
Si definisce periodo prodromico il momento che va dall'inizio delle prime contrazioni sino al travaglio vero e proprio. Naturalmente, questo lasso di tempo ha una durata variabile che cambia da donna a donna. In generale, per le mamme al primo figlio non dura mai meno di 12 ore. Ciò che conta in questa fase è non farsi prendere dal panico, seguire tutte le indicazioni che sono state fornite durante i corsi preparto (calcolare l'intervallo di tempo tra una contrazione e l'altra, prendere atto dei cambiamenti che si verificano nel corpo...) e, per quanto possibile, cercare di rilassarsi. Una doccia o un bagno caldo possono essere utili, durante le prime fasi, per alleviare il dolore provocato dalle contrazioni.