Gravidanza settimana per settimana

6° SETTIMANA DI GRAVIDANZA:
LE PRIME NAUSEE, I PRIMI DISTURBI, LE PRIME AVVISAGLIE



CHE COSA SUCCEDE AL TUO CORPO?
A partire da questo momento, molte future mamme soffrono di malesseri quali nausea e vomito. Se certi odori proprio ti infastidiscono, se non riesci più a mangiare alcuni alimenti di cui prima andavi pazza, se nausea e vomito sono diventati tuoi fedeli compagni, non preoccuparti. Nei primi mesi di gestazione è normale, quasi fisiologico, soffrire di questi disturbi che, a meno che non comportino un deperimento eccessivo, non influiscono in nessun modo sulla salute della mamma e del bambino e non creano problemi al normale accrescimento del feto. In linea di massima, infatti, la nausea del primo trimestre tende a scomparire del tutto dopo la dodicesima settimana, quando gli ormoni che influiscono sulle prime fasi della gravidanza (l'HCG) diminuiscono.

CHE COSA SUCCEDE AL BAMBINO?
Entro la fine di questa settimana il tuo bambino triplicherà di dimensione, fino a raggiungere una lunghezza leggermente inferiore a mezzo centimetro. Il suo cuore ora batte a un ritmo regolare anche se è ancora troppo lieve per essere percepito dallo stetoscopio del tuo medico. Se, però, effettui l'ecografia in questa settimana, potrai osservare un minuscolo punto oscillante in mezzo al piccolissimo corpo dell'embrione. Da questo momento in poi, il cuore del tuo bambino batterà circa 150 volte al minuto – il doppio della media degli adulti.
Inoltre, proprio in questa settimana, gli emisferi cerebrali del tuo bambino si stanno formando ed è anche possibile individuare le onde cerebrali. L'embrione questa settimana misura tra i 4 ei 6 mm.


IL CONSIGLIO DELLA SETTIMANA
La nausea del primo trimestre di gravidanza tende a fare la sua comparsa intorno alla quinta/sesta settimana per scomparire del tutto dopo la dodicesima settimana. Generalmente, si presenta al mattino o quando si è a digiuno da molte ore. Non esistono vere e proprie cure per combatterla. É, però, possibile provare a contrastarla suddividendo i pasti in tanti piccoli snack a base, per esempio, di crackers, pane, grissini, banane, evitando il consumo eccessivo di acqua e bibite, preferendo l'acqua gasata a quella naturale, e limitando il consumo di cibi fritti o di cui mal si tollera l'odore.
Lo zenzero è un ottimo anti-nausea.